-5.9 C
Rome
giovedì, 28 Gennaio 2021

SAN PIETRO INFINE: Nemmeno le pietre sopravvivono alla guerra

San Pietro Infine era un borgo medievale alle pendici del Monte Sammucro, paese tranquillo, di gente contadina. Oggi, dopo la devastante esperienza della Seconda Guerra Mondiale, è un museo a cielo aperto.

UN PAESINO TRANQUILLO – Nel 1940 scoppia la guerra partono i ragazzi, verso terre lontane, ma la vita prosegue tranquilla. I padri continuano a lavorare nei campi le madri fanno maglioni da mandare ai figli per proteggerli dagli inverni al fronte.I bambini continuano le loro scorribande sulla piazza, il parroco ogni domenica chiama a raccolta i fedeli nella chiesa di San Michele sopra le case di pietra viva.

LA LINEA GUSTAV – La guerra che sembrava lontana però irrompe improvvisa, i tedeschi si trincerano, costruiscono la Linea Gustav, sono intenzionati a resistere fino all’ultima cartuccia, piazzano ragazzi giovanissimi in buche nascoste tra la vegetazione sui fianchi della montagna, addestrati a sparare ma non a ritirarsi per salvarsi la vita, se gli Alleati vogliono superare la linea devono passare sui loro cadaveri. Il paese viene occupato, i tedeschi sono duri, urlano, parlano una lingua gutturale, parole secche, ordini da eseguire e basta, non si discute.

SOTTO LE BOMBE – Parte della popolazione abbandona il paese, molti restano, non vogliono abbandonare quelle poche cose che hanno. Nel pomeriggio del 7 dicembre 1943 inizia il bombardamento, gli alleati fanno cadere sul piccolo borgo tonnellate di bombe, gli abitanti si rifugiano nelle Grotte portandosi dietro poche cose e lì hanno vissuto per settimane. Intanto il paese, la scuola la chiesa le case crollavano sotto le bombe. Poi arrivarono gli americani e con loro c’era un giovane regista, John Houston che dopo aver filmato gironi di battaglie rimase colpito dalle condizioni della popolazione uscita dalle grotte.

UN MUSEO A CIELO APERTO – Oggi San Pietro Infine è un museo a cielo aperto, con un centro visite allestito dal mago di Hollywood, Rambaldi, negli anni sessanta fu il set di un capolavoro cinematografico di Mario Monicelli; La grande Guerra.

Claudio Testa

 

Dello stesso autore

Tigre: avvistamento ad altitudine record nelle montagne del Nepal

Un nuovo record per le tigri in Nepal. A fine anno, infatti, alcune fototrappole hanno ripreso una tigre all’altitudine di 3.165 metri nel Nepal...

Piante di Natale: scopriamo il significato delle piante

Sono diverse le piante, che in varie tradizioni, rappresentano le Feste di Natale. Scopriamone i significati Si avvicinano le Feste di Natale e come da...

L’albero di Natale, dai Celti ai nostri giorni: la storia di un’antica tradizione

Scopriamo insieme l’origine di questa tradizione divenuta il simbolo del Natale Da dove arriva l’usanza di addobbare un albero durante le feste? Come tante tradizioni...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,684FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Rinoceronte di Giava: il grosso mammifero più a rischio d’estinzione

Un tempo era il rinoceronte più diffuso in Asia. Ora rimangono una settantina di esemplari, confinati in una sola riserva naturale La morte di Sudan,...

Scopriamo cos’è il Nordic Walking

Bastoncini alla mano e si cammina, ecco cos’è “il più efficiente e piacevole allenamento al mondo” Negli ultimi anni questa disciplina sportiva è diventata comune...

Focaccine allo zaatar, un piatto forte della cucina mediorientale

Vediamo insieme qual è il modo più semplice per preparare le maanayesh e lo zaatar Per quanti di voi hanno avuto la fortuna di viaggiare...

Le foglie di tè si possono riutilizzare?

Alcuni tè artigianali danno il loro meglio solo nella seconda infusione, mentre altri assumono aromi molto più delicati se utilizzati più volte. Scopriamo insieme...

Stop agli sprechi: 10 consigli per un bucato green

Come risparmiare e proteggere l’ambiente mentre facciamo il nostro bucato Bastano poche semplici accortezze per abbassare sensibilmente i costi legati al nostro bucato, diminuendo anche...