11.9 C
Rome
martedì, 21 Settembre 2021

La Libreria Stendhal festeggia la nuova veste con il Festival Italiques

Una settimana d’incontri con autori, illustratori e case editrici d’oltralpe. “Puntiamo a far riscoprire i legami tra la nostra cultura e quella italiana”. Una sfida da vincere con il crowdfunding.

Dal primo dicembre del 2016 la libreria francese di Roma ha cambiato veste. Con la nuova gestione è arrivato un restyling degli spazi interni, ora più adatti ad ospitare manifestazioni culturali. Per festeggiare questa trasformazione, è stato organizzato il festival ITALIQUES.

La nuova veste si accompagna anche ad una nuova mission: “Vogliamo fare della libreria un luogo aperto ed accogliente, destinato a tutti. Uno spazio in grado di proporre incontri e di aprire finestre sul mondo. Di accendere la curiosità in un contesto che premia la dimensione umana – spiega Marie Eve Venturino, neo proprietaria della libreria francese Stendhal – Ma soprattutto puntiamo a creare un luogo che illustri i legami tra le due culture, quella italiana e quella francese, le loro diverse consonanze editoriali e le reciproche influenze”.

D’altra parte il nome dato alla libreria, è di per sé significativo. Stendhal è infatti stato lo scrittore che più d’ogni altri ha subito il fascino di Roma. “E’ stato perdutamente innamorato della Capitale e dell’Italia – ricorda Marie Eve Venturino – Per questo, come autore, si è fatto ambasciatore in Francia della città eterna: Roma”. Il profondo legame che esiste tra le due culture, è dunque già insito nel nome della libreria francese. E sarà il filo conduttore del Festival ITALIQUES.

Una settimana di appuntamenti con autori, illustratori, case editrici francesi che hanno intrecciato un legame con la penisola. Nella scelta dei personaggi o delle ambientazioni presenti nelle loro opere. Dal 23 al 28 ottobre, saranno numerosi gli incontri organizzati in uno spazio totalmente rinnovato, anche nell’offerta culturale.  La Libreria Stendhal è però appena nata, e per dare vita a questo evento, una “première” nella storia della libreria francese, ha lanciato una campagna crowdfunding sulla piattaforma Ulule.  

“L’obiettivo di questo finanziamento partecipato – spiega Marie-Eve – è di garantire la gratuità di tutti gli eventi, coprendo i costi per l’alloggio ed il trasporto degli ospiti. 5500 € è il budget per una settimana di festival: uno o più autori e argomenti ogni giorno! È questo l’obiettivo che ci poniamo per riuscire a mettere in piedi un programma interessante”. Come fare? E’ facile. Basta fare una donazione sul sito Ulule. I donatori riceveranno in cambio un gadget per ringraziarli della loro partecipazione. Anche l’Institut Francais Italia ha recentemente dimostrato il suo sostegno partecipando al finanziamento. “La nostra speranza – conclude la neo proprietaria – è che questo Festival sia solo la prima di una lunga serie di edizioni che si ripeteranno ogni anno”.

Il programma completo di ITALIQUES: https://issuu.com/libreriastendhal/docs/programme_italiques_issuu

 

La libreria francese di Roma ha visto la luce nel 1955. Da allora ha conosciuto tante trasformazioni: chiusure, riaperture, cambi di gestione e di proprietà. Dal 1 dicembre del 2016 una sua ex dipendente, con l’obiettivo di farne uno spazio culturale aperto e partecipato, ha deciso di acquistarla. Da allora Marie-Eve Venturino, divenuta la neo proprietaria, ha provveduto a realizzare una ristrutturazione, terminata ad agosto. Contestualmente ha rinnovato i reparti di scienze umane, religione, letteratura. Ha notevolmente arricchito l’offerta del reparto fumetti ed ha ampliato lo spazio per la letteratura destinata ai bambini ed ai ragazzi. Tutto questo lavoro è stato realizzato con l’idea di poter organizzare incontri ed atelier durante l’anno. ITALIQUES è il primo festival che aprirà questa nuova gestione della libreria Francese Stendhal.

Redazione

Dello stesso autore

Il Serval: tutte le caratteristiche del felino scambiato per una pantera

Le abitudini alimentari, la morfologia e tutte le informazioni su uno dei predatori più diffusi nell’Africa meridionale Non è una pantera nera bensì potrebbe essere...

Giornata Mondiale del pinguino: un’altra vittima del riscaldamento terrestre

L’impatto del riscaldamento terrestre sul clima antartico rischia di causare la perdita d’importanti colonie Se non ci sarà un’inversione di tendenza anche i pinguini rischiano...

In Svezia il primo negozio climatico al mondo: il prezzo dei prodotti è deciso dal loro impatto ambientale

Un negozio climatico dove il costo dei prodotti non è stabilito dal mercato ma dalle emissioni di anidride carbonica. Più è stato il CO2...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Connesso

1,966FansMi piace
129FollowerSegui
- Advertisement -

ULTIME NOTIZIE

World Press Photo: la 64° edizione in mostra al Mattatoio di Testaccio

Per la sua 64° edizione il concorso ha visto la partecipazione di 4315 fotografi da 130 paesi diversi  Torna a Roma, fino al 22 agosto,...

In bici dall’Inghilterra alla Scozia sul Great North Trail

Una pedalata di 1.300 chilometri nell’entroterra della Gran Bretagna lungo il tracciato del Great North Trail Un nuovo percorso si aggiunge ai molti già presenti...

Biodiversità a rischio: ecco perchè ci aspetta un decennio cruciale

Legambiente ha presentato un report con dati allarmanti: la biodiversità continua a diminuire Cattive notizie per molte specie animali e vegetali. Il rapporto sulla biodiversità...

Cordoba: il gioiello dell’Andalusia con la celebre moschea-cattedrale

Una delle "tre grandi" dell'Andalusia, tappa imperdibile di ogni itinerario nella Spagna del Sud, Cordoba conquista i suoi visitatori con le sue atmosfere arabe Cordova...

Australia, trovato un uovo di Emu nano: è estinto da duecento anni

La scoperta dell'uovo di Emu nano ha permesso agli scienziati di formulare interessanti ipotesi sulla specie. King Island, isoletta al largo della Tasmania, può considerarsi...