14.6 C
Rome
sabato, 28 Maggio 2022

Lo sciacallo dorato: aumentano gli avvistamenti in Italia

Arrivato dall’Est europeo, negli ultimi mesi viene segnalato anche in Emilia. E’ più piccolo del lupo e più grande della volpe

A metà degli anni Ottanta i primi esemplari hanno varcato il confine sloveno per raggiungere il Friuli Venezia Giulia. E’ cominciata così la lenta ma progressiva espansione del Canis aureus, lo sciacallo dorato.

LA MORFOLOGIA

Simile ad un lupo, ha dimensioni più contenute. Ha una coda più corta, un muso più esile, ed è decisamente meno alto (i maschi stanno suglin80 centimetri) e più leggero (al massimo 15 chili). E’ però più grande della volpe con cui rischia di entrare in conflitto. Mentre, potenzialmente, rappresenta una preda del lupo con cui peraltro può anche ibridarsi. Il suo mantello è grigio rossastro, con la gola solitamente bianca.

AREALE E ARRIVO IN ITALIA

Gli sciacalli non sono animali a rischio d’estinzione e la sua popolazione, nelle numerose sottospecie che la contraddistinguono, si estende dal sud-est asiatico all’Italia nord orientale. Nel 2009 una femmina è stata trovata morta nelle valli delle alpi carniche: venne considerata come la prova dell’inizio dell’espansione nel territorio italiano.  Ormai le fototrappole  hanno immortalato sciacalli dorati anche a sud del fiume Po, nella provincia di Parma. Ma il suo cammino potrebbe proseguire perché è un animale estremamente versatile.

R.M.S. Ratnayake

ABITUDINI

Capace di cacciare quasi ogni tipo di preda, lo sciacallo dorato (ovvero la sottospecie euroasiatica) si sposta solitamente nelle ore notturne o alle prime luce dell’alba. Si nutre di piccoli mammiferi, rettili, pesci, roditori, lepri, uova d’uccelli. Può anche predare pecore, cuccioli di ungulati e non disdegna le carogne. La sua vita sociale è imprevedibile. Può vivere in branchi di 4-5 esemplari ma anche in solitudine. E’ un animale monogamo, si riproduce in inverno, e può arrivare a fare dai tre agli otto cuccioli.

Dello stesso autore

Lince iberica, in ripresa ma resta il felino più raro d’Europa

La lince iberica è il felino più minacciato del vecchio continente. Grazie agli sforzi messi in campo dal WWF e dall’Unione Europea oggi ci...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...

Lupi, i primi ululati ripresi dalla videotrappola nel bosco

La telecamera riprende un esemplare di un mese che risponde agli ululati degli altri cuccioli. Non è il primo cucciolo che viene ripreso dalle videotrappole....

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,967FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Serra moresca: riapre al pubblico il complesso situato all’interno di Villa Torlonia

Inserito nel circuito dei Musei di Villa Torlonia, il complesso della Serra Moresca è stato ristrutturato e riaperto al pubblico  Oltrepassato il cancello che affaccia su via...

CODA: Il film trionfa nella notte degli Oscar vincendo ben tre statuette

Il film che ha emozionato l'America è la versione in lingua inglese de "La famiglia Bélier" Era candidato a tre premi Oscar e li ha portati a...

Lince iberica, in ripresa ma resta il felino più raro d’Europa

La lince iberica è il felino più minacciato del vecchio continente. Grazie agli sforzi messi in campo dal WWF e dall’Unione Europea oggi ci...

E’ stata la mano di Dio: l’ultimo film di Sorrentino finalista agli Oscar 2022

“E’ stata la mano di Dio”, ambientato nella Napoli degli anni ’80, epoca del mito di Maradona, è finalista agli Oscar 2022 come miglior...

Al Museo Civico di Zoologia riapre la mostra “La Via delle Api”

Dal 4 febbraio fino al 29 maggio torna il percorso espositivo dedicato al mondo delle api e al ruolo che esse svolgono per la...