Raddoppiata la presenza degli agenti accertatori di Ama, da Tor de’ Cenci al Laurentino fioccano le prime multe per chi conferisce male i rifiuti.


Guerra ai rifiuti. Ed a chi li conferisce in maniera inappropriata, gettandoli tutti in un unico cassonetto. La guerra è dichiarata anche a quanti sono abituati a caricarsi i sacchi di spazzatura in auto, per lasciarli inesorabilmente nei quartieri dove il porta a porta non è mai partito. “E’ iniziata la fase repressiva e grazie alla collaborazione di Ama, sono stati più che raddoppiati gli agenti accertatori – ha fatto sapere Marco Antonini, Assessore all’Ambiente del Municipio IX – ad inizio ottobre erano già decine le multe elevate”. Basterà intensificare i controlli su strada, per migliorare il decoro di Spinaceto Tor de’ Cenci e Laurentino? Sarà il tempo a stabilirlo. Intanto, per il futuro, è al vaglio anche l’adozione dei “cassonetti con il badge”. La guerra al degrado va tuttavia condotta ad ampio raggio. Ascoltando le segnalazioni dei cittadini che si rimboccano le maniche. Come ad esempio nel territorio delle “Cinque Colline”, dove recentemente si è scesi in strada per ripulire via Laurentina. O come nel caso di Vitinia dove il CdQ continua a segnalare l’abbandono di rifiuti nella valle del Risaro e nel fosso di Malafede. O come nel caso di via Soncelli a Mostacciano. Servono controlli anche lì.

cassonetti-con-badge-copia

 

RACCOLTA STRADALE – Bocciata l’ipotesi della raccolta porta a si valuta l’introduzione di cassonetti con il badge

 

 

 

malnome-small

 

I DANNI ALL’AMBIENTE – Il fosso di Vallerano e la Valle del Risaro continuano ad essere trattati come discariche