-13.6 C
Rome
lunedì, 08 Marzo 2021

Come coltivare la verbena in casa

Si pianta a febbraio e fiorisce in estate, scopriamo i segreti della coltivazione della verbena

Qualche consiglio per coltivare, anche nelle nostre case, questa antica pianta officinale dagli splendidi fiori lilla.

COLTIVARE LA VERBENA

La Verbena può facilmente essere coltivata in vaso o in giardino, senza bisogno di particolari cure, se non durante la stagione estiva per assicurarsi una fioritura abbondante. Nella famiglia delle verbenacee esistono più di 250 specie di piante, molte originarie del continente Americano, anche se in Europa è molto diffusa la variante Verbena officinalis, famosa per la sua spettacolare fioritura per le sue proprietà officinali conosciute fin dall’antichità.

PREPARARE IL TERRENO

La semina avviene preferibilmente nei mesi di febbraio-marzo, così da assicurarsi i primi fiori già in estate. Il terriccio più adatto deve essere umido e mischiato a della sabbia. Vi consigliamo di posizionare il terriccio e i semi in un semenzaio oppure in un contenitore in ambiente ombreggiato, con una temperatura che resti sempre tra i 18 e i 24°. Alla comparta dei primi germogli questi potranno essere rinvasati. Il terreno anche in questo caso dovrà essere umido, ma evitando che si creino ristagni.

LUCE E TEMPERATURA

Dovrete posizionare il vostro vaso il più possibile al riparo dal vento, mantenendolo in pieno sole per metà giornata (preferibilmente al mattino). La verbena è una pianta che si adatta bene ai climi temperati, ma difficilmente sopporta il freddo rigido. La temperatura non dovrebbe mai scendere sotto i 7°. Fate particolarmente attenzione alla temperatura, infatti sono gli inverni rigidi il nemico principale di questa pianta altrimenti perenne. Quindi se avete deciso di coltivare la verbena in vaso vi consigliamo di mettere in conto la possibilità di riparlarla in casa durante l’inverno. Nel caso in cui l’abbiate seminata in giardino potete coprire la pianta con del tessuto non tessuto per proteggerla dalle basse temperature.

L’IRRIGAZIONE

Assicuratevi di mantenere il terriccio della vostra verbena sempre umido, senza che si formino ristagni di acqua. Questo è importante per evitare marcescenze alle radici. Ricordatevi di innaffiare abbondantemente (soprattutto in estate), alla sera e con acqua a temperatura ambiente. Aspettate sempre l’asciugatura del terreno tra un’innaffiatura e l’altra.

LA FIORITURA

La verbena fiorisce nei mesi più caldi, generalmente da giugno a settembre. Anche la potatura è importante per assicurarsi una fioritura sempre abbondante. Si effettua durante la stagione della fioritura potando le cimature della pianta una volta ogni 10-12 giorni. In questo modo vi assicurerete sempre nuovi germogli.

Dello stesso autore

Il canarino: la pseudo-tisana digestiva delle nostre nonne

Il canarino è una bevanda digestiva a base di limone e alloro assolutamente da riscoprire Non ci sarà cenone o pranzo fuori che un canarino...

Malva: impariamo a conoscere questa pianta dalle incredibili caratteristiche depurative

Fin dall’antichità la Malva è conosciuta per le sue proprietà emollienti e drenanti, vediamo come usarla al meglio Non mancano le leggende metropolitane sulle capacità...

Le terre dei nativi americani tornano ai legittimi proprietari

Sono tante le tribù di nativi americani che stanno riacquistando le loro terre ancestrali Si tratta di vere e proprie operazioni immobiliari che puntano a...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,731FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Mausoleo di Augusto: tutto sul restauro e la riapertura dell’imponente sepolcro romano

Riaperto il primo marzo 2021 dopo 14 anni di chiusura e un lungo restauro, il Mausoleo di Augusto ha già stabilito un record: è...

Il canarino: la pseudo-tisana digestiva delle nostre nonne

Il canarino è una bevanda digestiva a base di limone e alloro assolutamente da riscoprire Non ci sarà cenone o pranzo fuori che un canarino...

Mufloni dell’isola gel Giglio destinati all’abbattimento: protestano le associazioni ambientaliste

Gli ultimi 40 mufloni dell'isola del Giglio per l'ente parco devono essere eradicati. Protestano LAV e ENPA che chiedono soluzioni alternative. Sono considerati “specie aliene”....

Vitorchiano, il borgo medievale con il Moai dell’Isola di Pasqua

Nel paesaggio incantato della Tuscia, tra noccioleti e ulivi, c'è un borgo medievale che ha conservato intatto l'antico fascino.  A Nord dei Monti Cimini, a...

Malva: impariamo a conoscere questa pianta dalle incredibili caratteristiche depurative

Fin dall’antichità la Malva è conosciuta per le sue proprietà emollienti e drenanti, vediamo come usarla al meglio Non mancano le leggende metropolitane sulle capacità...