15.8 C
Rome
giovedì, 18 Agosto 2022

Garbatella: il flamenco italiano d’autore approda al RomArt Factory

Matteo D’Agostino, chitarrista e compositore romano innamorato del flamenco, sta per debuttare con il suo disco.  Appuntamento al RomaArt Factory di via Stanislao Carcereri 7. 

Nella Capitale, dopo il successo dei due concerti a New York al “El Barrio” e al “Nai Tapas”, si esibirà il 26 gennaio al RomArtFactory e sempre a Roma presenterà il suo disco al Teatro del Lido il prossimo 7 aprile.

Chi è Matteo D’Agostino

La critica lo acclama come un musicista dotato di una tecnica eccezionale, di una capacità compositiva notevole che abbraccia e fonde molti stili, di un’esecuzione emozionante e viscerale. Il pubblico, dal canto suo, lo apprezza moltissimo dal vivo, poiché i suoi concerti toccano momenti di altissimo lirismo musicale, grazie al quale Matteo D’Agostino fa magistralmente leva sulla sensibilità di chi l’ascolta. Il tutto senza stucchevoli virtuosismi, ma con la semplicità di cui solo i grandi talenti sono dotati. La sua carriera nel magico mondo del flamenco ha conosciuto il suo apice nella collaborazione con il bailaor “El Farru”, membro dell’ultimo gruppo di Paco De Lucia, nello spettacolo “Por Un Sueño“, sognato, ideato e suggerito dallo stesso Paco de Lucia.

Lo spettacolo “¡Aquí Me Encuentro!”: la fusione di tanti generi musicali

“Dopo anni di tournée e di lavoro come freelance” dichiara D’Agostino, “ho deciso di prendermi il tempo e lo spazio per creare un progetto mio e dopo quattro anni di lavoro è nato lo spettacolo “¡Aquí Me Encuentro!” che vuol dire “Eccomi Qui!”. Una dichiarazione d’amore per la musica e per un genere musicale, il flamenco, al quale mi dedico e sono devoto da oltre quindici anni.  Parlando del suo progetto musicale, il chitarrista spiega che  “costituisce il punto d’incontro di tutte le influenze musicali che ho assorbito e che negli anni mi hanno emozionato, assumendo come per magia la forma del flamenco, la musica che attualmente sento più mia.

“Il Cd quindi” prosegue il musicista, “si presenterà come un ensemble di otto composizioni originali, una sorta di suite, insomma, ispirate agli stili musicali flamenchi (palos) più conosciuti, come Bulerias, Alegrias, Tangos, Rumba, e così via. Il tutto influenzato da altri generi musicali come il jazz, la bossa-nova e la musica classica.”

 La raccolta fondi

Al momento Matteo D’Agostino è impegnato nel crowdfunding per la produzione del disco dallo spettacolo “¡Aquí Me Encuentro!”, la cui uscita è prevista per la metà del mese di marzo. Il crowdfunding è iniziato il primo Dicembre e termina il 30 Gennaio. Ad oggi dei 4,500€ D’Agostino ha raggiunto 1,500€. Alcuni brani del disco saranno arrangiati con la collaborazione di un quartetto d’archi e con la partecipazione straordinaria del cubano Juan Carlos Zamora, oltre a quella del batterista e percussionista con cui D’Agostino ha ideato il progetto, ovvero Luca Caponi.
“Passione è felicità” e chi vuole sostenere questa passione può contribuire qui https://www.chitarraflamenca.it/

Dello stesso autore

Al Museo Civico di Zoologia riapre la mostra “La Via delle Api”

Dal 4 febbraio fino al 29 maggio torna il percorso espositivo dedicato al mondo delle api e al ruolo che esse svolgono per la...

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale Non è una pantera nera bensì potrebbe essere...

Giornata Mondiale del pinguino: un’altra vittima del riscaldamento terrestre

L’impatto del riscaldamento terrestre sul clima antartico rischia di causare la perdita d’importanti colonie Se non ci sarà un’inversione di tendenza anche i pinguini rischiano...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,967FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

Serra moresca: riapre al pubblico il complesso situato all’interno di Villa Torlonia

Inserito nel circuito dei Musei di Villa Torlonia, il complesso della Serra Moresca è stato ristrutturato e riaperto al pubblico  Oltrepassato il cancello che affaccia su via...

CODA: Il film trionfa nella notte degli Oscar vincendo ben tre statuette

Il film che ha emozionato l'America è la versione in lingua inglese de "La famiglia Bélier" Era candidato a tre premi Oscar e li ha portati a...

Lince iberica, in ripresa ma resta il felino più raro d’Europa

La lince iberica è il felino più minacciato del vecchio continente. Grazie agli sforzi messi in campo dal WWF e dall’Unione Europea oggi ci...

E’ stata la mano di Dio: l’ultimo film di Sorrentino finalista agli Oscar 2022

“E’ stata la mano di Dio”, ambientato nella Napoli degli anni ’80, epoca del mito di Maradona, è finalista agli Oscar 2022 come miglior...

Al Museo Civico di Zoologia riapre la mostra “La Via delle Api”

Dal 4 febbraio fino al 29 maggio torna il percorso espositivo dedicato al mondo delle api e al ruolo che esse svolgono per la...