ninfeoEgeria

Urban Expierience organizza una passeggiata lungo fiume che fu sacro agli antichi romani. Un percorso che mixa l’escursione con repertori audio gestiti da uno smartphone: un’esperienza tra web e territorio.

ALMONE RHAPSODY: Performing Media Storytelling lungo le tracce del fiume sacro di Roma. Doppio appuntamento domenicale il 16 ed il 23 dicembre 2018.

È una rapsodia, intesa non come partitura musicale ma come narrazione nomade, scandita dalla conversazione dei rapsodi, i partecipanti-viandanti del walkabout in cui si tratterà della storia dell’Almone, il fiume sacro di Roma. Seguendo le tracce di questo corso d’acqua che evoca matrici arcaiche, ha offerto opportunità produttive ed ora è ormai rimosso, intubato.

Il format di base è il walkabout: una passeggiata che si rivela trasmissione radiofonica (con sistemi whisper-radio), scandita da una conduzione che mixa conversazione con tutti i partecipanti (nonché i passanti) a repertori audio gestiti da uno smartphone. Su questa dinamica, svolta nel territorio, con i “piedi per terra”, s’innesta un’ulteriore soluzione, con la “testa nel cloud” attraverso lo  (radiowalkabout) che lascerà traccia georeferenziata su una mappa interattiva (geoblog.it), secondo le modalità del Performing Media Storytelling.

Il progetto rapsodico si articola in 5 azioni e una molteplicità di interazioni tra web e territorio (dallo streaming webradio all’instant blogging via twitter, le tante condivisioni sui social media e i report sul blog di urbanexperience.it)

Urban Experience esplora i territori con l’approccio opposto a quello delle visite guidate, ad esplicitarlo è questo motto: “Viaggiamo dentro noi stessi quando ci ritroviamo in luoghi che ci ricordano cosa cerchiamo”.

Carlo Infante Dal sito urbanexperience.it