Don Bosco

Concerti gratuiti, mostre artistiche, spettacoli di cabaret e tante bancarelle. A Don Bosco sta per iniziare la quinta edizione della Festa di Fine Estate Cinecittà. Un appuntamento per riannodare i fili con il territorio.

LA CRONACA – Don Bosco nelle ultime settimane ha guadagnato gli onori della cronaca, per due vicende. I funerali di Vittorio Casamonica e la risposta che la piazza, su impulso del Partito Democratico, ha provato ad offrire. Ma il quartiere, tra i più popolosi della Capitale, è anche molto altro. Ed un modo per ricordarsene, sarà la Festa di Fine Estate 2015.

LA FESTA DI FINE ESTATE – Organizzata dal Centro Sociale Anziani la Torretta e dall’Associazione Vie e Piazze Storiche di Cinecittà, la manifestazione si sviluppa nel corso di tre giornate. Si parte il venerdì pomeriggio, con l’animazione per i bambini, a cui seguirà la musica dei Lestofunky Street Band. La serata invece si conclude sul palco con un concerto di una cover band: i Frati Battisti. Sabato e domenica invece le iniziative partono dalla mattina e proseguono fino a tarda serata. Dal palco i balli in costume ottocentesco anticiperanno le esilaranti gag dei “Sequestrattori”, un gruppo d’artisti che ha lavorato per Zelig e Colorado Cafè. La serata sarà chiusa dalla musica dei Pink Floyd e dei Genesis, grazie alla “70’s Rock Band”.

L’IDENTITA’ DEL QUARTIERE – “Il piatto forte quest’anno sono i DIK DIK – ci raccontano gli organizzatori – la tappa romana è stata inserita anche sul loro sito ufficiale. Ed infatti ci hanno chiamato i loro fan dalla Puglia, con l’intenzione di venirli qui ad ascoltare”. Oltre alla musica, agli stand, alle animazioni ed agli spettacoli di cabaret, tra i quali quello di Monsieur David, l’artista che utilizzando i suoi piedi, dà vita a divertenti personaggi, c’è un altro motivo per andare alla Festa di Fine Estate: l’archivio video e fotografico. Dalle 10 di mattina infatti, nella corte della Torretta del Quadraro, saranno affisse delle immagini d’interesse storico. Ritraggono le trasformazioni che il territorio di Don Bosco, ha vissuto nel periodo che va dagli anni Cinquanta ad oggi. Un tuffo nel passato. Ed un motivo in più per non dimenticare che l’identità di questo quartiere, è molto di più di quanto la cronaca ci ha recentemente raccontato.

Redazione

 

P1210220

 

DON BOSCO: La “società civile” prende le distanze dalla manifestazione. Per saperne di più clicca qui.

 

 

 

 

Dado

 

FUNERALI CASAMONICA: Insulti e minacce per il video di DADO. Per saperne di più clicca qui.