14 C
Rome
domenica, 09 Maggio 2021

Animali da proteggere: 5 specie in via di estinzione

Cinque specie in via di estinzione che rientrano nella lista rossa dell’IUCN: la più autorevole organizzazione che si occupa di conservazione della natura.

Sono più di 128mila le specie in via di estinzione. E’ quello il numero che compare nella lista rossa della IUCN (International Union for Conservation of Nature). Ed è una cifra che non può che fare impressione. Contempla infatti animali che sono minacciati per la distruzione del loro habitat, per il cambiamento climatico e per il bracconaggio. Sono, in definitiva, animali da proteggere.

LA LISTA ROSSA DELL’IUCN

Dal 1948 la ONG Svizzera, in base ai censimenti più recenti, stila il più fornito database sullo stato di conservazione di animali e piante in natura. Nata a Fontainebleau, in Francia (ma ha sede in Svizzera), l’organizzazione da 22 anni ha lo status di osservatore dell’Assemblea delle Nazioni Unite. E’ infatti considerata “la più autorevole istituzione scientifica internazionale che si occupa di conservazione della natura”. E l’elenco delle specie in via d’estinzione, che ogni anno aggiorna, è considerato estremamente attendibile.
Nella lista rossa della IUCN compare un felino che in natura è diventato estremamente raro.

IL LEOPARDO DELL’AMUR: IL GRANDE FELINO PIU’ RARO AL MONDO

Si stima ne sia presente un numero compreso tra i 30 ed i 50 esemplari. Si tratta del Leopardo dell’Amur. Un tempo diffuso in Corea Cina e Russia, oggi sopravvive in un areale molto frastagliato e, l’esiguità della sua popolazione, determina anche problemi genetici legati alla consanguineità. Nella famiglia dei leopardi è la sottospecie più rara.
Secondo l’IUCN esistono 9 sottospecie di leopardo:

• il leopardo africano (Panthera pardus pardus)
• il leopardo indocinese (Panthera pardus delacouri)
• il leopardo persiano (Panthera pardus saxicolor)
• il leopardo indiano (Panthera pardus fusca)
• il leopardo dello Sri Lanka (Panthera pardus kotiya)
• il leopardo di Giava (Panthera pardus melas)
• il leopardo della Cina del Nord (Panthera pardus japonensis)
• il leopardo d’Arabia (Panthera pardus nimr)
• il leopardo dell’Amur (Panthera pardus orientalis)

IL RINOCERONTE DI GIAVA: IL MAMMIFERO PIU’ GRANDE A RISCHIO ESTINZIONE

Tra le specie in via d’estinzione che si trovano nella lista rossa compare anche il Rinoceronte di Giava. Grazie alla campagna di studio condotta in Indonesia dal WWF e dall’ International Rhino Foundation, è stato possibile fissare il numero degli ultimi esemplari rimasti. Nel 2019 restavano solo 72 animali da proteggere, tutti concentrati nello stesso parco, la riserva di di Ujung Kulon. Contende la palma del rinoceronte più raro a quello di Sumatra, presente in numero più consistente ma in un territorio più frastagliato. Ecco le cinque sottospecie di rinoceronte ancora esistenti:

• Rinoceronte bianco (Ceratotherium simum)
• Rinoceronte nero (Diceros bicornis)
• Rinoceronte di Sumatra (Dicerorhinussumatrensis )
• Rinoceronte di Giava (Rhinoceros sondaicus )
• Rinoceronte indiano (Rhinoceros unicornis)

I DELFINI DI FIUME: LE SPECIE PIU’ MINACCIATE DALL’UOMO

Restando in Asia, ma volendo passare dalla terraferma al mondo marino, c’è una specie che desta molta apprensione: il delfino di fiume. In particolare della Platanista gangetica minor, una sottospecie che popola soprattutto l’Indo, ne restano solo un migliaio. Più precisamente, stando ad un censimento un po’ datato (2001) del WWF Pakistan, dovrebbero essere rimasti appena 1100 individui. Sono così pochi che la Zoological society od London lo ha inserito nell’elenco delle 100 specie di mammiferi a maggior rischio di estinzione.

IL PINGUINO CRESTATO MAGGIORE ED IL SALTAROCCE DI MOSELEY

Nella lista rossa dell IUCN, all’interno della fascia definita “in pericolo” compaiono anche i pinguini crestati. Questi pennuti sono caratterizzati dal ciuffo biondo che i maschi sfoggiano nella stagione riproduttiva. Il saltarocce di Moseley (vive nell’Oceano Atlantico meridionale e nell’Oceano Indiano) ed il crestato maggiore (diffuso a sud della Nuova Zelanda), versano nelle medesime condizioni. Sono, cioè, specie in via di estinzione.

IL GORILLA DI MONTAGNA RESTA A RISCHIO DI ESTINZIONE

Vive invece in Africa il Gorilla di Montagna (Gorilla beringei beringei). La specie è stata intensamente studiata da Diane Fossey (la zoologa statunitense assassinata nel 1986 sulla cui vita è stato realizzato anche il film con ‘Gorilla nella nebbia’ con Sigourney Weaver). Restano in libertà 680 individui, divisi in due popolazioni. Ma a differenza dei gorilla di pianura, le condizioni di quello che abita in quota, sono migliorate. La specie infatti dal 2018 è considerata a rischio, ma non più a rischio critico. Non bisogna tuttavia abbassare la guardia perché il numero di esemplari, è ancora notevolmente basso.

Dello stesso autore

Il 70% sono ibridi? E’ a rischio l’integrità genetica del lupo

I risultati dello studio condotto dalla Sapienza nel parco dell’Appennino tosco emiliano evidenziano la minaccia che incombe sui lupi Negli anni Settanta il principale rischio...

Allarme pesticidi: in Europa scomparsi il 70% degli insetti impollinatori

Il WWF segnala i danni provocati dal massiccio utilizzo dei pesticidi, ma anche dall’inquinamento, sugli insetti impollinatori Nati per garantire una migliore resa dei raccolti,...

Quanti sono i lupi in Italia? La risposta è affidata ad una task force

I lupi in Italia sono in costante aumento. Ma quanti sono esattamente? L'ISPRA ad ottobre ha avviato una raccolta dati in tutta la penisola Ad...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,925FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Una visita a Poggio Catino borgo nel cuore verde della Sabina

A pochi chilometri da Rieti sorge Poggio Catino, un borgo incantato immerso nel verde della Sabina Due nuclei urbani differenti formano il caratteristico borgo di...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

Ciclovia Appennino Bike Tour: al lavoro per il percorso ciclabile più lungo d’Italia

Un itinerario di 2600 chilometri dalla Liguria alla Sicilia sulla Ciclovia Appennino Bike Tour L’itinerario della Ciclovia Appennino Bike Tour dovrebbe essere completato per il...

Ninfa: sui ruderi della città perduta c’è un giardino celestiale

A breve distanza da Roma c’è il Giardino di Ninfa. Un luogo speciale dove, sugli antichi ruderi di una città perduta, crescono piante rare...

Siete sicuri di sapere tutto sull’alga wakame?

L’alga wakame è un alimento molto nutriente e utilizzato tantissimo nella cucina orientale Ormai con la presenza sempre più diffusa dei ristoranti che propongono piatti...