Erri de LUca

A Casette Rossa lo scrittore Erri de Luca ed il celebre Chef Rubio preparano un pranzo speciale. Serve per lanciare la campagna “il pasto sospeso”, a favore dei transitanti ospiti al Baobab.

UNA BELLA INIZIATIVA – A Napoli si chiama il “caffè pagato”. Ed è un’ abitudine che porta i clienti dei bar, a lasciare i soldi per un espresso a chi, volendoselo bere, non ha i soldi per acquistarlo. A Garbatella invece, questa tradizione, è stata reinterpretata. E si è trasformata in una ammirevole iniziativa: “Il Pasto sospeso”.

IL PASTO SOSPESO – Si tratta di  “una buona pratica di mutualismo e di accoglienza rivolta ai migranti transitanti ospitati da Baobab Experience ed a quanti vivono in condizioni di disagio e povertà” fanno sapere gli organizzatori dell’iniziativa, voluta da Casetta Rossa e dalla Fondazione Erri De Luca. E sarà proprio lo scrittore partenopeo, giovedì 2 febbraio alle ore 12, a lanciare insieme a Chef Rubio quest’importante iniziativa.

COME FARE – Attraverso questa campagna, si ha la possibilità di offrire uno o più pasti, ognuno per il valore di 5 Euro, con donazione diretta presso Casetta Rossa o attraverso bonifico. L’appuntamento è giovedì 2 febbraio alle ore 12 a Casetta Rossa, via Magnaghi 14, a Garbatella.

Redazione