Musei Vaticani

Roma capitale della cultura è sempre più digital. Aderendo alla campagna #iorestoacasa, le istituzioni culturali di Roma mettono a disposizione online le bellezze della città

GLI APPUNTAMENTI – Il programma #laculturaincasa sul web e sui social propone tanti appuntamenti, approfondimenti e video, gratuiti per tutti, in attesa della riapertura dei musei prevista per il 18 maggio. Dai Musei Civici all’Auditorium, da Romaeuropa alla Casa del Cinema, aderiscono al programma anche molte delle Accademie e Istituti di Cultura internazionali presenti a Roma. L’iniziativa, partita a marzo, sta riscuotendo un grande successo: sono stati almeno 4,5 milioni gli spettatori – utenti dall’inizio del lockdown. Il canale social @culturaroma darà aggiornamenti quotidiani con gli hashtag #iorestoacasa e #laculturaincasa.

MUSEI CIVICI – Settimana digital con numerosi appuntamenti sui social @museiincomuneroma.it e @SovrintendenzaCapitolina. La Centrale Montemartini sarà protagonista delle due rubriche #lemostreincasa e #ilmuseoincasa. Tra le attività dedicate ai più piccoli, il Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese propone Arreda la tua stanza metafisica, appuntamento che offre ai più piccoli la possibilità di divertirsi arredando una stanza vuota, una rielaborazione scherzosa del dipinto di de Chirico Interno metafisico con biscotti. Passando virtualmente da Villa Borghese a Villa Torlonia, il Museo della Casine delle Civette propone, sabato 2 maggio, il racconto della dimora del Principe Giovanni Torlonia con i nuovi appuntamenti de La Casina delle Meraviglie.

PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI – Sabato 2 maggio, per la rassegna La Democrazia dello Sguardo, è previsto l’incontro con Giovanna Silva e Alberto Saibene dal titolo “Basilico prima di Basilico”. A partire dalle foto di un viaggio giovanile in Iran di Gabriele Basilico, Humboldt Books indaga negli archivi di fotografi, registi, architetti e artisti per tirar fuori dai cassetti viaggi memorabili, esplorazioni nella conoscenza, reportage poi dimenticati. On line è anche la mostra di Jim Dine, uno dei maggiori protagonisti dell’arte americana, il cui lavoro, radicale e innovativo, ha avuto un grande impatto sulla cultura visiva contemporanea, in particolare su quella italiana degli anni Sessanta. In programma, in vista della riapertura del museo, anche l’esposizione del World Press Photo, che ospiterà le foto finaliste del prestigioso concorso internazionale di fotogiornalismo, che dal 1955 premia ogni anno i migliori fotografi professionisti.

CASA DEL CINEMA – Per il 1 maggio, in occasione della festa dei lavoratori, è prevista un’edizione speciale con le riflessioni di Giorgio Gosetti , mentre sabato 2 maggio sarà il momento del ricordo di Bernardo Bertolucci con la presentazione di Bertolucci si racconta: l’ultima masterclass al festival di Bari, una delle ultime uscite pubbliche del regista, intervistato da David Grieco. Sarà anche pubblicata l’intervista fatta un anno dopo allo stesso Grieco, in cui il giornalista ricorda quell’incontro e la sua amicizia con Bertolucci. Sempre il 2 maggio, secondo appuntamento con la rubrica Cinema da leggere e il testo tratto da Tristana: dal libro di Benito Pérez Galdós al film di Luis Buñuel di Marco Ottaiano. Domenica 3 maggio, infine, sarà dedicata come sempre al documentario con i consigli di Maurizio Di Rienzo, curatore della rassegna ItaliaDoc, che parlerà di Arrivederci Saigon di Wilma Labate.

TEATRO DI ROMA – Questa settimana è doppio l’appuntamento con prestigiose voci d’oltre confine: il 1 maggio alle ore 19 con il teatro sovversivo, poetico e creativo di Tiago Rodrigues, regista portoghese e direttore del teatro nazionale di Lisbona; sabato 2 maggio alle 21 l’incontro è con il maestro della scena contemporanea, che va al cuore dell’identità politica e sociale del teatro, con sguardo rivolto anche ai classici e grande forza espressiva, Thomas Ostermeier, regista tedesco e direttore della Schaubühne di Berlino.Venerdì 1 maggio alle 11.00 il Piero Gabrielli lancia sul web il video clip CHIUSO DENTRO CASA, una canzone collettiva per raccontare, in musica e parole, le sensazioni di oltre 140 ragazzi e famiglie che hanno partecipato alla creazione del testo tramite il tutorial online e i laboratori condotti dal regista Roberto Gandini, orchestrando la creatività di ragazzi con e senza disabilità, attraverso il lavoro di docenti e teatranti. Sempre il 1 maggio, alle ore 16.00, Gabriele Portoghese porta in voce alcune composizioni poetiche di Juan Rodolfo Wilcock, accompagnato da un ritratto del poeta argentino ad opera di Edoardo Camurri.

Angela Franco