15.8 C
Rome
giovedì, 18 Agosto 2022

Piante in balcone: ecco come proteggerle dal freddo

Anche spostare una pianta di pochi centimetri può fare la differenza quando fa molto freddo

Scopriamo insieme quali sono i metodi più efficaci per salvaguardare le piante sui nostri balconi e terrazzi durante i lunghi e freddi mesi invernali.

ARRIVA L’INVERNO, FACCIAMOCI TROVARE PREPARATI

Con l’arrivo della stagione fredda ci sono alcune operazioni che è bene compiere per salvaguardare le piante sui nostri balconi. Se infatti il clima della vostra regione è particolarmente rigido vi consigliamo procuravi tutti i materiali utili a coprire le chiome e i vasi, così da proteggere le parti più importanti delle vostre piante. Ma oltre a questi accorgimenti quando parliamo di piante su balconi e terrazzi ci sono degli altri elementi da tenere sotto controllo.

SCEGLIERE LA GIUSTA POSIZIONE

Vi sembrerà strano, ma anche spostare un vaso di pochi centimetri può fare la differenza per una pianta. Naturalmente se la vostra casa ve lo permette con l’arrivo del freddo sarebbe meglio portare al coperto le vostre piante. Ma se questo non è possibile ci sono comunque alcune accortezze da tenere. In primo luogo allontanate le piante dalle ringhiere di metallo, queste possono facilmente trasmettere alle piante il freddo accumulato. Tenete i vasi per quanto possibile sollevati da terra, magari grazie ad uno spessore di legno e cercate di tenere le piante il più possibile al riparo dal vento. Cercate inoltre di posizionare i vostri vasi a ridosso della parete della casa, meglio ancora se esposta al sole, così da proteggerle ulteriormente.

PROTEGGERE LE PIANTE SUL TERRAZZO

Naturalmente nelle giornate più fredde o in corrispondenza dell’arrivo di una gelata è sempre meglio coprire le piante con del ‘tessuto non tessuto’ oppure portarle all’interno. Sarà utile anche coprire con della iuta il vaso, in modo da proteggere il suolo e le radici della pianta, evitando che queste possano soffrire delle improvvise gelate.

leggi anche – ARRIVA L’INVERNO: COPRIAMO I VASI

E SE C’È TROPPO VENTO?

Se abitate in una posizione particolarmente esposta al vento, questo durante la stagione più fredda può risultare un problema. In questo caso potete proteggere le piante con delle arelle, dei graticci formati da sottili canne di bambù che potranno ripararle dalle correnti d’aria più forti. Naturalmente fate particolare attenzione a bloccare bene le arelle alla pianta e ad evitare che queste possano diventare una vera e propria vela, facendo ribaltare i vostri vasi.

INNAFFIARE IN INVERNO

Ultima accortezza da tenere è quella di conoscere in maniera approfondita le piante che avete sui vostri terrazzi. In questo modo saprete come comportarvi nell’innaffiatura durante il periodo invernale, anche facendo attenzione alle temperature previste durante la notta. È importante infatti che sul terreno non si formino ristagni d’acqua che potrebbero ghiacciarsi e rovinare l’apparato radicale della pianta.

Dello stesso autore

Mai sentito parlare del cane procione?

Non preoccupatevi, anche i più esperti animalisti spesso non distinguono il cane procione da altre specie simili Il cane procione sta pian piano arrivando anche...

Chi ci salverà dal gambero rosso della Louisiana?

Cosa sappiamo del gambero rosso della Louisiana, la specie killer che si riproduce a vista d’occhio La specie del gambero rosso della Louisiana è ormai...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,967FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Serra moresca: riapre al pubblico il complesso situato all’interno di Villa Torlonia

Inserito nel circuito dei Musei di Villa Torlonia, il complesso della Serra Moresca è stato ristrutturato e riaperto al pubblico  Oltrepassato il cancello che affaccia su via...

CODA: Il film trionfa nella notte degli Oscar vincendo ben tre statuette

Il film che ha emozionato l'America è la versione in lingua inglese de "La famiglia Bélier" Era candidato a tre premi Oscar e li ha portati a...

Lince iberica, in ripresa ma resta il felino più raro d’Europa

La lince iberica è il felino più minacciato del vecchio continente. Grazie agli sforzi messi in campo dal WWF e dall’Unione Europea oggi ci...

E’ stata la mano di Dio: l’ultimo film di Sorrentino finalista agli Oscar 2022

“E’ stata la mano di Dio”, ambientato nella Napoli degli anni ’80, epoca del mito di Maradona, è finalista agli Oscar 2022 come miglior...

Al Museo Civico di Zoologia riapre la mostra “La Via delle Api”

Dal 4 febbraio fino al 29 maggio torna il percorso espositivo dedicato al mondo delle api e al ruolo che esse svolgono per la...