-1.5 C
Rome
mercoledì, 20 Gennaio 2021

“RAZZISMO CANINO”: Che vi ha fatto il Labrador nero?

Come allevatrice di Labrador non mi piace pensare che vi siano regole assolute o dogmi universali. Ci sono delle certezze, quelle sì, anche se quando si lavora con gli animali non c’è mai nulla di scontato

NERI FANNO PIU’ PAURA? –  Con l’accumularsi dell’esperienza si imparano tante cose, alcune (la maggior parte) di natura professionale e tecnica, altre di tipo più umano o sociale. Quindi di natura simpatica. Una di queste è che il Labrador di colore nero è un po’ come se fosse il brutto anatroccolo della razza. E perché mai? Forse perché neri fan più paura? Chi lo sa.

I GIALLI SONO PIU’ RICHIESTI – Sta di fatto che, in tutti questi anni di allevamento, se intere cucciolate di gialli (bianchi) vengono richieste dalle famiglie quasi ancor prima di essere nate, per i neri è sempre molto ma molto più difficile. Per non parlare invece dei cioccolato, che sono considerati “quelli più rari” e quindi anche loro molto cercati e che se la battono quasi alla pari con i colleghi color panna. Invece per i piccoli neri sempre molte meno richieste.

TIPI DA LABRADOR NERI – Così ho cominciato a chiedermi il perché. Fosse il nero un colore brutto? Proprio no. E allora? Nella mia osservazione sociale e umana ho notato che a chiedere Labrador gialli sono quasi sempre famiglie con bambini (comunque la maggioranza delle persone che scelgono questa razza come compagna di vita). E i bambini, tutti, lo vogliono bianco/panna/miele/champagne e chi più ne ha più ne metta. Ma non nero. Perché quello morbidoso della Scottex non è nero.

L’IMMAGINE CLASSICA – Senza dubbio nell’immaginario collettivo il labrador è chiaro. Perché il colore bianco da più il senso della bontà e della morbidezza. E a tutti il labrador piace vederlo così (anche se poi la maggior parte delle volte sono dei veri tornado di energia). Mentre il nero, da sempre, è un colore associato a qualcosa che fa più paura e nel caso dei cani “a quelli aggressivi”. Il discorso del cioccolato è un po’ diverso perché essendo un po’ una via di mezzo, mette d’accordo quasi tutti (da chi è semplicemente appassionato di questo colore a chi vuole fare solo una scelta diversa). Invece le persone che si rivolgono a noi cercando un cucciolo nero sono solitamente ragazzi giovani, maschi o uomini single. Oppure giovani coppie senza figli.

IL LABRADOR NERO – Eppure non tutti sanno che il Labrador nasce nero. E anzi inizialmente il giallo era considerato un “errore” poiché causato da assenza di melanina e quindi escluso dalla selezione. Poi con il tempo si è cominciato ad inserirlo fino a diventare il simbolo stesso della razza.
Splendidi cigni – Da allevatrice posso solo che amare il Labrador a prescindere. Di qualsiasi colore, forma o stazza (anche verde, quadrato e gigante). Eppure devo ammettere che il nero è il mio preferito. Perché anche se da piccolo non da quella sensazione di soffice incanto, da adulto diventa uno spettacolo meraviglioso. Neri, con il manto lucido e fieri con la coda folta e dritta, somigliano a cavalli frisoni. Eleganti e impetuosi, colpiscono l’occhio e il cuore con un portamento che senza mezzi termini definirei regale. Insomma questi brutti anatroccoli fanno il loro effetto e si trasformano in splendidi cigni.

NOTA BENE – L’articolo vuole essere solo un simpatico pezzo d’umorismo. Resta fermo il fatto che le cose principali che una persona deve tenere sempre a mente prima di scegliere un compagno di vita sono altre. Come: salute, equilibrio caratteriale, tipologia di razza/abitudini di vita etc. Tutto il resto viene dopo. E di questo ne parleremo nel prossimo articolo.

 

Silvia Nitrato Izzo

 

 

Labrador marrone

 

 

 

IL LABRADOR: Un’esplosione di gioia. Per saperne di più clicca qui.

Dello stesso autore

Tigre: avvistamento ad altitudine record nelle montagne del Nepal

Un nuovo record per le tigri in Nepal. A fine anno, infatti, alcune fototrappole hanno ripreso una tigre all’altitudine di 3.165 metri nel Nepal...

Piante di Natale: scopriamo il significato delle piante

Sono diverse le piante, che in varie tradizioni, rappresentano le Feste di Natale. Scopriamone i significati Si avvicinano le Feste di Natale e come da...

L’albero di Natale, dai Celti ai nostri giorni: la storia di un’antica tradizione

Scopriamo insieme l’origine di questa tradizione divenuta il simbolo del Natale Da dove arriva l’usanza di addobbare un albero durante le feste? Come tante tradizioni...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,675FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Come preparare il golden milk, il superfood della medicina ayurvedica

Tutte le proprietà della curcuma in una bevanda energetica e corroborante Impariamo a conoscere questa bevanda molto diffusa in asia che sprigiona tutte le caratteristiche...

San Galgano: la versione italiana della spada nella roccia

A pochi km da Siena sorge San Galgano, famosa per la grande Abbazia con un'enorme chiesa senza tetto e l'eremo di Montesiepi  Secondo la leggenda...

Come ottenere il Cashback per le multe, il bollo o l’assicurazione auto

Tutte le novità sui rimborsi che si possono ottenere con il Cashback nel 2021 Anche il pagamento delle multe, del bollo o dell’assicurazione auto potranno...

Come proteggere le piante dall’inverno

Qualche consiglio utile per salvaguardare le nostre amate piantine durante i mesi più freddi Con l’inverno che avanza è sempre più importante proteggere le piante...

Il cumino fa dimagrire? Diciamo che aiuta

Sicuramente il cumino è un valido alleato della digestione, ma puoi aiutare anche a combattere i grassi Come molte altre spezie anche il cumino può...