11.9 C
Rome
martedì, 21 Settembre 2021

Incendi Australia: 49 specie hanno perso l’80% dell’habitat

Il WWF ha lanciato il “Regenerate Australia”: un programma quinquennale per recuperare la fauna selvatica, il suo habitat e per promuovere un’economia sostenibile

Due anni di incendi hanno devastato l’Australia. Più di 15mila roghi hanno finito per impattare su un’area vastissima, che comprende foreste, boschi ma anche pascolo e praterie. Sono rimasti colpiti dalle fiamme 19 milioni di ettari e nell’aria è stato rilasciato l’equivalente di 900 milioni di tonnellate di Co2.

LA PERDITA DELL’HABITAT

I danni maggiori si sono verificati nell’Australia Orientale andando a gravare seriamente su tre siti che sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità: le foreste pluviali del Gondwana australiano, la Greater Blue Mountains Area e l’Old Great North Road. Per quarantanove specie animali, secondo uno studio del governo australiano, hanno perso più dell’80% del proprio habitat.

CONSEGUENZE INDIRETTE

Al di là della morte causata direttamente dal fuoco, gli incendi finiscono per incidere anche sulle specie che sono sopravvissute al fumo ed alle fiamme rischiano di non sopravvivere per la ridotta disponibilità di risorse alimentari e aree di rifugio. L’erosione dell’habitat porta anche ad una maggiore competizione anche tra le diverse specie, su cui rischiano di avere la meglio animali come i gatti domestici e le volpi rosse che sono state importate in Australia dall’uomo.

I MAMMIFERI COLPITI

Solo fra i mammiferi, nelle aree devastate dalle fiamme si stima che vivessero 40 milioni di opossum e petauri, più di 36 milioni di antechini, topi marsupiali e altri insettivori, 5,5 milioni di ratti canguro, bandicoot, quokka e potoroo, 5 milioni di canguri e wallabies, 114.000 echidna (il formichiere spinoso che depone le uova). Ed ancora 1.1 milioni di vombati e circa 60.000 koala. Il governo australiano ha stanziato 200 milioni di dollari per il recupero della fauna selvatica autoctona, ma per quanto significativa, la somma potrebbe non essere sufficiente. Per supportare l’azione di salvaguardia delle specie locali, il WWF ha così lanciato il “Regenerate Australia”.

IL REGENERATE AUSTRALIA

Si tratta di un programma quinquennale da 300 milioni di dollari, per supportare azioni di ripristino degli habitat, di recupero per la fauna selvatica, promuovere un’economia sostenibile – basata sulle rinnovabili e non sul carbone. “Il nostro obiettivo – ha dichiarato il WWF in una nota – non è solo quello di salvare dall’estinzione animali unici nel loro habitat, ridare una casa ai koala, ma spingere l’Australia a diventare una vera protagonista nella lotta ai cambiamenti climatici che alimentano gli incendi in tutto il pianeta, mettendo a rischio il futuro dell’umanità e delle altre specie”.

Dello stesso autore

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...

Lupi, i primi ululati ripresi dalla videotrappola nel bosco

La telecamera riprende un esemplare di un mese che risponde agli ululati degli altri cuccioli. Non è il primo cucciolo che viene ripreso dalle videotrappole....

Africa, in un secolo crollato il numero dei leoni: sono diminuiti del 90%

La popolazione di leoni in Africa è passata da 200mila esemplari a 20mila in 100 anni. Tra le cause del declino: la perdita degli...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

World Press Photo: la 64° edizione in mostra al Mattatoio di Testaccio

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi  Torna a Roma, fino al 22 agosto,...

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...