contadino

A novembre, con l’autunno che resiste all’arrivo dell’inverno, ricorreva nelle campagne l’estate di San Martino. Un momento magico, durante il quale “ogni mosto diventa vino”.

LA TRADIZIONE – Nei periodi di abbondanza, nelle campagne dove oggi sorgono i quartieri ultimi di Roma, tra le Tenute dei grandi possidenti terrieri, ai primi di novembre si festeggiava San Martino. Un momento molto atteso, che coincideva con la fine dei raccolti e delle semine e l’arrivo del vino nuovo. Tutti i mezzadri si riunivano in un casale,ogni anno diverso, e si trascorreva il tempo assaggiando vino novello e mangiando baccalà . Le donne preparavano pranzi abbondanti e si giocava a carte. Spesso i bambini, anche se il caminetto era acceso, giocavano fuori perché stranamente faceva caldo e nessuno era in grado di spiegare il motivo. Si diceva solo: “Non vi preoccupate è l’estate di San Martino”.

LA FESTA DI SAN MARTINO – Capitava che nei giorni precedenti qualcuno partisse dalle campagne romane per andare a Ronciglione a raccogliere le castagne che cadevano lungo la strada. Così facendo, il vino nuovo veniva accompagnato anche dalle caldarroste. L’ultima festa di San Martino nell’Agro-romano Meridionale fu festeggiata al Casale Ciavattini dove oggi sorge il Laurentino 38. Ma negli anni di carestia per i contadini troppo indebitati con i possidenti, Novembre con le sue belle giornate calde coincideva anche con la fine dei loro contratti di mezzadria. Succedeva così che proprio per San Martino, dovesero lasciare liberi i Casali, caricare la Barrozza e cercare nuovi contratti. Allora i contratti si perdevano facilmente, bastava una secca estate o che qualcuno della famiglia si ammalasse. Ma non ci pensiamo ora, questo è il tempo di vino nuovo, dal bel colore paglierino, dal sapore diretto, schietto e profumato. E’ il regalo di San Martino, che trasforma il mosto in vino.

 

Maurizio Romano

 

 

Contadino

 

MAGICO SETTEMBRE: Gli ultimi giorni d’estate tra i casali dell’Agro romano. Per saperne di più clicca qui.

 

 

 

 

 

castagna

 

LA CASTAGNA: Noci con un ridotto contenuti di grassi. Per saperne di più clicca qui.