Pier-Paolo-Pasolini
Domenica 29 ottobre si ripercorre la vita del grande intellettuale con una serie di immagini e filmati multimediali, proiezione di film e altro ancora

L ‘EVENTO – Il 29 ottobre si ripercorre la vita e la professione dello scrittore, opinionista, giornalista e regista Pier Paolo Pasolini, con una serie di stupefacenti immagini a grande formato con ben 3 film e il biopic di Abel Ferrara. Avverrà anche la presentazione: “Maledetti & anomali – Pier Paolo Pasolini” (Lithos Editore) di Maurizio De Benedictis. Alle 17: 30 sarà proiettato il film “Accattone” del 1961, alle 19:30 “Ricotta” del 1963, alle 20:30 “Salò o le 120 giornate di Sodoma” del 1975 e alle ore 22:30 sarà presentato il film “Pasolini” di Abel Ferrara, del 2014.
IL RICORDO – Due anni fa, in occasione del 40° anniversario della morte del grande intellettuale, era stato proposto un ricco calendario di eventi, spettacoli, manifestazioni e reading organizzati sia a Roma che in molte altre città italiane. Quello che Pasolini descrive è un paesaggio antropologico di spregiudicatezza e pudore, violenza e bontà, brutalità e dolcezza, ma anche ironia e divertimento, per un viaggio alla ricerca del “furore” da rappresentare: la candida, cinica, disperata vitalità di una generazione intenta ad assecondare il naturale istinto di sopravvivenza.
L’ELOGIO DELL’EMARGINAZIONE – Il dialetto romano diviene, nella produzione poetica pasoliniana, un punto di forza simbolico ed espressionista, che pone lingua e interpretazione al centro del mondo. Gli emarginati rappresentano il nucleo centrale del pensiero e dell’opera dell’artista, da sempre attento a raccontare le periferie ai margini della società, le storie di povertà e disperazione, in cui ragazzi nati orfani d’innocenza riversavano per le strade le loro vitalità emarginate.
INFORMAZIONI UTILI – La mostra di Pasolini sarà presentata a partire dalle 17:00 all’Ex Dogana, a via dello Scalo di San Lorenzo 10.

Angela Franco