14 C
Rome
domenica, 09 Maggio 2021

Il Castello di Bracciano, tra storia, rievocazioni e forti emozioni

A pochi chilometri da Roma l’appuntamento è con la storia e l’avventura all’interno del Castello di Bracciano

Il Castello di Bracciano è una tra le strutture difensive più belle e riconoscibili del Lazio. Da sempre un luogo ricco di storia considerato tra le più significative dimore rinascimentali d’Europa.

LA DIMORA DEGLI ODESCALCHI

Basta spostarsi di pochi chilometri dalla Capitale per trovarsi immersi in un’atmosfera magica, fatta di torri, bastioni e panorami mozzafiato. Un vero e proprio palcoscenico sulla storia e bellezze dell’area di Bracciano, del suo borgo del Castello della famiglia Odescalchi che domina il paesaggio. Fin dal 1952 la struttura è aperta al pubblico per volere del principe Livio IV Odescalchi. Oggi è la principessa Maria Pace, grazie alla “Fondazione Livio IV Odescalchi”, a gestire il Castello di Bracciano e il patrimonio storico e artistico che contiene. Oltre ad accogliere ogni anno oltre 60mila visitatori.

il-castello-di-bracciano-torri-la-lente-web

LE ORIGINI DEL CASTELLO DI BRACCIANO

La costruzione di questo castello inizia nel 1470 su commissione di Napoleone Orsini e viene ultimata solo nel 1485 sotto l’occhio attento di suo figlio Gentile Virginio. La struttura del Castello di Bracciano è stata più volte rimaneggiata nel corso dei secoli. Infatti questo luogo è stato più volte teatro delle contese tra le maggiori famiglie nobiliari di Roma, come i Borgia oppure i Colonna. Nel 1496 avviene la confisca del Castello da parte di Papa Alessandro VI Borgia, e solo al termine del pontificato di questa famiglia, la residenza potrà tornare agli Orsini. Qui nel XVI secolo si svolgerà persino il sontuoso matrimonio tra Paolo Giordano Orsini ed Isabella de’ Medici.

IL CASTELLO SI LEGA AGLI ODESCALCHI

Si deve attendere fino al 1679 perché il Castello di Bracciano passi nelle mani degli Odescalchi, antica famiglia comasca cresciuta d’importanza grazie al pontificato di Innocenzo XI. Alla famiglia non mancano i riconoscimenti, basta pensare che Livio, il nipote del Papa, è nominato Principe del Sacro Romano Impero dall’Imperatore Leopoldo I d’Asburgo, per ringraziarlo dei servigi resi nella guerra contro i Turchi. Con l’occupazione francese gli Odescalchi perdono ancora una volta il Castello, che passa ai Torlonia. Si dovrà attendere il 1848, quando il Principe Livio III Odescalchi riuscirà a riscattarlo definitivamente dal Duca Marino Torlonia.

LA VISITA AL CASTELLO DI BRACCIANO

Visitare questo castello è sicuramente un’esperienza unica e affascinante, una passeggiata nel rinascimento, al pari di altre grandi dimore storiche italiane, come il castello di Chignolo Po, soprannominato la Versailles della Lombardia. Sono più di venti le sale visitabili che contengono preziosissime collezioni, armi, mobili d’epoca e di oggetti d’arte, come i busti dei dodici Cesari. Durante la visita è possibile riscoprire tutti gli aspetti della vita di corte, dagli appartamenti sontuosi dei signori del castello, fino alle cucine dove si svolgevano i lavori quotidiani indispensabili. Immancabile anche la visita alla pinacoteca del castello con i suoi molti dipinti rinascimentali e alla collezione di armi, annoverata tra le più prestigiose raccolte in Italia per il periodo che va dal XIV al XVII secolo.

il-castello-di-bracciano-veduta-la-lente-web

I GIARDINI E LE CORTI ESTERNE

La scoperta del Castello di Bracciano non può che concludersi con le Corti esterne e la grande Corte d’Onere, le logge ei camminamenti di ronda, dai quali si gode un panorama unico sul lago e su tutta l’area circostante fino ai Monti della Tolfa, al Monte Soratte, al Terminillo e ai Monti Lucretili.

IL CASTELLO DI BRACCIANO SOTTO UN’ALTRA LUCE

Per i più piccoli o per i più avventurosi il Castello di Bracciano offre delle soluzioni di visita davvero interessanti.

A spasso con la principessa

La visita al Castello di Bracciano non è pensata solo per gli adulti. Infatti in periodi precisi del mese è possibile effettuare il giro del castello con una guida d’eccezione: niente di meno che la principessa del maniero. Una passeggiata in una vera e propria favola, con figuranti e rievocazioni della vita quotidiana del Castello.

I percorsi avventura

La visita del Castello di Bracciano può anche diventare una vera e propria avventura. Ci si può cimentare con la passeggiata in cordata lungo i camminamenti, la visita alla cisterna sotterranea o la fuga dalle segrete del castello.

Dello stesso autore

Una visita a Poggio Catino borgo nel cuore verde della Sabina

A pochi chilometri da Rieti sorge Poggio Catino, un borgo incantato immerso nel verde della Sabina Due nuclei urbani differenti formano il caratteristico borgo di...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

Ciclovia Appennino Bike Tour: al lavoro per il percorso ciclabile più lungo d’Italia

Un itinerario di 2600 chilometri dalla Liguria alla Sicilia sulla Ciclovia Appennino Bike Tour L’itinerario della Ciclovia Appennino Bike Tour dovrebbe essere completato per il...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,925FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Una visita a Poggio Catino borgo nel cuore verde della Sabina

A pochi chilometri da Rieti sorge Poggio Catino, un borgo incantato immerso nel verde della Sabina Due nuclei urbani differenti formano il caratteristico borgo di...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

Ciclovia Appennino Bike Tour: al lavoro per il percorso ciclabile più lungo d’Italia

Un itinerario di 2600 chilometri dalla Liguria alla Sicilia sulla Ciclovia Appennino Bike Tour L’itinerario della Ciclovia Appennino Bike Tour dovrebbe essere completato per il...

Ninfa: sui ruderi della città perduta c’è un giardino celestiale

A breve distanza da Roma c’è il Giardino di Ninfa. Un luogo speciale dove, sugli antichi ruderi di una città perduta, crescono piante rare...

Siete sicuri di sapere tutto sull’alga wakame?

L’alga wakame è un alimento molto nutriente e utilizzato tantissimo nella cucina orientale Ormai con la presenza sempre più diffusa dei ristoranti che propongono piatti...