Isola ecologica small

La necessità di dotare il Municipio IX di isole ecologiche è molto avvertita. Ma si fatica ad individuare le aree adatte. Quelle indicate da Tronca, in 2 casi su 3, hanno però raccolto un’unanime bocciatura.

UN’ ESIGENZA REALE – Il Municipio IX ha bisogno di nuove isole ecologiche. E’ una necessità dettata dalle distanze che molti cittadini  devono percorrere per conferire i loro rifiuti ingombranti o speciali. D’altra parte la presenza di isole ecologiche è necessaria anche ad ospitare i mezzi meccanici di Ama, facendo loro risparmiare tempo negli spostamenti. Cosa che dovrebbe rendere più efficace il loro lavoro.

LE AREE INDIVIDUATE – Il Municipio IX ha bisogno di isole ecologiche e non ne ha mai fatto mistero. Tuttavia quelle che l’ex Commissario Tronca aveva individuato, in due casi su tre non corrispondono alle necessità del territorio. Fatto salvo per l’ex Campo Nomadi di Tor de’ Cenci, attualmente utilizzato come deposito di cassonetti, le altre due soluzioni trovate non sono piaciute a nessuno. Su via di Spregamore e via Remondini (Trigoria), sussistono delle grosse perplessità. I primi a farle notare sono stati i consiglieri d’opposizione Massimiliano De Juliis (Fratelli d’Italia) e Alessandro Lepidini (Partito Democratico). Quasi contemporaneamente sono insorti contro quelle aree che, l’allora Presidente di Ama, aveva comunicato al Municipio IX.

LE OBIEZIONI – “L’utilità delle isole ecologiche è fuori discussione, poichè ci consente di gettare vicino casa ed in forma gratuita, i rifiuti che non possiamo conferire col porta a porta – aveva commentato il Consigliere di Fratelli d’Italia – La questione è però un’altra. Nel caso di via dei Remondini, l’area selezionata è vicina ad una scuola. Invece nel caso di Spregamore, è proprio sotto le case. Sono scelte del tutto irrazionali”. Dello stesso tenore le dichiarazioni del Consigliere democratico. “A Trigoria si è pensato di realizzare un’isola ecologica  in un’area dove sono presenti un nido ed un campo sportivo. A Spregamore invece al centro di un quartiere. Questo però significa che chi ha preso tali decisioni  non ha alcuna conoscenza dei territori – ha sottolineato il Consigliere, prima di annunciare l’intenzione di – contrastare con ogni mezzo queste scelte, fin quando non otterremo lo stralcio delle due aree dalla delibera di Tronca”.

LA RICERCA DI NUOVE AREE – La questione delle isole ecologiche di Trigoria e Spregamore è stata affrontata prima in Commissione ambiente del Municipio e successivamente in Giunta. La decisione della squadra di governo è stata quella di chiedere di “sospendere momentaneamente la procedura di consegna  delle aree”. Al tempo stesso, la Giunta D’Innocenti ha chiesto  “alla Direzione Tecnica del Municipio IX di sottoporre  un ulteriore elenco di aree comunali disponibili presenti nelle stesse zone”. Un elenco già esiste. Poichè un’analoga richiesta era già stata fatta dalla Giunta Santoro nel 2014. Anche quelle aree, per varie ragioni vennero scartate. Sarà possibile individuarne altre?

Fabio Grilli