Scarpe

Nelle scuole è attiva una raccolta di scarpette per bambini tra i 2 ai 7 anni. Serviranno a calzare i piedi dei bambini arrivati in Italia attraverso i “corridoi umanitari”, realizzati grazie alla Comunità di Sant’Egidio, alle Chiese Evangeliche ed alla Tavola Valdese.

SALVARE I NAUFRAGHI – Il messaggio che Capitan Calamaio ha trasmesso a genitori, nonni e bambini, è molto semplice: nessuno deve essere lasciato indietro. Se c’è un uomo in mare, va salvato. Ed una volta accolto a bordo, bisogna prendersene cura. E’ successo così con Penna e suo figlio Pennino clandestinamente saliti sulla nave Pergamena. Ed è accaduto con Nero Inchiostro, che stava affogando in mare, perché “la prima regola dei naviganti è salvare i naufraghi”. Una volta rifocillato, anche lui si rivelerà una risorsa, come nostromo e per il suo talento musicale.

Capitan CalamaioI CORRIDOI UMANITARI – Lo spettacolo messo in scena da Massimiliano Micheli, ha fatto proseliti. Il messaggio è arrivato forte e chiaro, ed adesso dalle parole bisogna passare ai fatti. “Per navigare nel mare della Conoscenza serva la nave Pergamena e una ciurma, e per camminare insieme sull’isola del Sapere servono le scarpe” ricorda un genitore “Per questo noi, come ciurma di Capitan Calamaio di ogni età – ci spiega – abbiamo deciso di aiutare alcune famiglie che sono arrivate da noi attraverso i ‘corridoio umanitari’, già previsti dalle norme europee e realizzati con la collaborazione ecumenica della Comunità di Sant’Egidio, della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e della Tavola Valdese, che hanno coinvolto il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno”.

LA RACCOLTA DI SCARPE – L’iniziativa è molto semplice “Vi chiediamo di collaborare con noi alla raccolta di scarpette in buono stato per bambini dai 2 ai 7 anni. O, se preferite, con un contributo per l’acquisto delle scarpe”. Per informazioni e donazioni bisogna rivolgersi alla propria scuola.

Fabio Grilli