Fino a Trigoria

Il vincolo paesaggistico potrebbe non rappresentare un ostacolo per il prolungamento del filobus fino a Trigoria Serve adesso trovare i fondi. Non si esclude il ricorso a quelli dell’UE. 

L’OBIETTIVO – Prolungare il Corridoio della Mobilità, raggiungendo anche il quartiere di Trigoria. E’ questo l’obiettivo che tanto i residenti, quanto il Municipio IX, sembrano essersi posti. Un traguardo che però è tutto da costruire, poichè ad oggi i finanziamenti per il tracciato successivo a Fonte Laurentina, non esistono. D’altra parte, ancora non è certo neppure il percorso che il filobus dovrebbe compiere.

LA RICHIESTA DEI CITTADINI – Secondo il Comitato di Quartiere, “è essenziale che passi per Casal Fattoria e la rotatoria di Gutenberg, ovvero nell’area verde. L’altra soluzione, quella che prevede il transito per via Alvaro del Portillo, raggiungendo infine il Campus, non è altrettanto utile per gli abitanti di Trigoria” ricorda Fabio Manfredi, Presidente del CdQ. La richiesta, è stata recepita anche dal Municipio, soprattutto per il lavoro svolto dalla Commissione ambiente. Dopo aver ripetutamente ascoltato Roma Metropolitane, responsabile della progettazione, l’ente di prossimità ha condiviso una proposta.

I FONDI DELL’UNIONE EUROPEA – Il 10 novembre, il Consiglio ha approvato all’unanimità una risoluzione, “con la quale si rilancia il progetto di prolungamento del Filobus fino a Trigoria, ovvero Casal fattoria, Torretta, Gutenberg fino al Campus biomedico” ricordano i Consiglieri Democratici Alessandro Lepidini e Giuseppe Contenta. Inoltre, viene messo nero su bianco anche la richiesa “i verificare la finanziabilità del completamento del corridoio attraverso l’accesso ai fondi dell’Unione Europea della programmazione 2014-2020″ ricordano i due democratici.

IL VINCOLO AGGIRABILE – La questione da affrontare, riguarda la possibilità di far passare il filobus, in un’area verde soggetta a vincolo. “Il progetto si era arenato a causa dell’intervenuta adozione del vincolo dell’Agro romano meridionale – ricordano sempre Contenta e Lepidini – ma in Commissione municipale abbiamo potuto verificare con i competenti uffici della Paesaggistica la fattibilità del progetto a condizione di una progettazione altamente qualitativa e tale da non compromettesse il paesaggio”. Soddisfatto anche il Capogruppo di Forza Italia, Massimiliano De Juliis “Per due anni e mezzo il progetto si era praticamente fermato e la conferenza dei serivizi non era stata portata avanti. Questo era avvenuto perchè – ricorda anche De Juliis – la Sovrintendenza Archeologica aveva mostrato delle perplessità relativamente al tratto che passa per Casal Fattorie e Torretta. Approfondendo la questione, abbiamo verificato che, se rispettate determinate condizioni, il Corridoio potrà passare per quelle aree”.

ARRIVANO I FILOBUS – Intanto  mercoledì 25 novembre, nel deposito di Tor Pagnotta, sono arrivati i primi filobus. Si tratta di 2 dei 45 mezzi realizzati per i Corridoi della Mobilità. Quello del tracciato Eur- Tor de’ Cenci, è ancora lontano dall’esser realizzato. Per quanto riguarda il percorso che dalla metro Eur-Laurentina, porterà a Fonte Laurentina, i lavori sono invece a buon punto. Manca l’elettrificazione, ma il cavalcavia sul Raccordo Anulare, è in fase avanzata. Vedere in azione i primi mezzi, potrebbe esser solo questione di tempo.

Fabio Grilli

 

La Variante

 

CORRIDOIO EUR TOR DE’ CENCI: Bocciato all’unanimità il nuovo progetto. Per saperne di più clicca qui.

 

 

 

Filobus

 

FILOBUS A TRIGORIA: La partita è ancora aperta. Per saperne di più clicca qui.