L’antica area verde ai piedi di Vitinia, continua ad essere bersaglio di sversamenti illegali. Ma c’è anche una buona notizia: si è sbloccato l’iter per il collettore fognario.


La valle del Risaro è costantemente sotto attacco. Ad inizio febbraio l’Assessore all’ambiente Marco Antonini ha denunciato la presenza di rifiuti pericolosi a ridosso dell’ex cementificio. “Il territorio è sotto attacco” ha dichiarato Antonini, già presidente del WWF Lazio. Purtroppo, quello denunciato, è soltanto l’ultimo di una lunga serie di episodi che fanno temere per il futuro della vallata. Mancano i controlli e forse anche le risorse economiche per salvaguardare la preziosa area verde. L’unico deterrente contro il formarsi di nuove micro discariche, è dato dalla presenza dei ciclisti di Vitinia in Bici. Un argine umano, a presidio di una valle dall’inestimabile valore naturalistico. E di grande interesse paleontologico. Le pubblicazioni scientifiche il regime vincolistico della Riserva Naturale, la passione dei residenti, non hanno però potuto finora impedire che l’area si depauperasse. Anche per la pessima gestione dei suoi fossi. Da questo punto di vista però, si registrano importanti novità. “A marzo verrà fatta la gara d’appalto per il collettore fognario di Vitinia” ha annunciato l’Assessore all’ambiente Marco Antonini “Era previsto già all’epoca dei mondiali di Italia 90. Poi l’opera venne definanziata e nel frattempo si è continuato a sversare direttamente nel Fosso di Malafede, distruggendone l’ittiofauna”. Il risultato è rimasto per decenni sotto gli occhi di tutti. Particolarmente impressionante è la confluenza tra i corsi d’acqua situati all’altezza della scuola di Vitinia. La differenza cromatica tra la fogna a cielo aperto ed il fosso, soprattutto nelle immagini scattate con il drone, rende bene l’idea. Ma ancora per poco. Una volta indetta la gara d’appalto, serviranno tre anni per la realizzazione del collettore. Salvo imprevisti.
Fabio Grilli

SOTTO ATTACCO – Continuano gli sversamenti di rifiuti nella Valle del Risaro. Ma che fine ha fatto il bando “Terre ai giovani”?

SALVIAMO I FOSSI – Dopo oltre trent’anni di attesa, parte l’iter per la realizzazione del collettore fognario di Vitinia

VALLE DI PERNA – Nella riserva di Decima Malafede c’è un bosco invaso di sanitari ed elettrodomestici. Va bonificato.