14 C
Rome
domenica, 09 Maggio 2021

Matera: arte e cultura si fondono nella “Città dei Sassi”, un patrimonio dell’Umanità

Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, è al centro di un incredibile paesaggio rupestre 

Matera è la città dei sassi e il suo nucleo urbano originario si è sviluppato a partire dalle grotte naturali scavate nella roccia. Le strutture più complesse sono situate all’interno di due grandi anfiteatri naturali, il Sasso Caveoso e il Sasso Barisano. Oggi Matera è sede di eventi espositivi di grande prestigio nazionale e internazionale.

LA STORIA DI MATERA

Matera è una città dalla storia affascinante e complessa: città di confine, di contrasti, di competizione e fusione tra paesaggi, civiltà e culture diverse. Infatti Matera testimonia il passaggio dalla civiltà rupestre a quelle di matrice bizantina ed orientale, fino all’avvento dei Normanni. La città rupestre ha vissuto il passaggio dal Romanico, al Rinascimento, al Barocco. Gli ultimi otto secoli di costruzione e rifinitura della città hanno inoltre tentato di modificare il preesistente habitat rupestre, determinando architetture e sistemazioni urbane di particolare qualità ed originalità.

La riqualificazione 

Oggi, nuovamente nel segno della cultura urbanistica europea, gli aspetti della sfida della riqualificazione, del recupero sostenibile, della riconquista dell’identità perduta sono le attività che hanno riportato alla ribalta questa città unica diventata a ragione patrimonio mondiale dell’umanità. Matera è infatti una città tra le più antiche del mondo, il cui territorio custodisce testimonianze di insediamenti umani dal Paleolitico fino ai nostri giorni. I suoi visitatori avranno oggi la possibilità non solo di scoprire le tracce di quella competizione che a lungo ha caratterizzato la città, ma anche di assaporarne il passaggio nel tempo.

I SASSI DI MATERA

L’architettura irripetibile dei Sassi di Matera racconta la capacità dell’uomo di adattarsi perfettamente all’ambiente e al contesto naturale. Essi infatti offrono al visitatore un grande paesaggio culturale, motivo per il quale l’UNESCO li ha inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale, come Amalfi e altre città italiane. Dal punto di vista architettonico, inoltre, presentano una serie incredibile di elementi che si sono stratificati nel tempo. Si passa ad esempio dai complessi e le chiese rupestri alle aree di sepoltura, che si alternano continuamente. I fabbricati risalgono inoltre a tutte le ere: Medioevo, Rinascimento, Barocco, fino all’epoca moderna. Il visitatore troverà in continuità grotte, ipogei, palazzotti, chiese, vicinati, scalinate, ballatoi, giardini e orti, tutti incastonati l’uno nell’altro a formare un luogo unico e magico.

LE CHIESE RUPESTRI

Particolarmente interessanti sono le Chiese Rupestri che si possono visitare nei Sassi di Matera. Questi luoghi testimoniano infatti il passaggio evolutivo dell’uomo dalle fasi preistoriche al Cristianesimo. Le Chiese Rupestri si trovano in luoghi di particolare importanza e con ogni probabilità erano già luoghi di culto nelle civiltà rupestri che hanno preceduto quella cristiana. Quelle di maggiore interesse e visitabili sono:

  • Santa Maria de Idris – San Giovanni in Monterrone
  • Santa Lucia alle Malve 
  • San Pietro Barisano

IL CENTRO STORICO DI MATERA

Il centro storico di Matera è situato su un pianoro che delimita in alto i Sassi di Matera, con diversi livelli di sovrapposizione di strati urbani. Infatti nella centrale Piazza Vittorio Veneto si trovano alcune aperture che mostrano il livello originario dei luoghi, oggi chiamati ipogei, situati al di sotto della stessa piazza. Gli ipogei si articolano in continuità, formando una vera e propria città sommersa connessa con i Sassi. Qui si trovano delle strutture rupestri eccezionali come la grande cisterna denominata Palombaro Lungo con pareti alte 15 metri e fino a poco tempo fa navigabile.

I monumenti di Matera

Le diverse piazze del centro storico sono collegate lungo un asse settecentesco della città, dal momento che la fisionomia di Matera prese corpo a partire dalla fine del 1600. Nel centro di Matera si susseguono infatti importanti palazzi e chiese che hanno avuto un particolare rilievo nel corso della storia cittadina:

  • Palazzo dell’Annunziata, ex convento attuale sede della Biblioteca Provinciale, situato in piazza Vittorio Veneto.
  • Chiesa di San Domenico del XIII secolo, situata  difronte il grande palazzo della Prefettura.
  • Ex convento di S. Lucia, posto vicino alla fontana che divide l’omonima chiesa settecentesca a destra e la fontana Ferdinandea a sinistra.
  • Piazza San Francesco d’Assisi, dove si trova l’imponente omonima chiesa seicentesca.
  • Piazza del Sedile, sede del Conservatorio, precedentemente Palazzo di Città e sede del Comune di Matera.

Dello stesso autore

Ninfa: sui ruderi della città perduta c’è un giardino celestiale

A breve distanza da Roma c’è il Giardino di Ninfa. Un luogo speciale dove, sugli antichi ruderi di una città perduta, crescono piante rare...

Matera: arte e cultura si fondono nella “Città dei Sassi”, un patrimonio dell’Umanità

Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, è al centro di un incredibile paesaggio rupestre  Matera è la città dei sassi e il suo nucleo urbano...

Villa Lante: il gioiello di Bagnaia, a pochi km da Viterbo

Villa Lante a Bagnaia, frazione di Viterbo, è uno dei più famosi giardini italiani manieristici del XVI secolo Villa Lante è, assieme a Bomarzo, uno dei...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,925FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Una visita a Poggio Catino borgo nel cuore verde della Sabina

A pochi chilometri da Rieti sorge Poggio Catino, un borgo incantato immerso nel verde della Sabina Due nuclei urbani differenti formano il caratteristico borgo di...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

Ciclovia Appennino Bike Tour: al lavoro per il percorso ciclabile più lungo d’Italia

Un itinerario di 2600 chilometri dalla Liguria alla Sicilia sulla Ciclovia Appennino Bike Tour L’itinerario della Ciclovia Appennino Bike Tour dovrebbe essere completato per il...

Ninfa: sui ruderi della città perduta c’è un giardino celestiale

A breve distanza da Roma c’è il Giardino di Ninfa. Un luogo speciale dove, sugli antichi ruderi di una città perduta, crescono piante rare...

Siete sicuri di sapere tutto sull’alga wakame?

L’alga wakame è un alimento molto nutriente e utilizzato tantissimo nella cucina orientale Ormai con la presenza sempre più diffusa dei ristoranti che propongono piatti...