scuola_jpg--

Ecco cosa è cambiato nel mondo della scuola e del reclutamento scolastico : tutte le novità e gli aggiornamenti

LE NOVITÀ – Una delle novità principali riguarda il nuovo sistema di reclutamento nella scuola secondaria di II grado, delineato nell’apposito decreto che rivoluziona il vecchio percorso, eliminando l’abilitazione all’insegnamento. Dall’approvazione del decreto in poi, per diventare docenti nella scuola secondaria, bisognerà dopo la laurea superare il concorso che consentirà l’accesso al nuovo percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente, denominato FIT, come richiesto nel parere della VII Commissione cultura.

L’ ITER – Questi sono gli step che gli aspiranti futuri docenti dovranno affrontare: superamento di un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale; un successivo percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente, differenziato fra posti comuni e posti di sostegno, destinato ai soggetti vincitori del concorso; una procedura di accesso ai ruoli a tempo indeterminato, previo superamento delle valutazioni intermedie e finali del citato percorso formativo.

IL POST CONCORSO – Superato il concorso, dunque, i docenti stipuleranno un contratto triennale retribuito di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione di docente (percorso FIT). Al termine del primo anno il docente deve conseguire il diploma di specializzazione per l’insegnamento secondario, diverso per docenti curricolari e docenti di sostegno. Conseguito il diploma di specializzazione, il futuro docente completa nel secondo e terzo anno del percorso FIT la propria formazione con ulteriori attività di studio, con tirocini formativi diretti e indiretti e con la graduale assunzione di autonome funzioni docenti. L’ammissione al terzo anno è determinata dal superamento della valutazione al termine del secondo anno. Il nuovo modello di reclutamento e formazione dei docenti della scuola secondaria di II grado partirà dal 2018 per cui i primi docenti, assunti secondo il nuovo sistema, saliranno in cattedra nel 2022.

Angela Franco

Foto:Il Foglio