Il prossimo futuro

L’arrivo di nuove cubature previste con lo Stadio, la Business Area ed il nuovo quartiere di Casal Grottoni, avranno ripercussioni sulla viabilità del quadrante, che dovrà fare i conti anche con l’unificazione dell’Ostiense con via del Mare.

L’OSSERVATORIO – Da qualche mese, anche per impulso dell’ex Assessore Caudo, si è costituito un Osservatorio sullo Stadio. Ne fanno parte i Comitati di Quartiere di Decima Torrino, Magliana Arvalia e Torrino Nord, ovvero delle aree che saranno interessate dagli sviluppi previsti a Tor di Valle. Nonostante il progetto definitivo sia stato consegnato alla Regione, questi cittadini continuano a lavorare per segnalare ed affrontare, spesso con specifiche proposte, le criticità emerse.

I TEMI AFFRONTATI – “Ci siamo già visti una decina di volte, ed abbiamo preparato e condiviso un documento – ci spiegano Augusto Garzia e Domenico Lantieri del CdQ Torrino Decima – ci siamo concentrati su alcuni temi, come l’ambiente e dunque il parco fluviale e quello urbano; la cantierizzazione e le relative conseguenze; la mobilità su ferro e su strada”. A proposito di quest’ultimo aspetto, si registrano diverse criticità. Il CdQ continua ad esprimere il desiderio che la ferrovia Roma Lido e la stazione Tor di Valle siano potenziate. Invece sul piano della viabilità, ci sono diversi rilievi.

SENSO UNICO – “L’unificazione dell’Ostiense e della via del Mare, creerà delle strade a senso di marcia unico” ricordano i due cittadini. Questo aspetto, avrà delle conseguenze per Torrino e Decima. “Intanto abbiamo notato che il sottopasso del Fosso del Torrino, viene praticamente chiuso. Da lì, almeno a giudicare dal progetto che abbiamo guardato, non è previsto un imbocco verso via Ostiense” ricorda Augusto Garzia, Vicepresidente del CdQ. C’è poi un’altra criticità che viene evidenziata. “Da via Sansotta c’è una complanare che bordeggia tutto il Torrino, e che porta il traffico in direzione Roma. Non sarà quindi possibile andare verso Ostia, se non percorrendo questa complanare, arrivando fino ad una rotatoria che poi ti riporta indietro. Un po’ come avviene sulla Laurentina, con il quartiere di Fonte Laurentina”.

IL NUOVO QUARTIERE – A rendere ancora più complicato il quadro della viabilità, sembra contribuire un’altra edificazione: il futuro quartiere di Casal Grottoni. Non c’entra nulla con lo Stadio, ma le conseguenze saranno ugualmente avvertite nel quadrante del Torrino. “L’Assessore Caudo ha ridotto del 25% le cubature previste per  Casal Grottoni, che saranno ad uso principalmente residenziale – ci spiega Garzia – il problema è che però non sono previsti sbocchi esterni per gli abitanti che, da lì, vorranno andare verso il Centro. Per farlo, dovranno passare per via Shangai e quindi per via Cina, o da via Fiume Giallo, e dunque sempre per via Cina. In definitiva – conclude il Vicepresidente del CdQ – dovranno passare sempre per il Torrino. Se così fosse, aumenteranno inevitabilmente i volumi di traffico”.

Fabio Grilli