Sicurezza

Da Piazza dei Navigatori alla Rotonda di Ostia, i ciclisti continuano ad invocare condizioni di maggiore sicurezza su viale Cristoforo Colombo. Serve anche più manutenzione e pulizia.

LA CICLABILE DELLA COLOMBO – Il tema della sicurezza sulle piste ciclabili, ed in particolare sulla Cristoforo Colombo, è tornato in auge. Nella prima decade di luglio, le realtà ciclistiche più impegnate sulla questione, hanno incontrato i referenti municipali e capitolini. E sono tornate a presentare le denunce che, da troppo tempo, restano inascoltate.  Nel corso di un incontro con la Presidente della Commissione Mobilità del Campidoglio, è anche stato mostrato un video. “L’ha realizzato Pietro Bruno, un Bike Reporter che ha percorso in bici la ciclabile della Colombo, evidenziandone tutte le criticità, dagli attraversamenti, al fondo dissestato fino all’accumulo di foglie, la cui presenza riduce di molto l’ampiezza delle piste. Normalmente dovrebbero essere di un metro e mezzo per senso di marcia, mentre ad esempio nel punto in cui è avvenuto l’incidente, c’era appena un metro e ottanta di spazio” ci spiega Lorenzo Maria Sturlese, portavoce del Movimento Ciclabile Pedalando Uniti.

GARANTIRE LA SICUREZZA – Oltre alle associazioni ciclistiche, all’incontro svoltosi presso la Commissione Capitolina, non era presente il Municipio IX, mentre invece vi ha preso parte l’VIII, rappresentato nell’occasione dall’Assessora alla Mobilità Paola Angelucci. “Oltre che mantenere pulite le piste ciclabili, responsabilità che ha il Comune, penso sia importante garantire la sicurezza di chi le percorre. Riuscirvi, è l’obiettivo di tutta l’amministrazione” ha spiegato l’Assessora. Sulla stessa linea, si è mostrata la collega del Campidoglio. “Dopo un confronto con il Dipartimento Mobilita’ – ha spiegato Annamaria Cesaretti – abbiamo proposto che all’altezza del luogo dell’incidente, venga inserita una terza fase semaforica in modo da garantire piu’ sicurezza sia ai ciclisti che ai pedoni”.  L’incidente cui si riferisce la Presidente della Commissione Mobilità, è quello che è costato la vita a Gianfilippo, il ciclista scontratosi contro un autobus all’altezza di Piazza dei Navigatori.

IL TAVOLO SULLA COLOMBO – Dal Campidoglio, è arrivata anche la proposta di riaprire un confronto a più livelli. Un primo tavolo, dovrebbe prevedere la partecipazione l’Agenzia Mobilità, ” per definire le criticità dell’intera pista ciclabile di via Cristoforo Colombo, da valutare – ha sottolineato la presidente  Cesaretti – insieme al Dipartimento, al Municipio e alle associazioni”. Riuscirivi, significherebbe accogliere anche prende in considearazione le istanze dei tanti ciclisti che, ormai  da 8 mesi, chiedono la messa in sicurezza della Colombo anche nel tratto che va dall’Eur a Ostia.

IL TAVOLO SULLA SICUREZZA – In generale, il problema della sicurezza di tutte le piste ciclabili sarà affrontato con un altro Tavolo, cui è richiesta la partecipazione dei municipi, “per controllare la sicurezza di tutte le piste ciclabili, oltre alla loro pulizia e manutenzione. Un punto, anche quest’ultimo, di estrema importanza”. Anche perchè, come hanno segnalato le associazioni #vivinstrada ed il Movimento Ciclabile Pedalando Uniti, “E’ dal 30 gennaio che non viene più convocata dal Campidoglio la consulta per la sicurezza” di cui le associazioni fanno parte.

Fabio Grilli

 

Ciclisti Colombo

 

ROMAOSTIAPPEDALI: Il successo della VI Edizione. Per saperne di più clicca qui.