thumbnail copia

Numerosi gli spettacoli teatrali da non perdere: ecco la nostra selezione per trascorrere il week end all’insegna del divertimento 

SARTI MORTALI – “C’è chi la tela la fa dritta come la Berta di Rino Gaetano e c’è chi invece la disfa come la miglior Penelope. Qui il Dottor Molino, aspirante traditore seriale e medico incompetente, si rivela essere un abile amatore sempre pronto a mettere una toppa ad ogni falla che si apre nella sua trapunta affettiva. Ma fino a che punto? Tra nostalgici del ventennio, geometri zelanti, suocere prepotenti, mogli gelose e amanti focose, la trama diventa più intricata di un arazzo medievale, ma d’altronde da un dottore che si finge sarto solo per tenere fede ai suoi astrusi ricami d’amore, cosa mai ci si può aspettare?” Questa la trama esilarante dello spettacolo “Sarti mortali” in scena al Teatro San Luca in via Renzo da Ceri, 136 dal 24 Gennaio al 9 Febbraio.

FILUMENA MARTURANO – Sabato 25 gennaio alle ore 21,30 andrà in scena al teatro Studio 8 in Via Nettuno Velletri 8 a Nettuno, la famosa commedia “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo con la Compagnia “Insieme per Caso” di Roma, per la regia di Angelo Grieco. Ultima rappresentazione in programma per il concorso teatrale “Premio città di Nettuno e Anzio 2019-2020”. La commedia di De Filippo, scritta nel 1946 e forgiata sulla base di una storia vera, pone in risalto i valori cristiani della maternità e della famiglia in contrasto con il denunciato sfruttamento delle classi borghesi, e si inserisce negli anni in cui imperava lo scontro tra forze politiche rivali.Una commedia che, nonostante il progresso scientifico e i suoi settant’anni, rimane tuttora attuale. Il riconoscimento della tutela per i figli illegittimi e la possibilità di ricorre alla prova del DNA per conoscere la paternità non tolgono forza all’opera, alla lotta di una donna di strada per far valere un diritto che la legge non le riconosce: quello di crescere dignitosamente i propri figli.

UN NEMICO DEL POPOLO – Vincitore di due Premi Ubu, torna sul palco dell’Argentina fino al 26 Gennaio Un nemico del popolo, lo straordinario viaggio etico-politico del Dottor Stockmann, creatura nata dalla penna di Henrik Ibsen e portata alla vita dall’energia e della sapienza di Massimo Popolizio, regista e interprete dell’acclamato allestimento. In scena il dilemma morale che divide due fratelli in una lotta politica senza esclusione di colpi. Con il classico ibseniano Massimo Popolizio restituisce con slancio, modernità e senso della parodia lo scontro tra fratelli, la corruzione del potere e la contaminazione ambientale, temi ancora attuali in grado di parlarci del nostro tempo. Lo spettacolo infatti racconta con spietata lungimiranza il rischio che ogni società democratica corre quando chi la guida è corrotto, e la maggioranza soggiace all’autorità pur di salvaguardare l’interesse personale.

Angela Franco