14 C
Rome
domenica, 09 Maggio 2021

UNO TSUNAMI: Il lascito di Berdini nel M5s romano

Nel comunicare la decisione di rinunciare al suo incarico, Berdini ha puntato il dito contro “l’urbanistica contrattata che ha creato danni a Roma”. A 2 settimane dalle dimissioni, cos’è rimasto di quel messaggio?

LE DIMISSIONI IRREVOCABILI – Il giorno di San Valentino ha paradossalmente segnato la fine di una tormentata relazione. Quella tra l’urbanista Paolo Berdini e la Giunta Raggi. Un rapporto difficile, vissuto nelle ultime settimane da separati in casa. Gli audio pubblicati da La Stampa hanno soltanto accelerato un processo probabilmente irreversibile. Le posizioni di Berdini sul progetto di Tor di Valle, come sugli ex Mercati Generali, erano diventate difficili da sostenere in un partito che di sé vuole offrire un’immagine coesa, quasi monolitica.

LO TSUNAMI – La verità è che dentro al Movimento, Paolo Berdini ha prodotto uno Tsunami. L’effetto di questa mareggiata è particolarmente evidente nell’VIII Municipio. Nel territorio il gruppo consiliare pentastellato è spaccato e le due compagini si fronteggiano senza esclusione di colpi. Il partito dei “talebani”, per usare un’espressione veicolata dal Presidente Paolo Pace, ha fatto dello “zero cemento” una sorta di mantra. Punta sull’autorecupero e condanna il progetto di riqualificazione degli ex Mercati Generali del quale, come l’urbanista, contesta l’assenza di verde.

#FORZABERDINI – Anche nel IX Municipio ci sono gruppi di cittadini apertamente schierati con l’ex assessore. Nel sit-in improvvisato in Campidoglio il 9 febbraio, c’erano soltanto comitati cittadini della Cecchignola e di Spinaceto. Inoltre è sempre dal IX Municipio che è partito il tormentone #ForzaBerdini. Da qui, preparato uno striscione, alcuni anonimi cittadini si sono diretti nelle periferie cittadine. Da Tor Bella Monaca a La Rustica per esprimere solidarietà all’ex Assessore.

 

IL TAVOLO SCONFESSATO – Da ultimo, ma non per ultimo, Berdini aveva saputo costruire un buon rapporto anche con gli attivisti del tavolo M5s sull’urbanistica. Si tratta d’un gruppo di cittadini, coordinati dall’architetto Sanvitto, che aveva proposto all’assemblea capitolina una delibera con cui ritirare il pubblico interesse riconosciuto al progetto di Tor di Valle. L’operazione non ha avuto successo. O forse ne ha avuto anche troppo se addirittura Beppe Grillo, il 23 febbraio, ha sentito la necessità di specificare sul proprio blog che “Francesco Sanvitto e il cosiddetto tavolo urbanistica non parlano a nome del MoVimento 5 Stelle e non sono titolati a farlo”. Parola del garante.

L’URBANISTICA CONTRATTATA – Le parole dell’urbanista invece, nel momento dell’addio, pesano come pietre. “Mentre le periferie sprofondano in un degrado senza fine e aumenta l’emergenza abitativa, l’unica preoccupazione sembra essere lo Stadio della Roma – scriveva il 14 febbraio Paolo Berdini, nella nota con cui annunciava le proprie dimissioni irrevocabili – Dovevamo riportare la città nella piena legalità e trasparenza delle decisioni urbanistiche, invece si continua sulla strada dell’urbanistica contrattata, che come è noto, ha provocato immensi danni a Roma”.

Fabio Grilli

Dello stesso autore

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale Non è una pantera nera bensì potrebbe essere...

Giornata Mondiale del pinguino: un’altra vittima del riscaldamento terrestre

L’impatto del riscaldamento terrestre sul clima antartico rischia di causare la perdita d’importanti colonie Se non ci sarà un’inversione di tendenza anche i pinguini rischiano...

In Svezia il primo negozio climatico al mondo: il prezzo dei prodotti è deciso dal loro impatto ambientale

Un negozio climatico dove il costo dei prodotti non è stabilito dal mercato ma dalle emissioni di anidride carbonica. Più è stato il CO2...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,925FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Una visita a Poggio Catino borgo nel cuore verde della Sabina

A pochi chilometri da Rieti sorge Poggio Catino, un borgo incantato immerso nel verde della Sabina Due nuclei urbani differenti formano il caratteristico borgo di...

Ecco il metodo migliore per conservare le spezie

Conservare le spezie in casa non sempre è facile, ma basta seguire alcune semplici regole Scopriamo quali accorgimenti bisogna prendere per conservare le spezie ed...

Ciclovia Appennino Bike Tour: al lavoro per il percorso ciclabile più lungo d’Italia

Un itinerario di 2600 chilometri dalla Liguria alla Sicilia sulla Ciclovia Appennino Bike Tour L’itinerario della Ciclovia Appennino Bike Tour dovrebbe essere completato per il...

Ninfa: sui ruderi della città perduta c’è un giardino celestiale

A breve distanza da Roma c’è il Giardino di Ninfa. Un luogo speciale dove, sugli antichi ruderi di una città perduta, crescono piante rare...

Siete sicuri di sapere tutto sull’alga wakame?

L’alga wakame è un alimento molto nutriente e utilizzato tantissimo nella cucina orientale Ormai con la presenza sempre più diffusa dei ristoranti che propongono piatti...