Libreria Stendhal foto (4)

Una settimana d’incontri con autori, illustratori e case editrici d’oltralpe. “Puntiamo a far riscoprire i legami tra la nostra cultura e quella italiana”. Una sfida da vincere con il crowdfunding.

Dal primo dicembre del 2016 la libreria francese di Roma ha cambiato veste. Con la nuova gestione è arrivato un restyling degli spazi interni, ora più adatti ad ospitare manifestazioni culturali. Per festeggiare questa trasformazione, è stato organizzato il festival ITALIQUES.

La nuova veste si accompagna anche ad una nuova mission: “Vogliamo fare della libreria un luogo aperto ed accogliente, destinato a tutti. Uno spazio in grado di proporre incontri e di aprire finestre sul mondo. Di accendere la curiosità in un contesto che premia la dimensione umana – spiega Marie Eve Venturino, neo proprietaria della libreria francese Stendhal – Ma soprattutto puntiamo a creare un luogo che illustri i legami tra le due culture, quella italiana e quella francese, le loro diverse consonanze editoriali e le reciproche influenze”.

D’altra parte il nome dato alla libreria, è di per sé significativo. Stendhal è infatti stato lo scrittore che più d’ogni altri ha subito il fascino di Roma. “E’ stato perdutamente innamorato della Capitale e dell’Italia – ricorda Marie Eve Venturino – Per questo, come autore, si è fatto ambasciatore in Francia della città eterna: Roma”. Il profondo legame che esiste tra le due culture, è dunque già insito nel nome della libreria francese. E sarà il filo conduttore del Festival ITALIQUES.

Una settimana di appuntamenti con autori, illustratori, case editrici francesi che hanno intrecciato un legame con la penisola. Nella scelta dei personaggi o delle ambientazioni presenti nelle loro opere. Dal 23 al 28 ottobre, saranno numerosi gli incontri organizzati in uno spazio totalmente rinnovato, anche nell’offerta culturale.  La Libreria Stendhal è però appena nata, e per dare vita a questo evento, una “première” nella storia della libreria francese, ha lanciato una campagna crowdfunding sulla piattaforma Ulule.  

“L’obiettivo di questo finanziamento partecipato – spiega Marie-Eve – è di garantire la gratuità di tutti gli eventi, coprendo i costi per l’alloggio ed il trasporto degli ospiti. 5500 € è il budget per una settimana di festival: uno o più autori e argomenti ogni giorno! È questo l’obiettivo che ci poniamo per riuscire a mettere in piedi un programma interessante”. Come fare? E’ facile. Basta fare una donazione sul sito Ulule. I donatori riceveranno in cambio un gadget per ringraziarli della loro partecipazione. Anche l’Institut Francais Italia ha recentemente dimostrato il suo sostegno partecipando al finanziamento. “La nostra speranza – conclude la neo proprietaria – è che questo Festival sia solo la prima di una lunga serie di edizioni che si ripeteranno ogni anno”.

Il programma completo di ITALIQUES: https://issuu.com/libreriastendhal/docs/programme_italiques_issuu

 

La libreria francese di Roma ha visto la luce nel 1955. Da allora ha conosciuto tante trasformazioni: chiusure, riaperture, cambi di gestione e di proprietà. Dal 1 dicembre del 2016 una sua ex dipendente, con l’obiettivo di farne uno spazio culturale aperto e partecipato, ha deciso di acquistarla. Da allora Marie-Eve Venturino, divenuta la neo proprietaria, ha provveduto a realizzare una ristrutturazione, terminata ad agosto. Contestualmente ha rinnovato i reparti di scienze umane, religione, letteratura. Ha notevolmente arricchito l’offerta del reparto fumetti ed ha ampliato lo spazio per la letteratura destinata ai bambini ed ai ragazzi. Tutto questo lavoro è stato realizzato con l’idea di poter organizzare incontri ed atelier durante l’anno. ITALIQUES è il primo festival che aprirà questa nuova gestione della libreria Francese Stendhal.

Redazione