14.3 C
Rome
giovedì, 15 Aprile 2021

Stop al glifosato: anche la Toscana verso il divieto

Dopo la Calabria la Toscana è la seconda regione italiana a varare uno stop al glifosato

La sostanza chimica è ancora permessa in agricoltura anche se uno stop al glifosato generale dovrebbe entrare in vigore nei paesi dell’UE nel dicembre del 2022.

DALLA TOSCANA LO STOP AL GLIFOSATO

Dopo la Calabria anche la Regione Toscana ha decretato lo stop al glifosato a partire dal prossimo 15 maggio. L’erbicida diventerà quindi illegale in tutto il territorio regionale. Si tratta di un passo avanti rispetto alla legislazione europea che prevede la messa al bando di questa sostanza, considerata probabilmente cancerogena per il nostro organismo, a dicembre 2022. La messa al bando per le singole regioni è stata possibile all’interno dei Programmi di Sviluppo Rurale, che sono stati prorogati in attesa che entri in vigore la PAC (Politica Agricola Comune) nel gennaio del 2023.

stop-al-glifosato-mais-la-lente-web

IL GLIFOSATO E LE RAGIONI DELLO STOP

Questa sostanza viene utilizzata moltissimo in agricoltura perché rappresenta uno degli erbicidi più efficaci in circolazione. Lo scopo de suo utilizzo è quello di eliminare le piante infestanti che tolgono nutrimento e luce alle colture. Nel 2015 l’Agenzia per la Ricerca sul Cancro (Iarc) ha catalogato questa sostanza come un “probabile cancerogeno per l’uomo”. Dal documento, sottoscritto da 1 esperti internazionali, è emersa una forte correlazione tra l’impiego del glifosato e la presenza del linfoma non-Hodgkin.

VERSO UN DIVIETO IN TUTTA LA UE

In tutti i paesi della UE il divieto all’uso di questa sostanza in agricoltura entrerà in vigore il 15 dicembre del 2022. Oltre quella in tutta Europa entrerà in atto uno stop al glifosato. Ad oggi questo erbicida gode di una autorizzazione di 5 anni rilasciata nel 2017 dopo la valutazione dell’EFSA (European Food Safety Authority) e dall’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA).

stop-al-glifosato-pesticida-la-lente-web

CONTRO LO STOP AL GLIFOSATO

Attualmente esiste il GRG (Gruppo per il rinnovo del glifosato) che ha presentato una richiesta all’UE per il rinnovo dell’autorizzazione all’uso dell’erbicida. Questo gruppo è formato da alcune aziende che puntano ad annullare la scadenza del 2022. Questa richiesta ha dato il via ad un’attenta analisi sulle caratteristiche della sostanza. Le conclusioni in merito dell’EFSA dovrebbero essere pubblicate non prima della metà del 2022.

stop-al-glifosato-grano-la-lente-web

LE RICHIESTE INDIRIZZATE AL GOVERNO ITALIANO

Dopo l’annuncio dello stop al glifosato da parte della Toscana il responsabile agricoltura del WWF Italia, Franco Ferroni, ha commentato: “Si tratta di un segnale importante – e ancora – è assurdo che si continui a premiare con fondi pubblici – quelli della PAC Ndr – agricoltori che usano un pesticida ritenuto pericoloso per la salute umana, sicuramente dannoso per gli ecosistemi”. Il WWF ha infatti chiesto al Ministro dell’Agricoltura, Stefano Patuanelli, un provvedimento urgente per estendere a tutte le Regioni il divieto di concedere sussidi pubblici della PAC agli agricoltori che utilizzano il glifosato. “Da questo Governo che punta alla transizione ecologica dell’economia ci attendiamo azioni coerenti e l’annuncio di una ferma posizione contraria al rinnovo dell’autorizzazione all’uso del glifosato in Europa, in scadenza nel dicembre 2022”, conclude Ferroni.

Dello stesso autore

Arriva la Lista Rossa degli uccelli a rischio estinzione

Le specie di uccelli a rischio estinzione nel nostro Paese sono 67 su 278 prese in esame È stata pubblicata la quarta edizione della Lista...

La leggenda del Ponte del Diavolo sul fiume Serchio

La strana forma del Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano ha da sempre alimentato storie e leggende Che ci sia lo zampino del maligno...

Anagni, la Città dei Papi gioiello della Ciociaria

Anagni in provincia di Frosinone è nota come la Città dei Papi, dato che ha dato i natali a ben quattro pontefici. Ma la Città...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,796FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Farfa: nel cuore della sabina c’è un’antica abbazia benedettina

L'Abbazia benedettina di Farfa si trova a 40 km da Roma, in Sabina, lungo la valle del fiume omonimo alle pendici del monte San Martino Le...

Arriva la Lista Rossa degli uccelli a rischio estinzione

Le specie di uccelli a rischio estinzione nel nostro Paese sono 67 su 278 prese in esame È stata pubblicata la quarta edizione della Lista...

La leggenda del Ponte del Diavolo sul fiume Serchio

La strana forma del Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano ha da sempre alimentato storie e leggende Che ci sia lo zampino del maligno...

Val di Susa, contro il rischio incendi reclutate anche 250 pecore

Per la salvaguardia delle praterie della Val di Susa l’Ente Parchi delle Alpi Cozie punta da anni su un gregge di 250 ovini Per il...

Anagni, la Città dei Papi gioiello della Ciociaria

Anagni in provincia di Frosinone è nota come la Città dei Papi, dato che ha dato i natali a ben quattro pontefici. Ma la Città...