Tante le possibilità di trascorrere il tempo libero tra passeggiate per mercatini, spiagge o visite culturali a mostre e musei

I MERCATINI – Con la fase 3 Roma si è rianimata, soprattutto nel fine settimana. Ora che siamo tornati a una vita più regolare e con maggio tempo libero possiamo trascorrere il week-end passeggiando e facendo compere fra i numerosissimi e divertentissimi mercati di Roma. Uno dei più famosi è quello di Ponte Milvio, dove si possono trovare mobili, accessori oggetti d’epoca e da modernariato, prodotti regionali biologici e una fitta presenza di artisti, pittori, scultori, decoratori e artigiani. Inneggiato da una celebre canzone romanesca e ripreso nelle pellicole dei film del Neorealismo italiano, il mercatino di Porta portese prende il nome dalla piazza omonima. Per i visitatori e i turisti oltre alla possibilità di trovare vestiti nuovi e usati, prodotti e accessori per la casa, la pulizia e l’igiene, molte bancarelle propongono cosmetici e prodotti etnici, vecchi CD, i vinili, stampe vecchie e giornali storici, nonché pezzi d’antiquariato per i più appassionati. Il mercato Monti invece si trova dentro una famosa sala conferenze, quella del Grand Hotel Pala. Non è propriamente solo un’esposizione di prodotti, ma una vetrina per fantasiosi designer, stilisti e innovatori. C’è spazio anche per l’artigianato e i prodotti sartoriali fatti a mano. Il mercato di Garbatella si trova nel parcheggio del Carrefour Market della Garbatella: fra gli oggetti d’interesse ci sono accessori vintage,di antiquariato, quadri, libri, fumetti, dischi e giocattoli, apparecchi elettronici. Il mercatino di Coppedè si trova nel particolare quartiere omonimo, si svolge ogni domenica dentro al cortile della Chiesa di Santa Maria Addolorata con un artigianato manifatturiero di prima classe. E numerosi sono anche i mercatini vintage e gli storici mercati di Campo de’ fiori, delle Capannelle, di via Sannio.

LE SPIAGGE – Ostia Lido è sicuramente la spiaggia più vicina, facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, è la soluzione più comoda anche per chi ha poco tempo. Una volta arrivati si può scegliere tra spiaggia libera e stabilimenti balneari attrezzati e, se dopo il bagno si vuole fare una visita culturale, il sito archeologico di Ostia Antica è l’ideale! Altra nota località marittima è Fregene. Spesso associata alla vita notturna e mondana, dista da Roma circa una cinquantina di minuti ed è facilmente raggiungibile anche in autobus. Il litorale di Santa Marinella non è solo affascinante per il mare pulito sia all’altezza degli scogli dove gli appassionati vanno per la pesca sia nella zona più frequentata e maggiormente balneabile, ma presenta per i turisti e chi vuole staccare dalla routine quotidiana ville e abitazioni in stile liberty. Il più importante e meraviglioso centro balneare si trova a Santa Severa, dove si ha la possibilità di prendere il sole ai piedi dell’omonimo castello. L’imponente struttura ‘divide’ in due il litorale lasciando da una parte la spiaggia bianca, ricca di stabilimenti, e dall’altra la spiaggia nera, così chiamata per la sua sabbia scura di origine vulcanica. Anche Sperlonga, come Fregene è una meta nota come località alla moda che vanta, oltre a una mezzaluna di sabbia bianca, anche un meraviglioso borgo medievale con case arroccate da visitare, l’ideale per combinare un tuffo al mare con una visita. Anche Sabaudia è una località molto frequentata: circondata dal Parco Nazionale del Circeo, attira ogni anno turisti ma anche volti noti su questo angolo di litorale. Da non perdere anche Torre Astura,nel territorio della città di Nettuno, provincia di Roma, a circa dieci km a sud-est dal centro abitato e la spiaggia Grotte di Nerone ad Anzio: la sua particolarità consiste nel fatto che il tratto libero è quello dove si trovano le rovine in laterizi di epoca imperiale, all’interno di una rinomata area archeologica che accoglie la Villa imperiale di Nerone, a picco sul mare.

GLI EVENTI – Il 27 e il 28 giugno tornano le Giornate FAI all’aperto, un’edizione speciale per permettere di godere in sicurezza dello straordinario patrimonio d’arte e natura del nostro Paese.Ogni anno il 29 giugno Roma celebra la festa dei patroni della città, i santi Pietro e Paolo: oltre alla Cerimonia a San Pietro, celebrata con una messa papale alle 10:00, è prevista alle 16:00 la regata di canoa sul fiume Tevere, alle ore 20:00 a Piazza del Popolo si esibirà la Banda dell’Arma dei Carabinieri e Sbandieratori delle 7 contrade di Orte (VT) e alle ore 21:00 si svolgerà  il tradizionale spettacolo pirotecnico sul Pincio “La Girandola”. I fuochi d’artificio possono essere osservati molto bene da Piazza del Popolo.

LE MOSTRE – Dal 2 giugno al 30 agosto sarà possibile visitare alle Scuderie del Quirinale “Raffaello 1520-2020”, una mostra tematica, a 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio, dedicata a tutta l’attività progettuale dell’artista, dalla pittura alle arti plastiche e decorative, fino all’architettura, l’urbanistica e l’antiquaria. Uno degli eventi più attesi dell’estate romana è la riapertura del MACRO il 17 luglio: è prevista una mostra inaugurale, Museo per l’Immaginazione Preventiva — Editoriale, con 55 opere di artisti contemporanei italiani e stranieri esposte anche in luoghi e angoli inusuali, non destinati all’esposizione. L’ingresso è libero fino al 27 settembre. Da non perdere anche la mostra  di Caravaggio ai Musei Capitolini: un altro genio della pittura fra i più grandi di tutti i tempi. Il suo capolavoro Ragazzo morso da un ramarro è una delle  opere esposte nella mostra Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, dedicata alla figura e alla collezione dell’importante storico dell’arte cui si deve la “riscoperta” del maestro lombardo nel Novecento. La mostra è esposta fino al 13 settembre. La mostra World Press Photo Exhibition 2020 ha aperto al Palazzo delle Esposizioni il 16 giugno, con 139 immagini finaliste del celebre concorso di fotogiornalismo. Al Museo di Roma in Trastevere, fino al 20 settembre, sono esposti gli scatti in bianco e nero di Istanbul e i ritratti di Ara Güler, il grande fotografo turco reclutato da Henri Cartier-Bresson per l’agenzia Magnum e poi corrispondente dal Medio Oriente per il Times. Famosi i suoi ritratti di Federico Fellini e Sophia Loren, Bernardo Bertolucci e Antonio Tabucchi, ma anche Papa Paolo VI e Winston Churchill.

INFORMAZIONI UTILI – E’ consigliabile consultare il sito della mostra di interesse per l’acquisto del biglietto online e per verificare gli orari, i giorni di apertura e le misure di sicurezza adottate.

Angela Franco