11.9 C
Rome
martedì, 21 Settembre 2021

Africa, in un secolo crollato il numero dei leoni: sono diminuiti del 90%

La popolazione di leoni in Africa è passata da 200mila esemplari a 20mila in 100 anni. Tra le cause del declino: la perdita degli habitat, il bracconaggio ed i conflitti con gli uomini

I leoni in Africa sono già spariti nella metà dei paesi. Ma il loro declino è preoccupante. Nel corso dell’ultimo secolo infatti gli esemplari presenti nel continente nero sono passati da 200mila ad appena 20mila individui. Un trend che bisogna invertire, agendo sulle cause che hanno finito per decimarne la specie.

LE MINACCE PER I LEONI IN AFRICA

Sono diverse le ragioni che hanno prodotto il declino dei leoni. Tra queste:

  • La perdita dell’habitat
  • Il bracconaggio
  • Il commercio illegale
  • I conflitti con gli uomini
  • Il cambiamento climatico

I LEONI E L’UOMO

La crescita demografica dell’uomo rappresenta una minaccia per i leoni. Le popolazioni africane tendono infatti ad invadere, con i propri allevamenti, i territori di caccia dei grandi felini. Il bestiame diventa così una preda potenziale dei leoni in Africa. E questo finisce per acuire i conflitti con l’uomo che, inevitabilmente, finisce per considerare i felini come dei nemici.

LEGGI ANCHE >> IL FELINO PIU’ RARO AL MONDO: IL LEOPARDO DELL’AMUR <<

LA COMPETIZIONE PER LE FONTI D’ACQUA

Anche il cambiamento climatico gioca un ruolo importante. L’innalzamento delle temperature porta infatti gli uomini a diventare un competitor per l’approvvigionamento idrico. Con il risultato che, anche questo fenomeno, finisce per ridurre gli habitat dei leoni in Africa.

LA CACCIA

La cattura degli esemplari per la vendita illegale ed il bracconaggio, finalizzato alla vendita di ossa, pelli, denti ed in generale dei trofei, rappresentano altri due fattori che stanno contribuendo al declino della specie.

LA CAMPAGNA DEL WWF

Per salvare i leoni in Africa, il WWF ha lanciato una campagna di donazioni denominata “SOS LEONE”. Mira a rilanciare il numero di felini presenti nel continente africano, puntando a raddoppiare il numero degli esemplari che vivono in natura. Anche perché, oggi, solo il 56% dell’areale della specie è concentrato nelle aree protette. Il resto dell’habitat, per le ragioni descritte, sta diventando troppo frammentario, mettendo sempre più a rischio la specie.

 

 

Dello stesso autore

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...

Lupi, i primi ululati ripresi dalla videotrappola nel bosco

La telecamera riprende un esemplare di un mese che risponde agli ululati degli altri cuccioli. Non è il primo cucciolo che viene ripreso dalle videotrappole....

Africa, in un secolo crollato il numero dei leoni: sono diminuiti del 90%

La popolazione di leoni in Africa è passata da 200mila esemplari a 20mila in 100 anni. Tra le cause del declino: la perdita degli...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

World Press Photo: la 64° edizione in mostra al Mattatoio di Testaccio

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi  Torna a Roma, fino al 22 agosto,...

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...