-5.9 C
Rome
giovedì, 28 Gennaio 2021

WEEK-END: Visite ai monumenti della città eterna

Se non avete ancora deciso come trascorrere il fine settimana potreste immergervi nell’arte e visitare qualche monumento di Roma con una visita guidata

CASTEL SANT’ANGELO – Domenica 26 Gennaio dalle 10:30 alle 12:00 è proposta una visita guidata a Castel Sant’Angelo accompagnata da un’esclusiva e originale attività didattica per i bambini, che renderà unica questa esperienza storico-archeologica. La visita è particolarmente indicata per le famiglie che intendono trascorrere una domenica all’insegna della cultura: al pacchetto famiglia per l’attività va comunque aggiunto il costo dei biglietti d’ingresso per adulti e bambini, se previsto. Prenotazione inviando una email a simoscad@gmail.com specificando il titolo dell’attività che si vuole svolgere, il numero ed i nominativi dei partecipanti, età dei minorenni, un numero di cellulare e un cognome di riferimento della famiglia.

BASILICA DI SAN CLEMENTE – Visitare la Basilica di San Clemente, piccolo gioiello poco conosciuto a Roma, rappresenta un cammino storico unico a Roma e nel mondo. Questa chiesa è uno dei rari esempi che conserva nei sotterranei i livelli della basilica antica mirabilmente intatti: nello strato più antico, del II sec d.C, sono stati ritrovati segni evidenti dell’incendio di Nerone del 64 d.C. Nel secondo livello del complesso si trova la basilica paleocristiana del XII sec. con rari e inestimabili affreschi originali del IX-XII sec. La chiesa superiore si presenta come una particolare commistione tra arte medievale e arte settecentesca, con la bellissima Cappella di Santa Caterina e un ciclo di storie della santa affrescate da Masolino da Panicale e Masaccio. L’appuntamento, per chi fosse interessato alla visita guidata, è alle ore 15.00 in Via San Giovanni in Laterano, angolo Piazza di S. Clemente, il costo della visita guidata è di € 10.00 per gli adulti, € 5.00 per i bambini (5-13 anni), € 2.00 di noleggio auricolari (se il gruppo supera le 20 persone). Prenotazioni obbligatorie scrivendo alla mail info@romacaputour.it indicando Titolo della visita, nome, cognome, numero dei partecipanti, recapito telefonico, e-mail di riferimento.

GHETTO EBRAICO – La storia di Roma non si può comprendere pienamente senza conoscere le vicissitudini degli Ebrei nel rione che li ha identificati per tre secoli: il Ghetto. La presenza dei primi Ebrei a Roma risale al II sec. a.C. e la prima sinagoga, una tra le più antiche al mondo, venne edificata ad Ostia Antica. Ma è il “Ghetto”, con i suoi palazzi, le sue botteghe e il magnifico “Tempio Maggiore”, il vero custode della millenaria cultura ebraica fatta di riti e tradizioni. Una passeggiata per le vie del Ghetto, partendo dalle radici, per conoscere la storia, la cultura e le tradizioni, anche gastronomiche dei nostri “Fratelli Maggiori”. L’ appuntamento è alle ore 10.15 in Piazza Santa Cecilia. La quota di partecipazione all-inclusive (Visita guidata + radio auricolare se necessaria): intero € 8,00; convenzionati € 7,00; under 25: € 6,00; minori di 18 anni: gratis, se accompagnati; repliche gratuite, se accompagnati da un pagante, modalità di pagamento in loco. Prenotazione obbligatoria su: associazioneculturalecalipso@yahoo.com.

ARA COELI – Roma ad Hoc vi porta alla scoperta di un antico complesso abitativo popolare dell’antica Roma, situato tra il Vittoriano e la scalinata dell’Ara Coeli. L’Insula dell’Ara Coeli era costituita da almeno cinque piani, ancora oggi conservati. Al piano terreno sono visibili le tabernae; il piano superiore, il mezzanino, era destinato ad abitazione del gestore dell’esercizio commerciale sottostante. Al di sopra si conservano altri piani, collegati da una scala interna di epoca medioevale.
Negli anni ’30 del ‘900 tutta la zona viene interessata da ingenti lavori di demolizione, realizzati per aprire la Via del Mare, oggi via del Teatro di Marcello. L’Insula venne risparmiata dalle demolizioni, durante i quali fu rimossa la settecentesca chiesa di S. Rita (poi ricostruita nei pressi del Teatro di Marcello) che aveva inglobato l’abitazione romana. Sotto tuttora visibili resti di un campanile romanico e un affresco trecentesco appartenenti alla chiesa di S. Biagio de mercato che durante il ‘600 era stata trasformata nella chiesa di S. Rita. Il costo della visita guidata, comprensivo del noleggio delle radioguide e del biglietto d’ingresso: 16€, 9€ minori di 18 anni. I possessori della MIC card hanno diritto al biglietto d’ingresso gratuito; dovranno corrispondere il solo costo della visita guidata (12€, minori di 18 anni 6€). Prenotazione obbligatoria a romaadhoc@gmail.com, lasciando nome, numero di partecipanti e un recapito telefonico.

BASILICA SAN PAOLO La Basilica di San Paolo fuori le mura è una delle quattro basiliche papali di Roma, la seconda più grande dopo quella di San Pietro in Vaticano. Si erge sul luogo che la tradizione indica come quello della sepoltura dell’apostolo Paolo (a circa 3 km dal luogo – detto “Tre Fontane” – in cui subì il martirio e fu decapitato); la tomba del santo si trova sotto l’altare papale; per questo, nel corso dei secoli, è stata sempre meta di pellegrinaggi. Il Chiostro è detto del Vassalletto ed è una delle meraviglie della Roma duecentesca insieme a quello di San Giovanni. L’appuntamento è alle ore 15.00 in Piazzale San Paolo 1 (biglietto Ingresso Chiostro + Pinacoteca + Battistero + Scavi Archeologici: € 3,00 a persona con ridotto gruppi se si superano le 15 persone. Sotto le 15 persone Biglietto intero € 4.00). Il costo della visita Guidata è di € 10.00 (adulti)‚ € 5.00 (bambini 5-13 anni) € 2.00 auricolari (se il gruppo supera le 20 persone), prenotazione obbligatoria scrivendo a info@romacaputour.it

SANTA MARIA DELLA VITTORIA – La chiesa di Santa Maria della Vittoria, situata all’incrocio tra via XX settembre e largo Santa Susanna, rappresenta oggi uno fra i più importanti esempi di architettura religiosa del periodo barocco a Roma. Costruita tra il 1608 e il 1620 per i Carmelitani Scalzi e dedicata inizialmente a san Paolo per la presenza di una preesistente edicola dedicata al santo, la chiesa in seguito cambiò denominazione. Il Dipinto La Vergine col bambino successivamente venne portato a Roma e consegnato ai padri Carmelitani Scalzi che lo posero sull’altare maggiore della chiesa come ringraziamento per la vittoria ottenuta. Fu in questa occasione che il nome della Chiesa fu modificato con la dedicazione a Santa Maria della Vittoria. La chiesa fu realizzata su progetto dell’architetto Carlo Maderno e racchiude al suo interno le opere di alcuni fra i maggiori artisti di quel periodo: da Guido Reni al Domenichino e il Guercino. Tuttavia tra le opere più importanti e conosciute racchiuse al suo interno troviamo il notissimo gruppo scultoreo raffigurante l’estasi di santa Teresa d’Avila: la santa è posta al centro della cappella su una vaporosa nuvola che la sostiene, virtuosismi barocchi e trovate sceniche ardite si fondono all’interno di questo spazio in una elegante fusione tipicamente barocca. La prenotazione della visita è obbligatoria, l’appuntamento è a Largo Santa Susanna, davanti alla fontana del Mosè, mezz’ora prima dell’inizio della visita per chi deve ancora iscriversi all’associazione Esperide, un quarto d’ora prima per i soci iscritti. Il contributo è di 9,00 euro intero – 6,00 euro per i già tesserati. Per gruppi di minimo 15 partecipanti, potrà essere incluso l’utilizzo degli auricolari al costo di 1,50 euro.Prenotazione obbligatoria all’ indirizzo email info@esperide.it

Angela Franco

 

 

 

Dello stesso autore

Urbino: la città natale del grande pittore Raffaello

Una visita nella bella cittadina di Urbino, che l'anno scorso ha ricordato, con varie manifestazioni ed eventi, il 500° anniversario della morte del grande...

Le 7 meraviglie del mondo: un viaggio alla scoperta della bellezza

Quando torneremo a viaggiare il primo volo che prenderemo sarà verso una meta che ci toglierà il respiro. Per questo si potrebbe scegliere di...

San Galgano: la versione italiana della spada nella roccia

A pochi km da Siena sorge San Galgano, famosa per la grande Abbazia con un'enorme chiesa senza tetto e l'eremo di Montesiepi  Secondo la leggenda...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,684FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Rinoceronte di Giava: il grosso mammifero più a rischio d’estinzione

Un tempo era il rinoceronte più diffuso in Asia. Ora rimangono una settantina di esemplari, confinati in una sola riserva naturale La morte di Sudan,...

Scopriamo cos’è il Nordic Walking

Bastoncini alla mano e si cammina, ecco cos’è “il più efficiente e piacevole allenamento al mondo” Negli ultimi anni questa disciplina sportiva è diventata comune...

Focaccine allo zaatar, un piatto forte della cucina mediorientale

Vediamo insieme qual è il modo più semplice per preparare le maanayesh e lo zaatar Per quanti di voi hanno avuto la fortuna di viaggiare...

Le foglie di tè si possono riutilizzare?

Alcuni tè artigianali danno il loro meglio solo nella seconda infusione, mentre altri assumono aromi molto più delicati se utilizzati più volte. Scopriamo insieme...

Stop agli sprechi: 10 consigli per un bucato green

Come risparmiare e proteggere l’ambiente mentre facciamo il nostro bucato Bastano poche semplici accortezze per abbassare sensibilmente i costi legati al nostro bucato, diminuendo anche...