14.3 C
Rome
giovedì, 15 Aprile 2021

Soriano nel Cimino, dalla faggeta Unesco alla torre di Pasolini: una perla tutta da scoprire

I boschi di faggio, le rievocazioni storiche, l’ultimo eremo di Pier Paolo Pasolini e l’origina etrusca. Tante ragioni per visitare Soriano nel Cimino

Il castello che domina sulla collina tufacea, l’ombra offerta da una faggeta patrimonio dell’umanità, una festa con tenzoni medievali dedicata alla castagna. Da dove partire per raccontare Soriano nel Cimino?

L’ORIGINE DI SORIANO NEL CIMINO

La cittadina viterbese, arroccata su un’altura che domina una vasta campagna costellata di ulivi e noccioli, conserva buona parte dell’antica urbanistica medioevale. Ma i primi insediamenti risalgono addirittura ad un’epoca pre-etrusca, come testimoniano tombe e case ipogee diffuse in tutto il territorio, soprattutto nella frazione di Chia.

LA TORRE DI PASOLINI NELLE FRAZIONE DI CHIA

Situata a 7 km dal nucleo principale del paese, Chia ospita anche anche le rovine del castello di Colle Casale un complesso fortificato di cui restano ben conservate le mura di cinta ed un’alta torre dai merli ghibellini. La zona, utilizzata per ambientare alcune scene del film “Il Vangelo secondo Matteo” ha finito per stregare il suo regista. Qualche anno più tardi, infatti, Pier Paolo Pasolini ha deciso di acquistare il complesso avviandone il recupero. Con il contributo di Dante Ferretti ha inoltre provveduto a realizzare una dimora all’interno della quale ha cominciato la stesura del suo ultimo romanzo: Petrolio.

IL CASTELLO ED IL BORGO MEDIEVALE

La magia di Soriano non risiede solo nelle campagne che si possono ammirare tutto intorno. Il suo borgo, che come Vitorchiano, ancora conserva la classica struttura medievale, con vie strette e bastioni, merita sicuramente una visita. Culmina, nella contrada della rocca, con il castello fatto costruire da Papa Nicolò III Orsini agli inizi del XIII secolo. Dal 1848, quando Soriano è stata ceduta allo Stato Pontificio, il castello ha perso la sua originale funzione per diventare un carcere. Destinazione che ha mantenuto fino al 1989.

Leggi anche: I 5 borghi della Tuscia che ti lasceranno senza fiato

LA FAGGETA PATRIMONIO DELL’ UMANITA’

Soriano nel Cimino è anche il comune che ospita la faggeta vetusta più vasta d’Europa. Si trova ad un’altitudine inferiore rispetto a quella cui solitamente si sviluppano questi boschi. I suoi alberi imponenti, alcuni vecchi di duecento anni, i sentieri che la attraversano, non possono fare a meno di ammaliare i visitatori. Dal 2017 è stata insignita dall’Unesco del titolo di “patrimonio naturale dell’umanità”.

 

LA SAGRA DELLA CASTAGNA

Impossibile infine non menzionare uno degli aspetti che rende Soriano nel Cimino un comune unico della Tuscia: la festa della castagna. La sagra si sviluppa ogni anno nelle prime due settimane di ottobre ed ha carattere storico rievocativo. In quell’occasione nel paese, addobbato con drappi e loggiati di legno, si sfidano i 4 rioni: Papacqua, Rocca, San Giorgio e Trinità. Ognuno apre una propria taverna, mette in campo i propri spettacoli con tamburini e suonatori di chiarine. Ed offre spettacoli con sbandieratori, spadaccini, scene da santa inquisizione, rievocazioni mistico religiose, sfide con arcieri e cavalieri. La contrada vincitrice viene poi premiata nella piazza principale del paese.

Dello stesso autore

Val di Susa, contro il rischio incendi reclutate anche 250 pecore

Per la salvaguardia delle praterie della Val di Susa l’Ente Parchi delle Alpi Cozie punta da anni su un gregge di 250 ovini Per il...

Parco fluviale del Taro: l’Eden degli uccelli migratori

Situato lungo la via Francigena, il parco fluviale del Taro oltre ad essere un luogo adatto per semplici escursioni è un paradiso per i...

Uccelli migratori: la primavera è la stagione dei ritorni

Tante specie di uccelli migratori approfittano della fine dell’inverno per far ritorno in Italia. Ecco quali sono La primavera è la stagione delle grandi migrazioni....

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,796FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Farfa: nel cuore della sabina c’è un’antica abbazia benedettina

L'Abbazia benedettina di Farfa si trova a 40 km da Roma, in Sabina, lungo la valle del fiume omonimo alle pendici del monte San Martino Le...

Arriva la Lista Rossa degli uccelli a rischio estinzione

Le specie di uccelli a rischio estinzione nel nostro Paese sono 67 su 278 prese in esame È stata pubblicata la quarta edizione della Lista...

La leggenda del Ponte del Diavolo sul fiume Serchio

La strana forma del Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano ha da sempre alimentato storie e leggende Che ci sia lo zampino del maligno...

Val di Susa, contro il rischio incendi reclutate anche 250 pecore

Per la salvaguardia delle praterie della Val di Susa l’Ente Parchi delle Alpi Cozie punta da anni su un gregge di 250 ovini Per il...

Anagni, la Città dei Papi gioiello della Ciociaria

Anagni in provincia di Frosinone è nota come la Città dei Papi, dato che ha dato i natali a ben quattro pontefici. Ma la Città...