cassonetti-sui-marciapiedi-5

Il resoconto di AttivaMente Cecchignola della riunone svoltasi con la Giunta D’Innocenti in tema di gestione dei rifiuti. Ecco tutte le richieste che sono state fatte ad Ama ed al Municipio IX. 

Nel pomeriggio del 12 ottobre,  con una delegazione dell’Assemblea di Quartiere, siamo stati ricevuti dal Presidente del IX Municipio D’Innocenti alla presenza dell’ Assessore all’Ambiente Antonini e del responsabile AMA di zona Napoleoni. La riunione ha avuto ad oggetto l’ emergenza rifiuti di Castello della Cecchignola ed in particolare il problema della disposizione dei cassonetti condominiali.

Abbiamo da subito ricordato ad AMA le promesse che ci aveva fatto durante l’estate circa la sostituzione dei cassonetti danneggiati, chiedendo di provvedere in tempi brevi. Entrando poi nel merito della questione abbiamo illustrato tutte le difficoltà dei condomini nella disposizione dei cassonetti, che ad oggi in diversi casi occupano i marciapiedi del quartiere e per i quali abbiamo chiesto una soluzione rapida secondo le indicazioni emerse durante l’ultima assemblea di quartiere.

Abbiamo sottolineato come la questione non sia più rimandabile, poiché l’ attuale posizionamento dei cassonetti non permette il corretto conferimento dei rifiuti causando problemi ad AMA nel ritiro (oltre ai problemi di AMA stessa, che certo non è impeccabile) e con la logica conseguenza di avere rifiuti sparsi per tutto il quartiere.

Ci siamo informati circa la possibilità di una soluzione come quella che pare sarà adottata nella zona del laurentino, con cassonetti stradali dotati di cip per il riconoscimento di chi conferisce il rifiuto, ci è stato tuttavia detto che è una soluzione costosa che sarà adottata lì in via sperimentale e che per ora non è prevista in altri quartieri, almeno non in tempi brevi.

Infine abbiamo proposto di sostituire gli attuali cassonetti (capienza 320 litri) con cassonetti più grandi (capienza 1100 litri) che sviluppandosi maggiormente in altezza occupano una superficie totale ridotta.

Questa possibilità darebbe molte più opzioni per la disposizione dei cassonetti condominiali e proprio su questa base abbiamo trovato l’accordo con Municipio e AMA: Nei prossimi 15 giorni avvieranno lo studio di questa opzione per poi organizzare un sopralluogo nel quartiere per trovare una soluzione definitiva che sia opportuna per tutti i condomini.

Attendiamo quindi aggiornamenti, sperando che si possa arrivare il prima possibile alla conclusione positiva di questa vicenda.

AttivaMente Cecchignola