23.1 C
Rome
giovedì, 29 Luglio 2021

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale

Non è una pantera nera bensì potrebbe essere un Serval (Leptailurus serval) il felino che per mesi è stato avvistato nelle campagne baresi. L’animale, più volte segnalato nel corso del 2021, dalle immagini diffuse da tgnorba24 sembrerebbe essere una femmina melanica, quindi con una colorazione del mantello differente da quello solitamente maculato che contraddistingue la specie.

LA MORFOLOGIA

Il Serval è un felino di medie dimensioni, lungo al garrese tra i 54 ed i 62 centimetri e con un peso che oscilla tra gli 8 ed i 18 chilogrammi. Due sono le caratteristiche morfologiche immediatamente individuabili. Questo felino presenta un cranio piccolo rispetto al resto del corpo e delle zampe insolitamente lunghe, le più lunghe nel regno dei felini.

Leggi anche >> LE LINCI IN NORD AMERICA ED IN EUROPA <<

Le orecchie sono grandi come quelle di un gatto ma appaiono più sviluppate in proporzione alla testa. Di solito sono nere sul retro con al centro una banda orizzontale bianca. Per quanto riguarda il manto, presenta strisce nere che partendo dalla testa raggiungono le spalle per poi frammentarsi in tante macchie. La specie avvistata nella provincia di Bari, invece, non è maculata. Come avviene anche per i giaguari, anche nei Serval esistono individui melanici. Sono, ovviamente, più rari.

LE ZAMPE LUNGHE DEL SERVAL

Gli arti, particolarmente sviluppati, consentono a questo felino di spiccare salti acrobatici (in altezza raggiungono i due metri in lunghezza sfiorano i 4) ed anche di muoversi in terreni fangosi oppure dov’è presente dell’acqua. Una caratteristica particolarmente utile visto che questi animali tendono a nutrirsi soprattutto di ratti. Animali che abbondano in tutti i contesti ma che, ovviamente, non mancano neppure in prossimità dei corsi o dei ristagni d’acqua.

UN ANIMALE SOLITARIO

I Serval sono predatori solitari che limitano al massimo gli incontri con altri esemplari. Non hanno un carattere aggressivo e tendono piuttosto a marcare il terreno, con urina, lasciando delle feci durante il cammino, impregnando l’erba con la propria saliva. Il Serval, molto simile al Caracal con cui si differenzia, tra le altre cose, per la colorazione e per l’assenza di ciuffi sulla sommità delle orecchie, vive soprattutto nell’Africa meridionale. Non è una specie minacciata dall’estinzione e nel suo habitat, come accennato, preda ratti delle paludi, piccoli uccelli e rettili.

IL SERVAL E L’UOMO

Questo felino, che in natura è a sua volta predato da Ghepardi, Iene e Licaoni, è da millenni entrato in contatto con l’uomo. E’ infatti rappresentato nell’arte sacra dell’antico Egitto sia come dono che come oggetto di scambio. Più di recente l’uomo ha provato ad ibridare il Serval con il gatto domestico, creando esemplari denominati “Savannah”, dal nome dato al primo ibrido.

Dello stesso autore

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale Non è una pantera nera bensì potrebbe essere...

Giornata Mondiale del pinguino: un’altra vittima del riscaldamento terrestre

L’impatto del riscaldamento terrestre sul clima antartico rischia di causare la perdita d’importanti colonie Se non ci sarà un’inversione di tendenza anche i pinguini rischiano...

In Svezia il primo negozio climatico al mondo: il prezzo dei prodotti è deciso dal loro impatto ambientale

Un negozio climatico dove il costo dei prodotti non è stabilito dal mercato ma dalle emissioni di anidride carbonica. Più è stato il CO2...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

World Press Photo: la 64° edizione in mostra al Mattatoio di Testaccio

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi  Torna a Roma, fino al 22 agosto,...

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...