Schermata-2020-07-29-alle-15.24.00-758x424

Dal 2 al 12 settembre si svolgerà la 77°esima Mostra del Cinema di Venezia, con un ricco programma di film in concorso 

L’EVENTO – La 77esima mostra del Cinema, organizzata dalla Biennale di Venezia e diretta da Alberto Barbera, si svolgerà dal 2 al 12 settembre 2020, nonostante le tante difficoltà, dovute  all’emergenza Covid. La madrina del Festival è l’attrice Anna Foglietta, che ha condotto l’evento nella serata inaugurale dal palco della Sala Grande, il 2 settembre, e avrà l’onore di assegnare i premi, il 12 settembre. L’evento si è aperto con un omaggio al Maestro Ennio Morricone scomparso il 6 luglio 2020: ‘La Roma Sinfonietta’, diretta dal Maestro Andrea Morricone, figlio di Ennio, ha eseguito sul palco della Sala Grande del Palazzo del Cinema ‘Il tema di Deborah’, composta per la colonna sonora del film ‘C’era una volta in America’ di Sergio Leone. Il film di apertura della Mostra, presentato fuori concorso, è stato Lacci, diretto da Daniele Luchetti, con un cast d’eccezione.

I FILM IN CONCORSO – Sono quattro i film italiani in concorso alla 77°esima Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia: Le sorelle Macaluso di Emma Dante, tratto da una pièce teatrale scritta dalla regista sul tema della famiglia e sui legami di sangue, Miss Marx di Susanna Nicchiarelli, che racconta la storia della seconda figlia di Marx, una delle prime donne ad accostarsi al femminismo. Il terzo film è Padrenostro di Carlo Noce, che rievoca la vicenda dell’attentato al padre vicequestore, interpretato da Pierfrancesco Favino, per mano dei Nap, durante gli anni di piombo e  infine Notturno di Gianfranco Rosi, frutto di tre anni di esplorazione tra i confini di Siria, Iraq, Kurdistan, Libano.

I FILM FUORI CONCORSO – Non meno interessante il ricchissimo Fuori concorso, che schiera, oltre al già citato Lacci di Daniele Luchetti, interpretato da Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Salvatore Ferragamo: The Shoemaker of Dreams di Luca Guadagnino, che racconta la storia del del “ciabattino delle star”. Tra i titoli non fiction sono stati annunciati, per la stessa sezione fuori concorso, Greta su Greta Thunberg di Nathan Grossman, La verità sulla Dolce Vita di Giuseppe Pedersoli, Paolo Conte,via con me di Giorgio Verdelli. È fiction invece Lasciami andare di Stefano Mordini, girato durante l’acqua alta a Venezia, che chiuderà fuori concorso il festival. Non odiare è l’unico film italiano nella sezione della Settimana della critica della 77esima Mostra di Venezia: al centro della pellicola, che Alessandro Gassmann considera il proprio “film di rilancio”, c’è un fatto di cronaca realmente accaduto in Germania, la decisione di un chirurgo di origine ebraica di non operare un paziente con una svastica tatuata sul braccio.

Angela Franco

Foto: hotcorn.com