Spinaceto

Una festa organizzata a Spinaceto, dopo tanti anni, per riaffermare l’importanza della partecipazione attiva e della cura degli spazi comuni.

I LEGAMI DA RIANNODARE – Non sarà la classica festa patronale. L’iniziativa che il Comitato di Quartiere di Tor de’ Cenci e Spinaceto ha organizzato, sembra di quelle tese a rafforzare i legami della comunità locale. Niente pignatte, pali della cuccagna, corse coi sacchi o gare di tiro alla fune. Ma ci saranno comunque panini, salsicce, bibite e alcuni stand. In definitiva, sabato 6 giugno in via Carlo Avolio, si svolgerà una festa di quartiere.

LA FESTA – “La Protezione Civile Camelot Him – spiega il Presidente del CdQ Guido Basso – allestirà una teleferica, i boyscout dell’Assorider un ponte tibetano per i più piccoli. E poi ci saranno momenti in cui verranno svolti lavori di gruppo, soprattutto per la sistemazione del parco”. Niente musica né balli di gruppo. “In verità abbiamo voluto mandare un segnale. Nel nostro quadrante sono tanti anni che non si svolge una festa di quartiere. Volevamo far ripartire questa tradizione”.

IL RISVEGLIO – Il messaggio che il Comitato di Quartiere sta cercando d’inoltrare al popoloso quadrante, è ben riassunto dalla locandina con cui la festa è stata lanciata. Ci sono disegnate delle braccia, su cui sono state impresse frasi come “Io partecipo” oppure “Io propongo” ed ancora “Io Mi Impegno ed io Pulisco”. Sembra dunque questa, la principale finalità dell’iniziativa: un risveglio della partecipazione cittadina, da sempre un po’ carente nel quadrante. “Quest’anno abbiamo pensato di fare così e di organizzare la festa a Spinaceto. L’anno prossimo la svolgeremo invece a Tor de’Cenci. E vorremmo organizzarla – conclude il Presidente del CdQ –con la collaborazione di tanti cittadini”.

Fabio Grilli

 

Lazio Roma

 

 

TOR DE’ CENCI: Scende in campo il teatro e va in scena il derby. Per saperne di più clicca qui.