i-beg-your-pardon-824194_640

In occasione dell’evento la libreria Borri Books presenta “Giù le mani dalle donne” di Alessia Sorgato, un manuale di istruzioni per imparare a difendersi dalla violenza e altre ancora le iniziative proposte a Roma.

IL LIBRO– Pubblicato da Mondadori a fine 2014, il manuale di istruzioni per imparare a difendersi- con gli strumenti offerti dalla Legge e dallo Stato – da uomini violenti, prevaricatori o stalker, sta facendo man bassa di premi. “Giù le mani dalle donne” di Alessia Sorgato non è sicuramente un romanzo sulla violenza contro le donne. La sua narrazione non è il frutto dell’immaginazione né un resoconto di violenze subite in prima persona. Questa volta chi racconta è una penalista vittimologa, tra l’altro consulente giuridico della Casa dei Diritti del Comune di Milano, che da un ventennio si occupa di ogni tipo di abuso sul genere femminile. Una che la violenza la combatte “professionalmente”.

LO SGUARDO DELL’AUTRICE– Tra le pagine del libro emergono racconti e tragedie delle assistite, che lasciano spazio a un po’ di story telling, ma su tutto il lavoro domina lo sguardo razionale di una penalista che è scesa più volte nell’inferno delle proprie clienti, per portarle, a volte con fatica, verso la luce di una riconquistata dignità. “Giù le mani dalle donne” è forse più, in questo senso, di un manuale. Ogni situazione di abuso e prevaricazione viene sì approfondita nelle sue dinamiche relazionali e psicologiche, ma soprattutto utilizzata per illustrare tutti gli strumenti, gli organismi, le possibilità concrete e molto spesso gratuite, di cui una donna, oggi, può usufruire per reagire e uscire dall’oscuro tunnel della violenza subita, fisica, economica o psicologica che sia.

IL SUCCESSO– Il libro ha ottenuto numerosi riconoscimenti e ha smosso molte coscienze: sta diventando un piccolo fenomeno cult, tanto che ne è nata una community su Facebook, il cui nome, “Donne che imparano a difendersi”, evidenzia la volontà – da parte di Alessia Sorgato e alcune amiche psicologhe e assistenti sociali – di sostenere chiunque si trovi in un momento difficile e non sappia da dove iniziare per uscirne. Un libro che non solo dovrebbero leggere tutte le donne, visto l’elevato numero di violenze che si continuano a produrre nei loro confronti, ma che sarebbe utile leggessero anche gli uomini. Per non sfiorare mai, neanche col pensiero, l’idea di far valere la legge animale e medievale del più forte. O per inorridire se l’hanno solo per un attimo lambita.

LA MOSTRA– Fino al 29 Novembre la mostra fotografica, inaugurata ieri al Chiostro del Bramante #ConLeDonneXLeDonne, una collezione di ‘scatti’ culturali contro la violenza di genere, tappa cruciale della campagna di sensibilizzazione promossa da Eau thermale Avène e D.i.Re “Donne in Rete contro la violenza”. Massiccia la partecipazione della regione Lazio, con numerosi contributi testuali e fotografici condivisi sul web e di giornalisti e personalità dello spettacolo che hanno scelto di supportare la causa. Con una donazione all’associazione D.i.Re, i visitatori potranno scegliere di avere a casa propria una delle immagini simbolo di questa campagna – sia quelle esposte sia quelle riprodotte a video – e riceverla una volta terminata la mostra. Per informazioni sulla disponibilità delle fotografie si può contattare: laura.fumagalli@havaspr.com

INFORMAZIONI UTILI– La presentazione del libro “Giù le mani dalla donne” avverrà martedì 24 Novembre alle ore 17.30 presso la libreria Borri Brooks in piazza dei Cinquecento.

Angela Franco