-13.6 C
Rome
lunedì, 08 Marzo 2021

Focaccine allo zaatar, un piatto forte della cucina mediorientale

Vediamo insieme qual è il modo più semplice per preparare le maanayesh e lo zaatar

Per quanti di voi hanno avuto la fortuna di viaggiare in Libano o in generale nel Medioriente le focaccine allo zaatar sono sicuramente un ottimo ricordo. Questi piccoli pani speziati, chiamati anche maanayesh, sono un punto fermo, un classico, della profumatissima e saporita cucina libanese.

LO ZAATAR

Intanto vediamo che cos’è lo zaatar. Si tratta di una particolare miscela di spezie che viene utilizzata normalmente nella cucina mediorientale. Nella sua preparazione, quasi sempre fatta in casa, si trovano diverse erbe aromatiche come il sesamo, l’origano, il timo, la maggiorana il sommaco, l’issopo, il cumino e il finocchio. Prima di utilizzare lo zaatar deve essere diluito con un po’ d’olio d’oliva e lasciato riposare per circa un’ora. Per sapere come miscelare le spezie per ottenere un perfetto zaatar vi rimandiamo alla nostra guida su come prepararlo.

GLI INGREDIENTI

Per la preparazione delle maanayesh oltre al già citato zaatar, che potete preparare voi seguendo le nostre indicazioni oppure acquistare già pronto nei negozi specializzati nella cucina mediorientale, servono pochissimi altri ingredienti.
Avrete bisogno di:

• Acqua tiepida
• Olio extrvergine
• 1 cucchiaino di zucchero
• 3 tazzine di farina 00
• ½ bustina di lievito secco (o ½ panetto di lievito fresco)
• 1 tazzina d’acqua tiepida

COME PREPARARE LE FOCACCINE

Per preparare le focaccine allo zaatar la prima operazione da compiere è quella di sciogliere il lievito e lo zucchero in un bicchiere di acqua tiepida. Una volta sciolti versate il liquido in una ciotola più grande e aggiungete la farina. Mescolate il tutto molto velocemente, aggiungendo anche i due cucchiai di olio e impastando fino ad ottenere un impasto omogeneo e non appiccicoso. A questo punto formate una palla e lasciate lievitare 1 ora avvolta nella pellicola trasparente. Intanto procedere a diluire lo zaatar con l’olio d’oliva e lasciatelo a riposto per 1 ora. Una volta che l’impasto ha terminato la sua lievitazione dividetelo e formate delle focaccine basse (con queste quantità ne otterrete due). Spennellate lo zaatar sulla superficie delle focaccine e infornate a 180° per circa 20 minuti. Fate molto attenzione alla cottura, le focaccine allo zaatar non devono prendere colore, ma rimanere pallide.

Dello stesso autore

Il canarino: la pseudo-tisana digestiva delle nostre nonne

Il canarino è una bevanda digestiva a base di limone e alloro assolutamente da riscoprire Non ci sarà cenone o pranzo fuori che un canarino...

Malva: impariamo a conoscere questa pianta dalle incredibili caratteristiche depurative

Fin dall’antichità la Malva è conosciuta per le sue proprietà emollienti e drenanti, vediamo come usarla al meglio Non mancano le leggende metropolitane sulle capacità...

Le terre dei nativi americani tornano ai legittimi proprietari

Sono tante le tribù di nativi americani che stanno riacquistando le loro terre ancestrali Si tratta di vere e proprie operazioni immobiliari che puntano a...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,731FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Mausoleo di Augusto: tutto sul restauro e la riapertura dell’imponente sepolcro romano

Riaperto il primo marzo 2021 dopo 14 anni di chiusura e un lungo restauro, il Mausoleo di Augusto ha già stabilito un record: è...

Il canarino: la pseudo-tisana digestiva delle nostre nonne

Il canarino è una bevanda digestiva a base di limone e alloro assolutamente da riscoprire Non ci sarà cenone o pranzo fuori che un canarino...

Mufloni dell’isola gel Giglio destinati all’abbattimento: protestano le associazioni ambientaliste

Gli ultimi 40 mufloni dell'isola del Giglio per l'ente parco devono essere eradicati. Protestano LAV e ENPA che chiedono soluzioni alternative. Sono considerati “specie aliene”....

Vitorchiano, il borgo medievale con il Moai dell’Isola di Pasqua

Nel paesaggio incantato della Tuscia, tra noccioleti e ulivi, c'è un borgo medievale che ha conservato intatto l'antico fascino.  A Nord dei Monti Cimini, a...

Malva: impariamo a conoscere questa pianta dalle incredibili caratteristiche depurative

Fin dall’antichità la Malva è conosciuta per le sue proprietà emollienti e drenanti, vediamo come usarla al meglio Non mancano le leggende metropolitane sulle capacità...