16.5 C
Rome
mercoledì, 23 Giugno 2021

Anche il WWF ricorda il Principe Filippo di Edimburgo

Il Principe Filippo è stato tra i fondatori del WWF e ne è stato presidente dal 1981 al 1996

Il Principe Filippo fu tra i padri del WWF stimolandone le attività anche nel ruolo di Presidente e Presidente emerito.

IL PRINCIPE FILIPPO E IL WWF

Probabilmente non tutti immaginano che con la morte del Principe Filippo di Edimburgo l’ambientalismo internazionale ha perso una figura di spicco. Infatti il consorte della Regina Elisabetta è stato tra i fondatori del WWF Internazionale, ricoprendo anche il ruolo di Presidente dell’Associazione ambientalista tra il 1981 e il 1996, mantenendo successivamente la carica di Presidente emerito. “Il Duca di Edimburgo – ha commentato Pavan Sukhdev, presidente del WWF International – è stato un instancabile campione per la causa ambientale e per decenni un appassionato ambasciatore per le questioni di conservazione in tutto il mondo. Sua Altezza Reale ha aiutato a tracciare il corso del WWF fin dal suo inizio, dando enormi contributi all’organizzazione”.

HRH Prince Philip the Duke of Edinburgh
Il Principe Filippo di Edimburgo nel 1995 in Finlandia
© M.Rautkari/WWF – https://www.wwf.it/

L’IMPEGNO AMBIENTALISTA DEL PRINCIPE FILIPPO

Per ben 50 anni il Principe Filippo ha collaborato a vario titolo con il WWF, visitando i progetti dell’Associazione in oltre cinquanta paesi e contribuendo a varie campagne di sensibilizzazione e di raccolta fondi. Nel 1970, il WWF ha persino intitolato a lui il suo più alto premio di conservazione, il Duke of Edinburgh Conservation Award, per riconoscere e incoraggiare risultati significativi nel campo ambientale globale. Il principe è stato anche il primo presidente del WWF-UK, dalla sua fondazione nel 1961 al 1982. Fu tra i fautori dell’incontro tra i movimenti ambientalisti e le grandi religioni monoteiste. Venne in Italia anche in occasione del grande incontro interreligioso organizzato dal WWF ad Assisi nel 1986.

IL RICORDO DI FULCO PRATESI

Fulco Pratesi, Presidente Onorario e tra i fondatori del WWF Italia ha ricordato così il Principe Filippo. “Credo di poter dire di aver avuto una sincera amicizia con Filippo d’Edimburgo. Col primo Presidente del WWF Internazionale ho avuto modo di avere spesso incontri e di ammirare la sua semplicità, il suo humour. Il nostro comune passato (era più anziano di me di 13 anni) di cacciatori pentiti e l’amore per la natura mi consentirono di frequentarlo spesso”.

principe-filippo-wwf-roma-la-lente-web
Il Duca di Edimburgo in visita a Roma negli uffici del WWF Italia nel 1995
© WWF Italia – https://www.wwf.it/

IL COLOSSEO E IL RINOCERONTE INDIANO

Pratesi ha poi condiviso alcuni ricordi del Principe Filippo e delle sue visite in Italia. “Ricordo negli anni ‘70 un’escursione al Parco Nazionale d’Abruzzo dove arrivò con un solo collaboratore e abitò con noi in un Motel Agip che preferì al Grand Hotel dove abitavano i turisti ricchi. Poi in una lunga salita in montagna dove, miracolosamente, riuscimmo a osservare due orsi marsicani al pascolo che il marito della Regina riprese con una minuscola macchina fotografica – e ancora – In una delle visite al WWF di Roma ci disse che se fosse stato distrutto il Colosseo, disponendo di disegni e rilievi, si sarebbe potuto in qualche modo ricostruirlo. Se si fosse estinto il rinoceronte indiano (allora in grave pericolo) nemmeno Dio avrebbe potuto rifarlo”.

Dello stesso autore

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Da New York al Canada in bici lungo l’Empire State Trail

Un’avventura lunga 1200 chilometri sul nuovissimo tracciato dell’Empire State Trail Da New York fino a Buffalo al cospetto delle Cascate del Niagara. L’Empire State Trail...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...

Da New York al Canada in bici lungo l’Empire State Trail

Un’avventura lunga 1200 chilometri sul nuovissimo tracciato dell’Empire State Trail Da New York fino a Buffalo al cospetto delle Cascate del Niagara. L’Empire State Trail...