47022039_1316319591844096_563247886712700928_n

Al Teatro Vascello il  documentario Giosetta Fioroni. Pop Sentimentale. Uno sguardo sulle difficoltà per imporsi come artista donna ed i racconti delle amicizie con Fellini, Schifano e Duchamp.

IL PROGETTO – L’evento Giosetta Fioroni Pop Sentimentale fa parte della rassegna FIATO D’ARTISTA. Amori eroici e Artisti rivoluzionari a Piazza del Popolo negli anni ’60, di Evita Ciri e Nicola Campiotti. Il progetto è liberamente tratto dal libro omonimo di Paola Pitagora, edito da Sellerio e dedicato ai protagonisti che animarono piazza del Popolo a Roma nel decennio tra il 1958 e il 1968, in programma dal 29 novembre al 9 dicembre al Teatro Vascello. Si tratta di un lavoro improntato sulla vita e l’opera dell’ultima esponente della scuola romana di Piazza del Popolo, Giosetta Fioroni, unica donna del gruppo che può essere considerata la risposta italiana alla Pop Art degli USA, senza dubbio annoverata tra gli artisti più riconosciuti nel panorama internazionale.

L’EVENTO –  La produzione è stata realizzata in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà ed è stata arricchita da diverse fonti documentarie e di repertorio. L’opera inoltre si completa con le interviste ad amici, artisti, stilisti, critici, curatori che l’hanno incontrata e hanno condiviso con lei affetti e passioni. Il documentario è, dal 26 ottobre 2018, in programmazione sul canale Sky Arte ed è stato scelto per la sezione a concorso dedicata ai documentari dell’11º Festival del Cinema Italiano di Madrid in programma dal 22 al 28 novembre 2018. A seguire, dopo la proiezione e alle ore 19.00, avrà luogo la conferenza “L’avanguardia di piazza del Popolo”, una tavola rotonda con Daniela Lancioni, Senior Curator del Palazzo delle Esposizioni e il critico d’arte Ludovico Pratesi, sui temi della rassegna.

IL DOCUMENTARIO – Scritto da Didi Gnocchi, sceneggiato da Sabina Fedeli, presentato da Piero Mascitti e diretto da Gabriele Raimondi, il documentario ripercorre in dettaglio la carriera di Giosetta Fioroni con una serie di mostre e di incontri a Roma, Mosca, Parigi, nella campagna veneta e Milano, dove le è stata recentemente dedicata una grande retrospettiva, inaugurata nella primavera 2018 al Museo del ‘900. Attraverso la sua testimonianza diretta, torna a rivivere una stagione dell’arte e della cultura italiana, nonché uno sguardo ‘femminile sul femminile’ di estrema attualità attraverso il quale i racconti sposano tanto le memorie sulla difficoltà personali in quanto donna per imporsi a livello artistico, quanto aneddoti su colleghi ed amici che ha intersecato nel corso della sua carriera, da Mario Schifano a Federico Fellini e Marcel Duchamp.  Su tutti, il ricordo dell’amore per il compagno, lo scrittore Goffredo Parise, con cui ha attraversato con leggerezza e lucidità i conflitti sociali e ideologici di quegli anni.

INFORMAZIONI UTILI – Il documentario verrà proiettato lunedì 3 dicembre alle ore 18 al Teatro Vascello in via Giacinto Carini 78. L’ingresso è libero ma è consigliabile prenotare al numero
06-5881021 o via mail:  amministrazione@teatrovascello.it

Angela Franco