11.9 C
Rome
martedì, 21 Settembre 2021

Scuola, tra didattica concorsi e proteste: cos’è cambiato dal 18 gennaio

Le nuove misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza da Covid 19: le novità introdotte con il DPCM di gennaio

Le disposizioni si applicano in sostituzione di quelle contenute nel DPCM del 3 dicembre 2020. Per le scuole il provvedimento entra in vigore dal 18 gennaio e sono efficaci fino al 5 marzo.

LE ATTIVITA’ DIDATTICHE 

Mentre l’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi integralmente in presenza, le istituzioni scolastiche di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica. A decorrere dal 18 gennaio 2021, almeno al 50% e fino a un massimo del 75% degli studenti delle predette istituzioni sarà garantita l’attività didattica in presenza. La restante parte dell’attività didattica sarà svolta tramite il ricorso alla didattica a distanza. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

LE MODALITA’

Resta obbligatorio l’uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. I corsi di formazione possono svolgersi solo con modalità a distanza. Sono consentiti in presenza, tra gli altri, i corsi di formazione da effettuarsi in materia di salute e sicurezza, nonché l’attività formativa in presenza, ove necessaria, nell’ambito di tirocini, stage e attività di laboratorio, a condizione che siano rispettate le misure di cui al «Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione» pubblicato dall’INAIL. Le riunioni degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado continuano a essere svolte solo con modalità a distanza. Continuano ad essere sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

I CONCORSI

Il Dpcm prevede la sospensione delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali, a esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica. A decorrere dal 15 febbraio 2021 sono consentite le prove selettive dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni nei casi in cui è prevista la partecipazione di un numero di candidati non superiore a trenta per ogni sessione o sede di prova, previa adozione di protocolli adottati dal Dipartimento della Funzione Pubblica e validati dal Comitato tecnico-scientifico di cui all’articolo 2 dell’ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630, del Capo del Dipartimento della protezione civile. Resta ferma la possibilità per le commissioni di procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto.

LE PROTESTE

La scuola ancora a distanza provoca proteste, occupazioni e scioperi nel paese. Sit-in in diciannove città sono in corso da parte del Comitato Priorità alla scuola, che chiede lo screening sanitario completo della comunità scolastica (docenti, Ata, studenti) e l’inserimento del personale scolastico nelle categorie ad alto rischio nella fase 1 dell’agenda vaccinale. Tra mobilitazioni in piazza, lezioni alternative all’aperto e sciopero della Dad, la didattica a distanza attivata per le classi in concomitanza con la seconda ondata di coronavirus, studenti e docenti continuano ad alzare le voce contro istituzioni locali e governative. Non piacciono i doppi orari di ingresso fissati dalla Prefettura, né agli alunni né ai docenti, perché “nonostante siano finalizzati all’alleggerimento del trasporto pubblico locale, condannerebbero gli studenti e le studentesse a una necessaria rivoluzione della quotidianità” scrivono gli studenti del liceo Virgilio di Roma in una lettera poi sottoscritta dalla quasi totalità dei licei romani. Sei pagine dirette alla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina dove si citano anche i trasporti. Fronte sul quale, è l’accusa, “non si è riscontrato alcun tipo di passo avanti”.

 

 

Dello stesso autore

World Press Photo: la 64° edizione in mostra al Mattatoio di Testaccio

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi  Torna a Roma, fino al 22 agosto,...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Granada: una città monumentale dal fascino mediorientale

E’ facile innamorarsi di Granada, del suo clima, della sua gente, delle sue strade e dei suoi monumenti. Città vivace e giovane ricca di monumenti da...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

World Press Photo: la 64° edizione in mostra al Mattatoio di Testaccio

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi  Torna a Roma, fino al 22 agosto,...

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...