Razze Cani

Di razze canine ne esistono veramente tante. Alcune famosissime altre molto meno note o quasi sconosciute. Cerchiamo di capire quali sono i vari gruppi ed a che serve la loro suddivisione.

La classificazione FCI – Per fare un po’ di chiarezza sull’argomento e dare a tutti delle linee guida, vorrei, prima di approfondire, proporre l’elenco della suddivisione in gruppi delle razze, secondo l’FCI (Federazione Cinofila Internazionale). Il gruppo numero 1 è costituito dai Cani da pastore e Bovari (esclusi Bovari Svizzeri); al secondo gruppo appartengono invece Cani tipo Pinscher – Schnauzer – Molossoidi – Bovari Svizzeri e Pastore Turkmeno; il gruppo numero 3 è costituito dai Terrier mentre al gruppo 4 appartengono i Bassotti. Il gruppo numero 5 è formato invece dai Cani di tipo primitivo – Spitz; al sesto gruppo appartengono i Segugi e Cani per pista di sangue mentre il gruppo 7 è costituito dai Cani da ferma. Il gruppo 8 è formato dai Cani da cerca, da riporto e da acqua, il gruppo 9 dai Cani da compagnia e il 10 dai Levrieri.

L’importanza della suddivisione in gruppi – In un primo momento questa classificazione potrebbe sembrare solo un metodo per catalogare l’infinito universo delle razze canine. In realtà è molto di più: la suddivisione in gruppi ha un’importanza fondamentale per la salvaguardia della selezione. All’interno di ogni gruppo sono infatti fissati i canoni generali e le caratteristiche tipiche che deve avere ogni razza appartenente ad un raggruppamento. All’interno di ogni gruppo poi sarà presente lo standard dettagliato di ogni razza. Ma l’insieme formato da ogni raggruppamento serve a fondare le basi generali che differenziano un gruppo dall’altro e a far sì che ogni allevatore o esperto cinofilo non perda mai di vista le solide caratteristiche di ogni tipologia.

Alcuni esempi – Il gruppo 1 è riservato ai Cani da pastore e Bovari (escluso lo Svizzero). Ciò vuol dire che il fondamento di questo raggruppamento è il mantenimento di tutte quelle caratteristiche che rendono un cane adatto a questo antico mestiere. Il gruppo 2 (uno dei miei preferiti) è quello all’interno del quale si ritrovano i Cani tipo Pinsher, Schnauzer, Bovari Svizzeri, Pastore Turkmeno e anche i Molossoidi che per “mestiere” si dedicano alla difesa e alla guardia. Il terzo gruppo è tutto dedicato all’infinità di Terriers presenti sul nostro pianeta. Stesso discorso per il gruppo 4 riservato all’immensa varietà di Bassotti. Il gruppo 5 è forse quello dei cani più particolari: i più antichi. Gli Spitz e i Cani di tipo primitivo. Raggruppamento storico che ha il difficile compito di mantenere intatti caratteri veramente antichi. I gruppo 6 e 7 sono invece dedicati ai più noti cani da caccia: Segugi e Cani per pista da sangue (come i Bloodhound) per il sesto, Cani da ferma per il settimo. Un altro dei miei gruppi preferiti è il numero 8, quello dei Cani da cerca, da riporto e da acqua all’interno del quale si collocano i Retrivers e tutto il loro immenso bagaglio di abilità. Il gruppo 9 è per i Cani da compagnia mentre il numero 10 è dedicato alla grandissima famiglia dei Levrieri. Maestosi, eleganti e veloci.

Silvia Nitrato Izzo