14.3 C
Rome
giovedì, 15 Aprile 2021

Piante in balcone: ecco come proteggerle dal freddo

Anche spostare una pianta di pochi centimetri può fare la differenza quando fa molto freddo

Scopriamo insieme quali sono i metodi più efficaci per salvaguardare le piante sui nostri balconi e terrazzi durante i lunghi e freddi mesi invernali.

ARRIVA L’INVERNO, FACCIAMOCI TROVARE PREPARATI

Con l’arrivo della stagione fredda ci sono alcune operazioni che è bene compiere per salvaguardare le piante sui nostri balconi. Se infatti il clima della vostra regione è particolarmente rigido vi consigliamo procuravi tutti i materiali utili a coprire le chiome e i vasi, così da proteggere le parti più importanti delle vostre piante. Ma oltre a questi accorgimenti quando parliamo di piante su balconi e terrazzi ci sono degli altri elementi da tenere sotto controllo.

SCEGLIERE LA GIUSTA POSIZIONE

Vi sembrerà strano, ma anche spostare un vaso di pochi centimetri può fare la differenza per una pianta. Naturalmente se la vostra casa ve lo permette con l’arrivo del freddo sarebbe meglio portare al coperto le vostre piante. Ma se questo non è possibile ci sono comunque alcune accortezze da tenere. In primo luogo allontanate le piante dalle ringhiere di metallo, queste possono facilmente trasmettere alle piante il freddo accumulato. Tenete i vasi per quanto possibile sollevati da terra, magari grazie ad uno spessore di legno e cercate di tenere le piante il più possibile al riparo dal vento. Cercate inoltre di posizionare i vostri vasi a ridosso della parete della casa, meglio ancora se esposta al sole, così da proteggerle ulteriormente.

PROTEGGERE LE PIANTE SUL TERRAZZO

Naturalmente nelle giornate più fredde o in corrispondenza dell’arrivo di una gelata è sempre meglio coprire le piante con del ‘tessuto non tessuto’ oppure portarle all’interno. Sarà utile anche coprire con della iuta il vaso, in modo da proteggere il suolo e le radici della pianta, evitando che queste possano soffrire delle improvvise gelate.

leggi anche – ARRIVA L’INVERNO: COPRIAMO I VASI

E SE C’È TROPPO VENTO?

Se abitate in una posizione particolarmente esposta al vento, questo durante la stagione più fredda può risultare un problema. In questo caso potete proteggere le piante con delle arelle, dei graticci formati da sottili canne di bambù che potranno ripararle dalle correnti d’aria più forti. Naturalmente fate particolare attenzione a bloccare bene le arelle alla pianta e ad evitare che queste possano diventare una vera e propria vela, facendo ribaltare i vostri vasi.

INNAFFIARE IN INVERNO

Ultima accortezza da tenere è quella di conoscere in maniera approfondita le piante che avete sui vostri terrazzi. In questo modo saprete come comportarvi nell’innaffiatura durante il periodo invernale, anche facendo attenzione alle temperature previste durante la notta. È importante infatti che sul terreno non si formino ristagni d’acqua che potrebbero ghiacciarsi e rovinare l’apparato radicale della pianta.

Dello stesso autore

Arriva la Lista Rossa degli uccelli a rischio estinzione

Le specie di uccelli a rischio estinzione nel nostro Paese sono 67 su 278 prese in esame È stata pubblicata la quarta edizione della Lista...

La leggenda del Ponte del Diavolo sul fiume Serchio

La strana forma del Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano ha da sempre alimentato storie e leggende Che ci sia lo zampino del maligno...

Anagni, la Città dei Papi gioiello della Ciociaria

Anagni in provincia di Frosinone è nota come la Città dei Papi, dato che ha dato i natali a ben quattro pontefici. Ma la Città...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,796FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Farfa: nel cuore della sabina c’è un’antica abbazia benedettina

L'Abbazia benedettina di Farfa si trova a 40 km da Roma, in Sabina, lungo la valle del fiume omonimo alle pendici del monte San Martino Le...

Arriva la Lista Rossa degli uccelli a rischio estinzione

Le specie di uccelli a rischio estinzione nel nostro Paese sono 67 su 278 prese in esame È stata pubblicata la quarta edizione della Lista...

La leggenda del Ponte del Diavolo sul fiume Serchio

La strana forma del Ponte del Diavolo di Borgo a Mozzano ha da sempre alimentato storie e leggende Che ci sia lo zampino del maligno...

Val di Susa, contro il rischio incendi reclutate anche 250 pecore

Per la salvaguardia delle praterie della Val di Susa l’Ente Parchi delle Alpi Cozie punta da anni su un gregge di 250 ovini Per il...

Anagni, la Città dei Papi gioiello della Ciociaria

Anagni in provincia di Frosinone è nota come la Città dei Papi, dato che ha dato i natali a ben quattro pontefici. Ma la Città...