16.5 C
Rome
mercoledì, 23 Giugno 2021

Villa Romana Tor de’ Cenci: apertura straordinaria con guide e centurioni

Domenica 21 ottobre la Villa Romana sarà aperta al pubblico con ingresso libero dalle ore 10,00 alle ore 13,00. Appuntamento con guide, abiti storici e oggetti perfettamente ricostruiti.

L’evento culturale, organizzato congiuntamente dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dall’Amministrazione del IX Municipio, reso possibile grazie alla collaborazione con il Ministero della Giustizia, è finalizzato a rendere nuovamente fruibile l’area archeologica, uno dei complessi archeologici di maggior interesse presenti nel territorio del IX Municipio, i cui resti sono ora nuovamente visibili dopo un recente intervento di manutenzione straordinaria del verde.

La villa, sorta presso il IX miglio dell’antica Via Laurentina, presenta fasi edilizie che vanno dal I secolo a.C. al IV secolo d.C., ovvero dalla fine dell’età repubblicana all’avvento del cristianesimo. Estesa per circa 2400 metri quadri, sorgeva originariamente al centro di un vasto latifondo quasi certamente di proprietà senatoria.

La storia del ritrovamento

Le prime scoperte risalgono al 1933; le indagini proseguirono in occasione dell’edificazione del quartiere di Spinaceto nei primi anni Ottanta del Novecento. Le indagini più recenti si sono svolte fra il 2009 e il 2010. La villa, dotata di un impianto termale privato che doveva articolarsi secondo il ben noto percorso canonico (calidarium, tepidariume frigidarium), era arricchita da pavimenti in mosaico geometrico a tessere bianche e nere. Uno dei padiglioni della villa fu trasformato in piccola basilica cristiana e adibito a sepoltura: sotto il suo pavimento furono rinvenuti tre sarcofagi marmorei, oggi nel Museo Nazionale Romano.

La continuità di vita nell’area è rappresentata dal grande abbeveratoio per il bestiame, già parte della Vaccheria Brunori: un sistema di vasche risalenti alla fine dell’Ottocento, ancor oggi visibili accanto ai resti della villa. L’area è stata poi oggetto di un complessivo recupero reso possibile grazie alle risorse per la riqualificazione del quartiere.

L’area archeologica rimessa a nuovo

Dopo un’accurata pulizia dell’area dalla vegetazione infestante, la villa sarà ora accessibile a tutti; in futuro l’obiettivo è di assicurarne una periodica apertura che consenta ai cittadini di fruire di un bene culturale per troppo tempo sottratto alla collettività. L’evento del 21 ottobre rappresenta un’occasione straordinaria per riscoprire una delle maggiori emergenze monumentali del IX Municipio.

Guide e rievocatori in abiti storici

L’organizzazione dell’evento sarà sostenuta dalle associazioni culturali Prom. Soc. “Ars in Urbe”, che con l’ausilio di guide turistiche abilitate accompagnerà il pubblico alla scoperta della Villa; dalle Associazioni Culturali “Epica”, “Cvltvs Deorvm” e “Gruppo Storico Roma Aeterna” che con i Rievocatori, vestiti in abiti storici, faranno rivivere gli spazi grazie all’esposizione di oggetti perfettamente ricostruiti nel mondo antico grazie anche all’eccezionale partecipazione di Exempla Romanorum e un artigiano di opere dedicate all’antica Roma.

Dello stesso autore

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale Non è una pantera nera bensì potrebbe essere...

Giornata Mondiale del pinguino: un’altra vittima del riscaldamento terrestre

L’impatto del riscaldamento terrestre sul clima antartico rischia di causare la perdita d’importanti colonie Se non ci sarà un’inversione di tendenza anche i pinguini rischiano...

In Svezia il primo negozio climatico al mondo: il prezzo dei prodotti è deciso dal loro impatto ambientale

Un negozio climatico dove il costo dei prodotti non è stabilito dal mercato ma dalle emissioni di anidride carbonica. Più è stato il CO2...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...

Da New York al Canada in bici lungo l’Empire State Trail

Un’avventura lunga 1200 chilometri sul nuovissimo tracciato dell’Empire State Trail Da New York fino a Buffalo al cospetto delle Cascate del Niagara. L’Empire State Trail...