Cecchignola foto di Gruppo

In occasione dell’ultima giornata di pulizie, i volontari di Cecchignola si sono organizzati per “mettere a sistema” gli interventi e non disperdere le energie. Senza dimenticare l’aspetto della convivialità.

DECORO E COMUNITA’ LOCALE – Pulizie partecipate e periodiche. A Cecchignola si punta sulle “tre p”, scommettendo sulla durata del progetto. Ma anche sull’aspetto conviale. Il decoro del quartiere, passa così per il recupero ed il rafforzamento dei legami della comunità locale. L’iniziativa ci è stata raccontata direttamente da Luca Santolamazza, portavoce del gruppo AttivamenteCecchignola.

LE PULIZIE DEL QUARTIERE – “Sabato 7 Novembre abbiamo organizzato la pulizia partecipata di Piazza Castello della Cecchignola, attività che svolgiamo da anni e alla quale nel quartiere stanno aderendo sempre più persone di tutte le età – ci spiega Luca – Abbiamo realizzato un’opera di pulizia a tutto tondo: dalla raccolta dell’immondizia e delle foglie cadute alla ritinteggiatura dei muri, passando per la potatura di alcuni cespugli diventati un po’ troppo ingombrati nonchè attrattivi rifugi per topolini di campagna.

LA PROGRAMMAZIONE – L’iniziativa messa in campo, è stata propedeudica per realizzare un progetto di più ampio respiro.”Abbiamo voluto portare un elemento di novità – racconta Luca Santolamazza – questa infatti è stata la prima della serie di pulizie partecipate periodiche, lanciate perchè ci preme mettere queste iniziative il più possibile a sistema, così da passare dal pulire il quartiere ogni tanto a mantenerlo pulito. Per farlo naturalmente avremo bisogno di tutta una serie di strumenti che oggi ci mancano e per questo volta dopo volta compreremo un attrezzo in più raccogliendo i fondi con i pranzi che seguiranno le pulizie, come abbiamo fatto anche sabato 7″

IL CONTRIBUTO DI TUTTI – La modalità con cui si è deciso di finanziare “il progetto delle tre p”, è semplice e per questo funzionale. “Ognuno porta qualcosa e dopo la pulizia si mangia tutti insieme in piazza. Una piccola offerta per uno da parte di chi non ha cucinato ed ecco che si raccolgono quei 50 euro che permettono qualche acquisto. Riteniamo che questo passo in avanti sia fondamentale – conclude il portavoce di CecchignolaAttiva – perchè se già oggi registriamo una maggiore attenzione da parte degli abitanti del quartiere al rispetto degli spazi comuni, crediamo che sistematizzare questo tipo di interventi ne renderebbe ancora più tangibile l’effetto”.

Fabio Grilli