-3.7 C
Rome
mercoledì, 27 Gennaio 2021

Cos’è il cappotto termico e a cosa serve

Che sia interno, esterno, realizzato con materiali sintetici o naturali, il cappotto termico è uno tra gli interventi di efficientamento energetico più utili per le nostre case

In Italia la maggior parte dei condomini è stata costruita prima degli anni ’80 e in buona parte non hanno mai avuto manutenzioni straordinarie o ristrutturazioni. Si tratta di strutture che lasciano molto a desiderare sotto il profilo del risparmio energetico, per questo la scelta di un cappotto termico non è da sottovalutale.

A COSA SERVE IL CAPPOTTO TERMICO?

Per rispondere a questa domanda bisogna prima spiegare cos’è un cappotto termico. Si tratta di una serie di strati realizzati in materiali isolati che possono essere applicati internamente o esternamente alle pareti degli edifici. Grazie a questa procedura si ottiene un isolamento termico (in parte anche acustico) che permette di mantenere gli ambienti domestici caldi in inverno e più freschi in estate con un minore dispendio di energia, limitando anche l’inquinamento atmosferico. Inoltre se sei in cerca di una ristrutturazione utile a far salire il valore commerciale di un immobile, il cappotto termico è sicuramente una delle soluzioni che fanno per te.

INTERNO O ESTERNO?

Come già detto il cappotto termico può essere realizzato internamente o esternamente ad un edificio. Vediamo le caratteristiche di queste diverse soluzioni.

Cappotto termico interno

Per realizzare un cappotto termico interno si dovranno scegliere pannelli e materiali di minore spessore e maggiormente performanti, così da non ridurre eccessivamente lo spazio degli ambienti. Spesso questa tecnica è consigliata in edifici in zone urbane, o con particolari criticità architettoniche (vincoli o edifici storici), inoltre è altamente consigliata per la coibentazione dei tetti. Una caratteristica da considerare è il prezzo che, generalmente, è minore rispetto ad un intervento esterno. Di contro gli ambienti potrebbero essere rimpiccioliti di alcuni centimetri e, in alcune zone della casa, l’intervento potrebbe risultare difficile.

Cappotto termico esterno

Intervenire con la realizzazione di un cappotto esterno ha dei costi maggiori, ma anche la resa a livello di isolamento è migliore. Spesso viene utilizzato questo metodo per le villette o per le facciate dei condomini. In genere un cappotto esterno isola maggiormente, previene crepe e muffe sulle facciate e riduce i ‘ponti termici’: delle zone più fredde causate dalle discontinuità nella costruzione delle strutture. Oltre che per la maggiore superfice da coprire, il costo di questo intervento cresce anche in relazione all’altezza del palazzo. Infatti per condomini di diversi piani sarà necessaria l’installazione di impalcature, con un prezzo variabile a seconda delle specificità.

SINTETICO O NATURALE

La seconda scelta da fare quando si decide di realizzare un cappotto termico riguarda i materiali da impiegare. Questi possono essere sintetici o naturali e la scelta deve tenere conto dei costi e delle caratteristiche di ogni singolo materiale.

Materiali sintetici

In genere i materiali sintetici hanno un costo minore rispetto a quelli naturali, pur mantenendo delle caratteristiche isolati ottime. In particolare tra i materiali sintetici più utilizzati c’è il polistirene (espanso o estruso) e il PVC.

Materiali naturali e minerali

I materiali di origine naturale o minerale sono sicuramente una scelta di pregio, ma i costi possono crescere anche di molto. Si tratta di fibra di vetro, lana di roccia, legno o pannelli di sughero, che oltre ad isolare termicamente hanno anche una funzione di isolanti acustici. Oltre al costo della materia prima anche l’installazione di questi materiali è più lunga e costosa rispetto ai sintetici, per questo sono generalmente impiegati per i cappotti termici interni.

QUANTO COSTA?

Il costo di questo tipo di interventi è molto variabile. Intanto vanno considerati i costi delle materie prime, più alti per i materiali naturali rispetto ai sintetici, senza dimenticare la mano d’opera e le caratteristiche dell’intervento che possono facilmente far salire il costo finale del vostro cappotto termico.

POSSO FARE DA SOLO?

La risposta a questa domanda è generalmente affermativa. Nonostante questo ci teniamo a sottolineare che l’installazione di un cappotto termico non è un’operazione banale nella quale avventurarsi senza nozioni e capacità tecniche specifiche. Inoltre sono molti gli incentivi statali offerti per l’efficientamento energetico degli immobili, ai quali però si può accedere soltanto affidandosi a ditte regolari e specializzate.

Dello stesso autore

Rinoceronte di Giava: il grosso mammifero più a rischio d’estinzione

Un tempo era il rinoceronte più diffuso in Asia. Ora rimangono una settantina di esemplari, confinati in una sola riserva naturale La morte di Sudan,...

Scopriamo cos’è il Nordic Walking

Bastoncini alla mano e si cammina, ecco cos’è “il più efficiente e piacevole allenamento al mondo” Negli ultimi anni questa disciplina sportiva è diventata comune...

Focaccine allo zaatar, un piatto forte della cucina mediorientale

Vediamo insieme qual è il modo più semplice per preparare le maanayesh e lo zaatar Per quanti di voi hanno avuto la fortuna di viaggiare...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,684FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Rinoceronte di Giava: il grosso mammifero più a rischio d’estinzione

Un tempo era il rinoceronte più diffuso in Asia. Ora rimangono una settantina di esemplari, confinati in una sola riserva naturale La morte di Sudan,...

Scopriamo cos’è il Nordic Walking

Bastoncini alla mano e si cammina, ecco cos’è “il più efficiente e piacevole allenamento al mondo” Negli ultimi anni questa disciplina sportiva è diventata comune...

Focaccine allo zaatar, un piatto forte della cucina mediorientale

Vediamo insieme qual è il modo più semplice per preparare le maanayesh e lo zaatar Per quanti di voi hanno avuto la fortuna di viaggiare...

Le foglie di tè si possono riutilizzare?

Alcuni tè artigianali danno il loro meglio solo nella seconda infusione, mentre altri assumono aromi molto più delicati se utilizzati più volte. Scopriamo insieme...

Stop agli sprechi: 10 consigli per un bucato green

Come risparmiare e proteggere l’ambiente mentre facciamo il nostro bucato Bastano poche semplici accortezze per abbassare sensibilmente i costi legati al nostro bucato, diminuendo anche...