festa-arcobaleno-2-600x404

Sabato 9 giugno nel Parchetto di via Molajoli ad Acilia si svolgerà la Festa dell’Arcobalenoorganizzata dal Gruppo 267 di Amnesty International


L’ EVENTO – Attivisti del Gruppo Italia 267 – Litorale Romano – di Amnesty International organizzano il IX Torneo Fiorenza Cocchi sabato 9 giugno 2018 dalle ore 15 alle ore 17, presso il Parchetto di via Molajoli ad Acilia. Il torneo si svolge nella cornice interculturale della Festa dell’ArcobalenoIo non ho paura dei colori, in collaborazione con numerose associazioni ed organizzazioni di volontariato del territorio, ed è una festa per bambini con giochi a premi, caccia al tesoro e animazione. La caccia al tesoro prevede squadre suddivise in due fasce di età: dai 5 agli 8 anni e dai 9 ai 12 anni, con premi per i vincitori, un dono e una merenda per tutti i partecipanti.

IL GRUPPO 267 – Il gruppo 267 di Amnesty International opera su tutto il Litorale Romano e, in collaborazione con altre realtà territoriali, promuove numerose attività culturali e sportive in difesa dei Diritti Umani, tra cui i Diritti dei Minori, in particolare del Campo Rom autorizzato di Acilia Sud. Nel corso dell’evento è previsto anche un concerto di musica dal vivo e un aperitivo multietnico, con la possibilità di visitare gli stand esposti e gustare street food.  Si potranno firmare appelli e petizioni di Amnesty International inerenti alle Campagne in corso: è fondamentale lasciare il proprio contributo per sostenere le cause dell’associazione. 

AMNESTY INTERNATIONAL – Amnesty International è un movimento globale di più di sette milioni di sostenitori, soci e attivisti in ogni parte del mondo che prendono parte a campagne per porre fine a gravi violazioni di Diritti Umani. Da anni questo movimento si batte contro ogni violazione dei i diritti umani sanciti dalla Dichiarazione Universale e da altri standard internazionali. Nel 1977 Amnesty ha ricevuto il premio Nobel per la Pace: la sua credibilità ed il suo prestigio derivano dal rigore, dall’imparzialità e dall’indipendenza economica, religiosa e politica che la contraddistinguono.

Angela Franco

Foto: tabletroma.it