14 C
Rome
domenica, 09 Maggio 2021

Fara in Sabina: il borgo Longobardo a due passi dall’Abbazia di Farfa

Il borgo di Fara in Sabina sorge in un territorio ricchissimo di testimonianze storie e bellezze naturalistiche

Fara in Sabina è sicuramente tra i borghi più visitati della provincia di Rieti. Non mancano i palazzi storici e le chiese, mentre dal suo belvedere si gode di uno dei panorami più belli della campagna laziale.

FARA IN SABINA: UN BORGO IMMERSO NELLA NATURA

Basta percorrere una delle strade che portano a Fara in Sabina in provincia di Rieti, per capire quanto il territorio che circonda questo borgo sia ricco e degno di essere preservato. Tra boschi, colline punteggiate di uliveti e luoghi da sogno, questo borgo spicca come un’oasi ferma al passato. Fara in Sabina domina il panorama dalla collina di 482 metri sulla quale sorge e merita sicuramente una visita, magari in accoppiata con la magnifica Abbazia di Farfa.

fara-in-sabina-orsini-wiki-la-lente-web
https://it.wikipedia.org/

LA STORIA DI FARA IN SABINA

La storia di Fara in Sabina e della regione che circonda questo borgo parte da molto lontano.

  • Testimonianze della presenza dell’uomo in queste zone risalgono già all’epoca preistorica, con il ritrovamento di reperti del Paleolitico e dell’età del bronzo. Sul vicino Monte San Martino infatti sorgeva un vasto insediamento protostorico, con terrazzamenti e cinte murarie con pietre a secco.
  • Nella vicina località di Santa Maria in Arci, tra il IX secolo a.C. e il VI secolo a.C., sorse un insediamento sabino, conosciuto come Cures, che venne popolato fino in età romana. Già in questo periodo infatti non mancavano le ville e una fitta rete di insediamenti agricoli.
  • L’attuale borgo di Fara in Sabina è probabilmente di origine Longobarda e sarebbe stato fondato alla fine del VI secolo. Il nome Fara infatti si ritrova nella lingua longobarda e significa d “clan familiare”.
  • Per quanto riguarda la costruzione del castello si deve attendere il 1006, quando l’area è prima sotto l’influenza dell’Abbazia di Farfa e poi diviene feudo degli Orsini. Successivamente sulla regione domineranno i Barberini che nel 1678 fonderanno anche il monastero delle Clarisse Eremite, ancora presente all’interno del castello.

I LUOGHI DA NON PERDERE A FARA IN SABINA

Non mancano i luoghi da visitare nel borgo di Fara in Sabina, anche se molti turisti sono più attratti dalla vicina Abbazia di Farfa. Sicuramente il Museo Archeologico del Palazzo Baronale vale una visita, così come alcune chiese tra le quali la Collegiata di Sant’Antonio del XVI secolo e la Chiesa di San Giacomo del 1619. Tra i palazzi storici, oltre al convento di clausura delle Clarisse Eremite, si ricorda il Palazzo Orsini del XV secolo, il Palazzo Farnese del 1585 e il Palazzo Foschi del XV secolo.

fara-in-sabina-convento-wiki-la-lente-web
https://it.wikipedia.org/

UN PANORAMA UNICO

Tra le attrazioni di questo borgo c’è sicuramente il suo belvedere e il panorama sulla campagna laziale che da esso si gode. In giornate particolarmente chiare si distingue benissimo il monte Soratte e la Valle del Tevere.

Dello stesso autore

Una visita a Poggio Catino borgo nel cuore verde della Sabina

A pochi chilometri da Rieti sorge Poggio Catino, un borgo incantato immerso nel verde della Sabina Due nuclei urbani differenti formano il caratteristico borgo di...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

Ciclovia Appennino Bike Tour: al lavoro per il percorso ciclabile più lungo d’Italia

Un itinerario di 2600 chilometri dalla Liguria alla Sicilia sulla Ciclovia Appennino Bike Tour L’itinerario della Ciclovia Appennino Bike Tour dovrebbe essere completato per il...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,925FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Una visita a Poggio Catino borgo nel cuore verde della Sabina

A pochi chilometri da Rieti sorge Poggio Catino, un borgo incantato immerso nel verde della Sabina Due nuclei urbani differenti formano il caratteristico borgo di...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

Ciclovia Appennino Bike Tour: al lavoro per il percorso ciclabile più lungo d’Italia

Un itinerario di 2600 chilometri dalla Liguria alla Sicilia sulla Ciclovia Appennino Bike Tour L’itinerario della Ciclovia Appennino Bike Tour dovrebbe essere completato per il...

Ninfa: sui ruderi della città perduta c’è un giardino celestiale

A breve distanza da Roma c’è il Giardino di Ninfa. Un luogo speciale dove, sugli antichi ruderi di una città perduta, crescono piante rare...

Siete sicuri di sapere tutto sull’alga wakame?

L’alga wakame è un alimento molto nutriente e utilizzato tantissimo nella cucina orientale Ormai con la presenza sempre più diffusa dei ristoranti che propongono piatti...