24.2 C
Rome
mercoledì, 28 Luglio 2021

“Il mercato che vorrei”: torna l’appuntamento mensile a Casale Falchetti

Il Casale Falchetti la seconda domenica del mese ospita “Il Mercato che vorrei”. Produttori a chilometro zero, artigiani, laboratori, ciclofficina. BiOsteria aperta per pranzo.

“Per un’agricoltura senza sfruttamento della terra, delle risorse e delle persone”. Il messaggio è chiaro. A Casale Falchetti, nel cuore della vecchia Centocelle, c’è la possibilità di trovare un mercato ideale. Anzi, “Il mercato che vorrei”.

Torna l’appuntamento settimanale con gli stand dei produttori del territorio. In via della Primavera è infatti possibile trovare cibo naturale e a km 0, frutta ed ortaggi di stagione, olio e vino, formaggi, liquori artigianali, miele e confetture, saponi e cosmetici naturali, pane e dolci, ma che ospiti anche eco-artigiani e la loro arte del riutilizzo e del riciclo e uno spazio per il baratto a cura di Yard Market in Rome.

Una piazza di incontro tra gli abitanti del quartiere, per fare la spesa e per socializzare e dove circoli la sapienza contadina e la cultura del consumo critico. Come di consueto, in concomitanza con il mercato – che si svolge la terza domenica del mese – la BiOsteria resta aperta a pranzo. L’appuntamento col “Mercato che vorrei” è in via della Primavera 319/b.

 

Scopri la storia di Casale Falchetti

 

Programma dell’11 novembre

Dalle 10 alle 11 Carboidrati mon amour: incontro informale per confrontarsi su come questo alimento influisce sulla salute

Dalla mattina degustazione di vini e di castagne

Dalle ore 15 laboratorio di produzione vino naturale a cura di Simone Robertiello e Monica Magliano

Mercato Casale Falchetti

Dello stesso autore

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale Non è una pantera nera bensì potrebbe essere...

Giornata Mondiale del pinguino: un’altra vittima del riscaldamento terrestre

L’impatto del riscaldamento terrestre sul clima antartico rischia di causare la perdita d’importanti colonie Se non ci sarà un’inversione di tendenza anche i pinguini rischiano...

In Svezia il primo negozio climatico al mondo: il prezzo dei prodotti è deciso dal loro impatto ambientale

Un negozio climatico dove il costo dei prodotti non è stabilito dal mercato ma dalle emissioni di anidride carbonica. Più è stato il CO2...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

World Press Photo: la 64° edizione in mostra al Mattatoio di Testaccio

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi  Torna a Roma, fino al 22 agosto,...

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...