14.6 C
Rome
sabato, 28 Maggio 2022

In Svezia il primo negozio climatico al mondo: il prezzo dei prodotti è deciso dal loro impatto ambientale

Un negozio climatico dove il costo dei prodotti non è stabilito dal mercato ma dalle emissioni di anidride carbonica. Più è stato il CO2 necessario per produrre un alimento, maggiore è il prezzo.

Il gruppo Felix, il brand alimentare più importante in Svezia, ha lanciato un esperimento. Ad ottobre ha aperto quello che si può considerare il primo negozio climatico al mondo in cui, il prezzo dei prodotti, non è stato calcolato in base al valore di mercato bensì in funzione del costo ambientale. Più sono state le emissioni di Co2 necessarie per realizzare l’alimento, maggiore è il suo prezzo.

DIMEZZARE IL GAS SERRA A PARTIRE DALLA TAVOLA

“Per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi, dobbiamo dimezzare le emissioni di gas serra entro il 2030. Se cambiamo ciò che mangiamo, potremmo dimezzare il nostro impatto sul clima” ha spiegato Felix che, in settant’anni di attività, è diventata un’azienda leader nel settore alimentare. Dalla Svezia quindi, dopo la decisione di Ikea di superare la strada dell’usa e getta, in favore di un approccio più sostenibile, arriva un’altra interessante novità.

www.felix.se

NEL NEGOZIO CLIMATICO UNA SPESA INTELLIGENTE

La sperimentazione di Felix nasce per rendere più facile la scelta dei propri consumatori. Un modo per invogliare i clienti a fare acquisti rispettosi del pianeta, in maniera semplice, immediata. Anche grazie al sito di Felix che consente di scoprire quale sia “l’impronta climatica” di ogni prodotto che si può trovare sugli scaffali. Il negozio climatico consente così di fare una spesa intelligente.

GLI OBIETTIVI DI PARIGI 2030 E LA SPESA

Per evitare di superare il riscaldamento globale di 1,5 gradi, come previsto dall’accordo di Parigi delle Nazioni Unite, è necessario dimezzare le emissioni di gas serra. Significa che i clienti hanno a disposizione, settimanalmente, 19 kg di CO2e. La sfida per i consumatori è quella di restare in quel parametro e per scoprirlo possono, direttamente sul sito di Felix, verificare l’ impatto sul clima (calcolata in equivalenti di anidride carbonica) dei singoli alimenti. Un progetto che s’inserisce in una strategia più ampia dell’azienda svedese, impegnata anche nella promozione della produzione locale e nella lotta allo spreco alimentare.

Dello stesso autore

Al Museo Civico di Zoologia riapre la mostra “La Via delle Api”

Dal 4 febbraio fino al 29 maggio torna il percorso espositivo dedicato al mondo delle api e al ruolo che esse svolgono per la...

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale Non è una pantera nera bensì potrebbe essere...

Giornata Mondiale del pinguino: un’altra vittima del riscaldamento terrestre

L’impatto del riscaldamento terrestre sul clima antartico rischia di causare la perdita d’importanti colonie Se non ci sarà un’inversione di tendenza anche i pinguini rischiano...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,967FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Serra moresca: riapre al pubblico il complesso situato all’interno di Villa Torlonia

Inserito nel circuito dei Musei di Villa Torlonia, il complesso della Serra Moresca è stato ristrutturato e riaperto al pubblico  Oltrepassato il cancello che affaccia su via...

CODA: Il film trionfa nella notte degli Oscar vincendo ben tre statuette

Il film che ha emozionato l'America è la versione in lingua inglese de "La famiglia Bélier" Era candidato a tre premi Oscar e li ha portati a...

Lince iberica, in ripresa ma resta il felino più raro d’Europa

La lince iberica è il felino più minacciato del vecchio continente. Grazie agli sforzi messi in campo dal WWF e dall’Unione Europea oggi ci...

E’ stata la mano di Dio: l’ultimo film di Sorrentino finalista agli Oscar 2022

“E’ stata la mano di Dio”, ambientato nella Napoli degli anni ’80, epoca del mito di Maradona, è finalista agli Oscar 2022 come miglior...

Al Museo Civico di Zoologia riapre la mostra “La Via delle Api”

Dal 4 febbraio fino al 29 maggio torna il percorso espositivo dedicato al mondo delle api e al ruolo che esse svolgono per la...