14.3 C
Rome
giovedì, 15 Aprile 2021

Uccelli migratori: la primavera è la stagione dei ritorni

Tante specie di uccelli migratori approfittano della fine dell’inverno per far ritorno in Italia. Ecco quali sono

La primavera è la stagione delle grandi migrazioni. Decine di specie, dopo aver svernato in Africa, prendono il volo verso il continente Europeo. Inevitabilmente, quindi, gli uccelli migratori fanno tappa anche nel nostro paese. In molti casi per restarvi, fino al termine dell’estate.

Quando tornano in Italia

Talvolta la presenza è facilmente ravvisabile per la tendenza a nidificare in contesti urbani, come avviene per le rondini. Ci sono specie però maggiormente discrete che, tenendosi lontane dall’uomo, sono più difficili da vedere. E’ quindi un momento dell’anno che attendono con pazienza i tanti appassionati di birdwatching. Sono marzo ed aprile i mesi in cui tanti uccelli fanno ritorno. Tra questi ci sono:

  • Rondini
  • Rondoni
  • Balestrucci
  • Upupe
  • Cicogne
  • Pettirossi
  • Balia nera
  • Cuculo
  • Nibbio nero

Leggi anche >> Come fare una casetta per gli uccelli <<

La Cicogna bianca (Ciconia ciconia) è una delle specie che a marzo partono dal continente africano, dove abitano in inverno nella regione sub-sahariana, per spingersi in Europa. Il loro numero è drammaticamente diminuito nel corso dell’ultimo secolo, tuttavia in Italia dagli anni 80 hanno ripreso a nidificare. Le colonie più significative sono presenti nella piana di Gela, in Sicilia, ed anche in Calabria, dove negli ultimi 15 anni sono stati sistemati appositi tralicci per la cova.

L’Upupa comune (Upupa epops) è una specie che arriva in Italia soprattutto nel mese di aprile. Presenti in tutto il continente euroasiatico ed africano, questi uccelli migratori per le loro lunghe traversate, preferiscono spostarsi di notte. Facilmente riconoscibili per il piumaggio e per la cresta colorata, esibita dai maschi nella stagione riproduttiva, le upupe sono uccelli che colonizzano tutta lo stivale, isole incluse.

LA DIFESA DEGLI UCCELLI MIGRATORI

Per preservare la biodiversità dell’avifauna l’Unione Europea ha varato leggi e regolamenti. Particolare attenzione è stata dedicata alle pratiche da mettere in campo durante la stagione della nidificazione delle specie selvatiche. Un momento particolarmente delicato in cui, com’è intuitivo, bisogna limitare al massimo le modifiche degli habitat. Ad esempio riducendo le manutenzioni arboree ed evitando gli abbattimenti degli alberi.

Leggi anche >> La protezione degli uccelli a livello europeo <<

 

 

 

 

 

Dello stesso autore

Val di Susa, contro il rischio incendi reclutate anche 250 pecore

Per la salvaguardia delle praterie della Val di Susa l’Ente Parchi delle Alpi Cozie punta da anni su un gregge di 250 ovini Per il...

Parco fluviale del Taro: l’Eden degli uccelli migratori

Situato lungo la via Francigena, il parco fluviale del Taro oltre ad essere un luogo adatto per semplici escursioni è un paradiso per i...

Uccelli migratori: la primavera è la stagione dei ritorni

Tante specie di uccelli migratori approfittano della fine dell’inverno per far ritorno in Italia. Ecco quali sono La primavera è la stagione delle grandi migrazioni....

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,796FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Farfa: nel cuore della sabina c’è un’antica abbazia benedettina

L'Abbazia benedettina di Farfa si trova a 40 km da Roma, in Sabina, lungo la valle del fiume omonimo alle pendici del monte San Martino Le...

Arriva la Lista Rossa degli uccelli a rischio estinzione

Le specie di uccelli a rischio estinzione nel nostro Paese sono 67 su 278 prese in esame È stata pubblicata la quarta edizione della Lista...

La leggenda del Ponte del Diavolo sul fiume Serchio

La strana forma del Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano ha da sempre alimentato storie e leggende Che ci sia lo zampino del maligno...

Val di Susa, contro il rischio incendi reclutate anche 250 pecore

Per la salvaguardia delle praterie della Val di Susa l’Ente Parchi delle Alpi Cozie punta da anni su un gregge di 250 ovini Per il...

Anagni, la Città dei Papi gioiello della Ciociaria

Anagni in provincia di Frosinone è nota come la Città dei Papi, dato che ha dato i natali a ben quattro pontefici. Ma la Città...